TAGLIATELLE FARRO E SEMOLA CON PESTO DI CAVOLO NERO E MANDORLE

Tagliatelle di farro e semola di grano duro, con pesto di cavolo nero e mandorle, un buonissimo primo piatto preparato con pasta fresca fatta in casa, condita poi con un pesto dal sapore deciso, arricchito con pancetta croccante, davvero da provare. 

Tagliatelle farro e semola con pesto di cavolo nero e mandorle

TAGLIATELLE FARRO E SEMOLA
CON PESTO DI CAVOLO NERO E MANDORLE

Ingredienti per 4-5 persone
200 g di farina di farro
200 g di farina di semola di grano duro + un po’ per la spianatoia
4 uova
2 cucchiai di olio
100 g di pancetta
pesto di cavolo nero

Impastate, a mano o con la planetaria, le farine con le uova e l’olio finché otterrete un impasto elastico e liscio.
Se le uova sono piccole e non riescono ad assorbire tutta la farina potete aggiungere alcuni cucchiai di acqua tiepida.
Fate riposare la pasta coperta da un telo leggermente umido (o sotto una ciotola), per circa trenta minuti.

Dividete la pasta in 5-6 pezzi, schiacciateli leggermente con la mano, spolverizzateli con pochissima farina e passateli nella macchinetta per la pasta incominciando dallo spessore più largo. Proseguite, sempre infarinando leggermente la pasta, finché avrete ottenuto una sfoglia sottile. Naturalmente potete stendere la pasta a mano, fate come preferite o siete abituati.

Tagliate delle sfoglie lunghe circa 25 cm e lasciatele asciugare per dieci-quindici minuti, quindi tagliatele usando la macchinetta, oppure a mano. (nella foto pappardelle)


Rosolate la pancetta, asciugatela con carta da cucina, sbriciolatela e tenetela da parte.

Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata per alcuni minuti, poi ripassatela in padella con il pesto di cavolo nero. Se lo ritenete necessario potete diluire il pesto con qualche cucchiaiata di acqua di cottura della pasta.
Distribuite le tagliatelle nei piatti e completate poi con la pancetta sbriciolata e qualche mandorla.   

La pasta fresca si può congelare e non perde nulla in bontà. Va cotta senza scongelarla.
Potete fare in questo modo: foderate un vassoio (tipo quelli di cartone dei pasticcini) con carta da forno, sistemateci la pasta in piccoli mucchietti distanziati, copritela con altra carta da forno o pellicola da cucina e mettetela nel congelatore. Dopo alcune ore sarà pronta per essere conservata negli appositi sacchetti da freezer.

Pesto di rucola
Pesto di prezzemolo e noci

Pesto di salvia
Pesto di pistacchi
Pesto di melanzane

Se ti fa piacere puoi seguirmi su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.