RISOTTO ALLO ZAFFERANO

Risotto allo zafferano, chiamato familiarmente risotto giallo, un primo piatto piuttosto semplice da cucinare, ci sono però alcune regole da rispettare: ci vuole il brodo di carne e una giusta mantecatura.
Confesso che spesso lo preparo con il brodo di dado vegetale (non avendo sempre del brodo di carne disponibile), è buono comunque, ma non è la stessa cosa.
Ne faccio sempre parecchio, per utilizzare poi quello che rimane per il risotto al salto che è altrettanto buono.
Come succede sempre per i piatti tradizionali ci sono molte ricette leggermente diverse tra di loro: c’è chi usa il vino bianco per sfumare, chi il midollo, chi non toglie la cipolla dopo la rosolatura, chi distingue tra risotto giallo e risotto alla milanese ecc. a me lo hanno insegnato così…

Risotto allo zafferano

RISOTTO ALLO ZAFFERANO 

Per 4 persone:
250-300 g di riso da risotti (magari Carnaroli)
1 l abbondante di brodo da carne
1 piccola cipolla
1 bustina di zafferano o circa 15 pistilli
80 g di parmigiano
60 g di burro freddo

Riscaldate il brodo.
Se usate i pistilli, metteteli in una ciotola con un mestolino di brodo bollente.

Affettate la cipolla e rosolatela a fuoco basso con metà del burro, dopo circa 4-5 minuti togliete la cipolla, versate il riso e fatelo tostare per due minuti mescolandolo.

Aggiungete un mestolo di brodo, mescolate e portate a cottura nel solito modo: aggiungendo brodo bollente quando serve e mescolando spesso.
Quasi a fine cottura inserite lo zafferano.

Spegnete il fuoco quando il riso è al dente, aggiungete il burro rimasto (deve essere freddo) e metà del parmigiano, mescolate e coprite la pentola con uno strofinaccio da cucina.
Lasciate riposare il risotto per due minuti, poi servitelo con il resto del parmigiano grattugiato a parte.

Risotti, tante ricette.

Ciao!

Se ti fapiacere puoi seguirmi su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.