Archivi tag: tagliatelle

Tagliatelle alla curcuma con ragù bianco e carciofi

Tagliatelle alla curcuma con ragù bianco e carciofi : pasta fatta in casa in modo tradizionale con l’aggiunta di curcuma per dare un sapore vagamente esotico alle tagliatelle più classiche italiane che sono state impastate con due farine differenti per una consistenza più rustica  e corposa. Il ragù anch’esso classico con due qualità di carne è ricco di odori e spezie. I carciofi semplicemente trifolati aggiunti soltanto alla fine per arricchire ulteriormente un piatto davvero unico. Tagliatelle alla curcuma con ragù bianco e carciofi, un piatto da preparare quando vogliamo coccolare la nostra famiglia o chi ci sta veramente a cuore perché ha bisogno di tempo e dedizione.

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

  • 250 g di farina o
  • 250 g di semola di grano duro
  • 4 uova intere
  • 3 g di sale
  • 10 ml d olio EVO
  • 8 g di curcuma in polvere

Per il ragù

  • 250 g di carne macinata di vitello o manzo
  • 250 g di carne macinata di maiale
  • 150 g di  carote
  • 150 g di cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50 g di costa di sedano
  • 50 ml di olio EVO
  • 30 g di burro
  • 2 chiodi di garofano
  • noce moscata Q.B.
  • 50 ml di marsala secco
  • sale e pepe Q.B.

Per i carciofi trifolati

  • 2 carciofi grandi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 20 ml di olio EVO
  • prezzemolo tritato Q.B.
  • sale e pepe Q.B.
  • succo di mezzo limone

Preparazione

Cominciate a preparare le tagliatelle mescolando bene le farine, fate la classica fontana con il buco in centro in cui metterete tutti gli altri ingredienti. Impastate per bene fino a quando l’impasto risulterà liscio ed elastico. Naturalmente se avete un’impastatrice potete fare questa operazione più velocemente. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare per una mezz’oretta.

Nel frattempo avviate la cottura del ragù: tritate finemente, anche in un robot da cucina carote, cipolla, aglio  e sedano.

mettere in una casseruola capace il trito di verdure con il burro e l’olio e lasciare stufare lentamente, le verdure non si devono scurire. Quando il battuto di verdure sarà morbido alzare la fiamma e inserire le due carni perché possano rosolare a temperatura vivace, mescolare spesso e “sgranare” la carne per non creare ammassi di carne.

Quando vedrete che la carne ha preso un po’ di colore sfumare con il Marsala, naturalmente il vino può essere diverso tipo un cognac o del vino bianco se preferite un sentore leggero o meglio un corposo vino rosso. E’ solo una questione di gusto. Lasciate evaporare la parte alcolica e coprite con un coperchio per cuocere lentamente e fuoco basso il ragù in bianco. ci vorrà almeno un’oretta ma ricordate a metà cottura di aggiungere tutte le spezie e soprattutto il sale secondo il vostro gusto.

Dovrete adesso stendere la sfoglia con la macchinetta o a mano e tagliare le tagliatelle lasciandole volutamente rustiche passandole al penultimo buco

Nel frattempo che cuoce il ragù e la pasta riposa per asciugarsi un po’ pulite i carciofi eliminando le punte e le foglie più dure

Dividete a metà ed eliminate l’eventuale barbetta centrale

Affettare i carciofi e lasciarli in un bagno di acqua acidulata con succo di limone.

Scaldare l’olio in una padella dove rosolare gli spicchi d’aglio e quando saranno dorati inserire i carciofi scolati dall’acqua e lasciare cuocere fino a quando saranno teneri.

Se servisse durante la cottura aggiungere qualche cucchiaio d’acqua. i carciofi devono rimanere morbidi.

A cottura quasi ultimata regolare di sale e pepe ed infine spolverare con una bella manciata di prezzemolo.

 

A questo punto non ci resta che cuocere le tagliatelle alla curcuma e condirle con il ragù bianco, decorare ogni piatto con un po’ di carciofi trifolati.

Tagliatelle alla curcuma con ragù bianco e carciofi: Non avete l’acquolina?

 

credit: alcune immagini sono state prese dal web

Chiacchiere

chiacchere
Oggi vorrei mostrarvi il mio contributo al carnevale: chiacchiere , frappe o crostoli o in qualunque altro modo si chiamino nella vostra regione, quei fantastici e croccanti dolci fritti che si fanno in questo periodo.

INGREDIENTI

300 g di farina
60 g di zucchero
1 presa di sale
2 uova
80 g di burro o strutto
2 cucchiai di  grappa
2 cucchiai di sambuca o altro liquore a scelta
scorza di limone
olio di arachidi per friggere
zucchero a velo

PREPARAZIONE
Impastare tutti gli ingredienti e lasciare riposare la pasta per 30 minuti. Stendere la pasta il più sottile possibile, io l’ho tirata con la macchina per fare le lasagne fino all’ultima tacca.
Ritagliare poi secondo i vostro estro o la tradizione.
Friggere in abbondante olio caldo (175°)
Scolare bene e lasciare freddare
Cospargere con zucchero a velo.                                                                                                                    Avendo preparato una dose doppia ho fatto anche una variante molto buona che vi consiglio di provare.

Con la macchinetta fare l’ultimo taglio nella trafila delle tagliatelle e friggerle come fossero dei nidi e dopo averle scolate dall’olio

taglit miele 1

coprirle  con dell’ottimo miele, io ho usato quello di acacia

tagliat miele 2

Buonissime le mie tagliatelle!!!