Crea sito

Lievito madre ( LICOLI )

Sono molte le persone che cercano di arrangiarsi in casa a preparare quegli alimenti che prima acquistavano tranquillamente ma che ora sono diventati fin troppo esosi per le loro già martoriate tasche.Il pane è uno di questi.Cosi ho pensato di mettere nella mia fan pag lamiapassioneriscoperta il lievito madre.

lievito madre

 

lievito madre

Pasta madre,il lievito fatto in casa.La base naturale per impasti lievitati: pane, pizze, focacce. Ma anche grissini, torte salate, muffin. 

Negli ultimi tempi le intolleranze alimentari si sono diffuse a macchia d’olio ( 
Gli italiani sono ipersensibili principalmente a tre tipologie alimentari: latticini, frumento e lieviti.

Questo perché i cibi incriminati sono tre alimenti che non mancano mai dalle tavole degli italiani e spesso li mangiamo più volte al giorno.È per questo che il nostro organismo dopo molti anni di assunzione quotidiana può iniziare a rifiutarli, sviluppando un’intolleranza.

Molte persone che hanno problemi con i lieviti traggono sollievo dall’assunzione di prodotti da forno lievitati naturalmente, senza agenti chimici.

Un buon metodo per produrre in casa il pane naturale è creare la pasta madre.

Questa ricetta è adatta anche a chi, pur non avendo sviluppando un’intolleranza alimentare soffre di disturbi intestinali come sindrome del colon irritabile o aerofagia.

Pasta madre, 

Ingredienti
100 ml di acqua
100 gr di farina
1 cucchiaio di malto o zucchero

 

Procedimento

Impasta bene gli ingredienti a lungo fino ad ottenere un impasto della densità del dentifricio.
Tieni l’impasto coperto da un canovaccio asciutto e copri tutto con un panno umido (che andrà tenuto sempre umido).

Conserva l’impasto in un ambiente tiepido, lontano da sbalzi di temperatura (per esempio il forno spento), protetto da una coperta calda.

Dopo il primo impasto seguiranno 5 “rinfreschi” dell’impasto: ad ogni “rinfresco” aggiungi alla pastella un cucchiaio di farina e uno di acqua e impasta con le mani per amalgamare tutto; poi riponi nel forno spento.

Il primo rinfresco è dopo 48 ore, il secondo dopo altre 48 ore, il terzo dopo 24 (a questo punto dovrebbe già aver iniziato a lievitare, si noteranno delle bolle), il quarto dopo 12 ore e infine l’ultimo “rinfresco” dopo 8 ore.

A questo punto la pasta madre è pronta. Si conserva in frigorifero dentro vasi di vetro e dovrà essere rinfrescata ogni 2/4 giorni.

Per realizzare il pane si usano 1,5 kg di farina e 500 gr di pasta madre. Si lascia lievitare per 3 ore, si reimpasta energicamente.

Prima di infornare prendete un pezzo di impasto e unitelo alla pasta madre rimasta per continuare il suo rinfresco.

Note

La pasta madre sostituisce il lievito (chimico o di birra) e permette una lievitazione naturale e saporita.

Hai provato la pasta madre o lievito madre.

Ecco il nostro lievito attivo, che usiamo abitualmente si presenta sempre con grandi alveoli, con un odore acidulo ma dolce e con una crosta più spessa in superficie, che è la parte meno attiva. Per mantenerlo in vita dovrete rinfrescarlo. Per prima cosa, dovrete eliminare la crosta in superficie e poi procedere come al solito: per esempio con 300 gr di lievito

dovrete aggiungere 300 gr di farina, per un peso totale di 600 gr e 150 gr di acqua, per un peso totale di 750 gr. Una volta impastato, riponetelo di nuovo nel suo barattolo di vetro, coperto con la pellicola e conservate in frigo fino al prossimo utilizzo o rinfresco. 

Vi aspetto nel mio blog e nelle mie pagine per condividere le ricette e si accettano i mi piaci.G+ —facebook.twitter 

 

Pubblicato da Juli

Salve,non sono cuoca ma ho aperto questo blog per passione,scusate gli errori.

2 Risposte a “Lievito madre ( LICOLI )”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.