Panzerotto ripieno di guanciale pecorino e pepe (Gricia)

Panzerotto ripieno di guanciale pecorino e pepe (Gricia)

Amici oggi sono davvero fiera di condividere con voi una ricetta davvero speciale e soprattutto originalissima.. PANZEROTTO RIPIENO DI GUANCIALE PECORINO E PEPE (GRICIA).. Ebbene si la Puglia incontra il Lazio dando vita a una delle cose più golose e indiscutibilmente goduriosa che si possa assaporare. L’impasto del panzerotto fritto pugliese ormai collaudatissimo ripieno di uno dei condimenti in assoluto più buono la gricia. Cosa essenziale in questa ricetta è seguire tutti i canoni essenziali, per realizzare questi due capolavori della cucina italiana e metterli insieme. L’unico ingrediente fuori dal coro che non riguarda ne il panzerotto pugliese e ne la gricia è la ricotta.. La ricotta serve per rendere compatto il ripieno e vi assicuro che ci sta davvero bene. Qui di seguito la ricetta

Panzerotto ripieno di guanciale pecorino e pepe (Gricia)
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni10 panzerotti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI PANZEROTTO RIPIENO DI GUANCIALE PECORINO E PEPE (GRICIA)

  • 300 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 250 gfarina 00
  • 150 gacqua (tiepida)
  • 150 glatte (a temperatura ambiente)
  • 10 gsale
  • 2 cucchiainizucchero
  • 8 glievito di birra fresco
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva

PER IL RIPIENO

  • 10 fetteguanciale (tagliato sottile)
  • 250 gricotta di bufala
  • 100 gpecorino romano
  • 4 pizzichipepe (meglio se macinato al momento)

Strumenti

  • Planetaria
  • Padella per friggere
  • Mattarello
  • Carta assorbente

PREPARAZIONE PANZEROTTO RIPIENO DI GUANCIALE PECORINO E PEPE (GRICIA)

  1. Io ho usato la planetaria e  devo ammettere che è davvero comoda, ma se voi preferite potete farlo tranquillamente a mano, l’unico consiglio che vi do è quello di lavorarlo a lungo.-

  2. In planetaria mettere l’acqua tiepida, il latte a temperatura ambiente, lo zucchero  l’olio evo e il lievito.-(1).-

  3. Far lavorare bene la planetaria fino a quando il lievito risulti ben sciolto.- (2)

  4. Ora unire le farine poco per volta (3)

  5. Quando le farine sono assorbite inserire l’olio evo a filo (4)

  6. Per finire il sale (5)

  7. Far lavorare la planetaria per 10 minuti circa, poi prendere il panetto e continuare ad impastarlo bene fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. L’impasto sarà perfetto quando schiacciando con un dito l’impasto torna su (6) Mettere a lievitare coperto da un panno o dalla velina in forno spento con la luce accesa per 2 ore circa-

  8. A questo punto preparare il ripieno. In una ciotola miscelare la ricotta, il pecorino e il pepe.(7)

  9. In una padella senza aggiungere olio scottare le fette di guanciale fino a quando rilasciano il grasso.(8)

  10. Unire l grasso del guanciale alla crema di ricotta pecorino e pepe(9)

  11. A questo punto preparare i panzerotti. Prelevare dei pezzi di impasto e con il mattarello fare dei cerchi. La grandezza scegliete voi. La cosa importantissima è fare un cerchio sottile (10)

  12. Versare al centro una generosa quantità di crema (11)

  13. Unire la fetta di guanciale(12)

  14. Chiudere il panzerotto sigillando bene o cosi(13)

  15. O cosi (14)

  16. Friggere in abbondante olio di semi di arachide pochi panzerotti alla volta (15)

  17. I nostri panzerotti sono pronti per essere serviti . Vi consiglio di gustarli caldi

  18. Panzerotto ripieno di guanciale pecorino e pepe (Gricia)

CONSIGLI

1) Il guanciale deve essere sottilissimo

2) Lo spessore del cerchio deve essere sottile, in questo modo il panzerotto cuocerà perfettamente, al contrario risulterebbe leggermente crudo all’interno.

3) Nel ripieno non aggiungete assolutamente l sale perchè essendoci il pecorino sarebbe troppo

4) Questo tipo di panzerotto vi consiglio di consumarlo all’istante ossia caldissimo

5) Vi consiglio di preparare il panzerotto man mano che friggete, altrimenti se li preparate tutti insieme in anticipo la lievitazione andrebbe avanti e il panzerotto si aprirebbe in cottura.

6) Per sigillare bene il panzerotto vi consiglio di bagnare leggermente i bordi prima di chiuderli

note

Se non vuoi perdere nemmeno un articolo di questo blog iscriviti alla mia newsletter I SAPORI DI ETHRA e riceverai gratis tutte le mie ricette sulla posta elettronica.

Se provate questa ricetta non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto.. e se avete altre idee e varianti fatemelo sapere che le provo tutte  A domani con una nuova ricetta.

Se volete seguirmi trovate qui la mia pagina facebook I SAPORI DI ETHRA e anche la mia pagina di  twitter I SAPORI DI ETHRA   per restare sempre aggiornati e in contatto con me

Leggi anche:

Pasta con crema di zucca speck e mandorle

Gnocchi allo zafferano e funghi al forno

Spaghetti con funghi cardoncelli e crema di noci

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.