Brioches col tuppo con lievito madre

Vi siete mai svegliati con quella voglia insaziabile di brioches?! Magari proprio brioches col tuppo da farcire con creme a piacere?! Siete allora nel posto giusto!
Ho iniziato da qualche mese la meravigliosa esperienza con il lievito madre e devo dire di non riuscire più a farne a meno!Una vera e propria droga..la morbidezza, il gusto, la consistenza dei vostri impasti cambierà radicalmente!

Non voglio demonizzare il lievito istantaneo o il lievito di birra, sia chiaro, ma il lievito madre, anzi la PASTA MADRE, sono un’altra storia..

Partiamo dal presupposto che, originariamente, tutto veniva realizzato a partire da questo “impasto magico” composto di farina, acqua e lieviti. Pensiamo al passato! Un tempo le nostre nonne e bisnonne non avevano certo a disposizione lieviti di ogni genere! Per creare ricette di diverso tipo si servivano della pasta madre.
Ma non perdiamoci troppo in chiacchiere e torniamo alle nostre BRIOCHES. Se il vostro desiderio è quello di avere un dolce risveglio ed un profumo inebriante che si diffonde in tutta casa, questa ricetta fa al caso vostro!

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfarina 0
  • 200 gfarina 00
  • 150 glievito madre
  • 1 cucchiainomiele di acacia
  • 100 gzucchero
  • 100 gburro
  • 250 mllatte parzialmente scremato
  • q.b.scorza d’arancia
  • q.b.latte da spennellare
  • q.b.Foodlove

Strumenti

  • Planetaria
  • Ciotola

Preparazione

Per questa ricetta dovrete rinfrescare il lievito almeno 4 ore prima. Dovrà risultare raddoppiato.

L’impasto

  1. Assicuratevi che il burro sia ammorbidito; tiratelo fuori un pò prima dal frigo.

    Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente (scaldatelo nel micronde se è troppo freddo) e unitevi il miele e lo zucchero.

    Con la planetaria, iniziate a mescolare a bassa velocità fino a quando il composto non formerà la schiuma. A questo punto aggiungete la farina un pò alla volta e l’uovo. Quando l’impasto inizierà ad avere una buona consistenza versatevi il sale e la scorza d’arancia.

    Per ultimo unite il burro, fatto a pezzetti, in più step: non aggiungetene altro fino a quando quello inserito precedentemente non sarà stato assorbito.

    Ad incordatura completa, versate l’impasto in una ciotola ed iniziate a “tirargli le orecchie”. Prendete le estremità e portatele verso il centro. Girate sotto sopra la pasta e ripetete questa procedura per 4/5 volte.

    Vi accorgerete che diventerà ogni volta più soda.

    Mettete la pellicola e fate riposare per circa 1-2 ore.

Formatura del TUPPO

  1. Trascorso il tempo di riposo, iniziate a formare sia delle palline di 80-90g che di 20g.

    Pirlatele bene sul piano di lavoro, utilizzando il palmo della mano e, una volta formata la palla più grossa, affondate con l’indice al centro, facendo un incavo.

    Lì, andrete ad inserire la pallina più piccola, la cui base sarà leggermente a punta.

    Dovrà inserirsi esattamente nell’incavo. Fate un pò di pressione così che i due impasti si saldino bene.

    Disponete le vostre brioches con il tuppo su una teglia rivestita di carta forno. Coprite con della pellicola.

  2. Fate per circa 10 ore in luogo asciutto e tiepido (il forno spento va bene). Vi consiglio di regolarvi nei tempi in modo da porre a lievitare la sera dopo cena e sfornare le vostre brioches fragranti il mattino successivo (potete eventualmente prolungare il tempo di riposo dopo l’impasto, non succede nulla).

    Quando le brioches saranno raddoppiate (dopo 10 ore circa, dipende dalla temperatura e dalla forza del vostro lievito madre), spennellatele delicatamente con una miscela di latte e infornate in forno caldo a 180 °C per circa 20-25 minuti.

  3. Lasciatele intiepidire leggermente e farcitele con creme a piacere (mandorla, nocciola, pistacchio etc etc…)

    NOTA: i miei cari amici siciliani suggeriscono il ripieno di gelato!

Il ripieno

I miei amici siciliani vorrebbero vi dicessi che queste brioches si sposano unicamente con il gelato.

E’ l’unico matrimonio che sa’ da fare! Io, invece, che sono una golosa di nascita, vi suggerisco di aprirle (1 dito dalla base) e metterci crema al pistacchio o nutella!

Vi faranno letteralmente impazzire!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da kikkainwonderfoodland

La mia passione per la cucina nasce quando ancora ero piccola. Sono sempre stata una buona forchetta. La mia incontenibile curiosità mi ha portato non solo a cimentarmi in cucina con ricette di vario tipo (molto spesso rivisitate in chiave personale), ma addirittura a studiare il cibo in tutte le sue sfaccettature. Mi sono laureata in dietistica, certo non con lo scopo di mettere le persone a dieta e privarle di uno dei piaceri più grandi della vita! Al contrario, il cibo è benessere e porta benessere!E' un ingrediente importante nella vita di tutti noi!Occorre solo cercare la chiave giusta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.