Archivi tag: sedano rapa

Crema di Sedano Rapa

Crema di Sedano Rapa : Il sedano rapa, brutto e bitorzoluto è però delicatamente aromatico, più del classico sedano di cui si consumano le coste. Viene chiamato anche sedano di Verona, una varietà botanica di sedano che sviluppa molto la radice, arrotondata e grossa, fino a raggiungere il peso di circa un chilo. Ha la  buccia grinzosa che lo rende bruttino e quindi spesso snobbato. La polpa è biancastra, tenera e dal sapore tendente al balsamico. Queste radici si raccolgono soprattutto in autunno in Italia e non hanno nulla a che vedere con quelle provenienti dall’Olanda o dal  nord Europa. Dove essere sodo e croccante, compatto e privo di screpolature, senza tante radichette laterali.

Pulitelo come una patata, sfregatelo con il limone se non lo consumate subito e poi, si può friggere in chips o tagliato a fette più spesse, come un fungo: è un delizioso contorno o antipasto.

Potete farne, come in Val d’Aosta, un’insalata, tagliandolo a julienne e sbollentandolo con un cucchiaio di aceto in acqua salata. Si serve poi con mele tagliate finemente, maionese e gherigli di noci a pezzetti.

In Veneto invece si prepara un ottimo risotto, mantecato con il formaggio monte veronese grattugiato.

Io oggi vi propongo una crema autunnale che è un vero confort food, dal sapore dolce ma aromatico vi consiglio proprio di provare la Crema di Sedano Rapa vi delizierà con la sua delicatezza

 

Ingredienti per 4 persone

  • 250 g di patate
  • 1 sedano rapa di circa 1kg
  • 1 mela gialla di circa 200 g
  • 1 cipolla di circa 150g
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 20 ml di olio EVO
  • Sale Q.B.
  • Pepe nero Q.B.

per servire

  • 1 manciata di mandorle intere, sgusciate
  •  salvia o erba cipollina, maggiorana
  • pepe nero macinato al momento (facoltativo)

Preparazione

Preparate un classico brodo vegetale e mettetelo a bollire

Pulite il sedano dalla sua buccia ed eventuali infiltrazioni di radici, fate dei tocchi grossolani, fate le stesse misure per le patate e la mela sbucciate

Affettate la cipolla e mettetele in un tegame capace a contenere tutti gli ortaggi a soffriggere dolcemente con l’olio EVO

Aggiungente in tegame gli ortaggi  e fate dorare per 2 minuti, infine anche le mele e continuate la cottura ancora per due minuti

Coprite con il brodo filtrato ben caldo e lasciate andare a fuoco moderato per circa mezz’ora tenendo il coperchio leggermente spostato.

Inserire nella zuppa alcune foglie di salvia e lasciarle in infusione per 5 minuti circa e poi eliminarle

Mettete la zuppa senza brodo in un mixer e lasciate andare a media velocità versando il brodo a filo fino a raggiungere la consistenza desiderata

Servite con delle foglioline di salvia fresca, una grattugiata di pepe nero e una manciatina di mandorle tritate

Se volete dare un tocco più sapido potete assaporare la crema di sedano rapa con una spolverata di grana grattugiato.

 

 

 

 

Torta rustica ai due colori

Torta rustica ai due colori : Su una base di paste sfoglia ho pensato di utilizzare formaggi contrastanti fra loro   e un purè di patate declinato con ortaggi delicati. Nasce così un mix straordinario di ortaggi e formaggi  delizioso . La Torta rustica ai due colori si può servire come antipasto o piatto unico solo variando la dimensione della  fetta. Ma andiamo a vedere come realizzare la nostra Torta rustica ai due colori che può sembrare elaborata ma in effetti si prepara semplicemente

Ingredienti per uno stampo da crostate  di 28 cm di diametro         

  • una base di pasta sfoglia rotonda già pronta
  • 200 g di sedano rapa
  • 200 g di barbabietole cotte al vapore
  • 400 g di patate
  • 125 ml di latte intero
  • 60 g di burro
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • 1 tomino da 100 g
  • 1 mozzarella di bufala da 200 g
  • noce moscata Q.B.

Preparazione

Accendete il forno al massimo della potenza

Sulla gratella posizionate le patate lavate e forate in più parti con uno stecco, ma anche una ciotola in metallo con acqua per creare una buona umidità. Abbassate la temperatura a 180° e lasciate cuocere le patate per circa un’ora, lasciatele ancora per 20 minuti a forno spento.

Sbucciate il sedano rapa e fatelo a pezzetti,

cuocete in acqua bollente salata per circa 20 minuti, scolate e passate al minipimer o utilizzate un robot da cucina per ottenere una purea, aggiungete una grattatina di pepe nero.

Nel frattempo sbucciate le barbabietole e fatele a tocchetti,

salate e mescolate con un cucchiaio di olio e noce moscata, passate al minipimer .

Sbucciate le patate ancora calde, schiacciatele con lo schiacciapatate

e mettete in casseruola su fuoco moderato con il latte caldo e 60 g di burro mescolando continuamente. Togliete dal fuoco e aggiungete metà del parmigiano amalgamando tutto per bene.

A questo punto dovete dividere in due parti il purè di patate e aggiungere ad una parte la purea di barbabietola e all’altra quella di sedano rapa.

Per facilitare la decorazione della Torta rustica ai due colori inserire le due puree in sac à poche e cominciate ad assemblare la Torta rustica ai due colori.

Sbriciolate la mozzarella già scolata bene dal suo liquido e tagliate a pezzettini anche il tomino.

Sistemate sulla tortiera la pasta sfoglia con la sua carta forno e forate tutta la base con i rebbi di una forchetta.

Ricoprite la base di sfoglia con i formaggi .

Dividete la base della tortiera in 8 con strisce di purè e poi riempite gli spazi alternando i due colori.

Spolverate con il parmigiano  rimasto ed infornate a 180° in forno già caldo per 30 minuti circa.

Servite la Torta rustica ai due colori ancora calda per assaporare meglio tutti i vari sapori che si integrano perfettamente.

 

 

 

Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate

Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate: Non avevo mai pensato ad una affumicatura casalinga , ma come sempre MTC ci spinge oltre, ci fa provare sempre cose nuove ma non solo ci aiuta costantemente a migliorarci. Oggi per la prova N° 70 proposta da Greta la vincitrice della sfida di gennaio, abbiamo provato ad affumicare di tutto, dall’antipasto al dolce, io mi sono cimentata con la versatile carne di maiale e con ortaggi a cui non avrei mai pensato. Per aromatizzare la carne ho utilizzato anche la tecnica del Dry Rub in particolare quello speziato al caffè che ci ha spiegato perfettamente Mapi qui 

Confesso che appena letta la sfida sono stata tentata di utilizzare il pass ma poi preso il coraggio a due mani ho prodotto questo ottimo Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate, e non me ne sono affatto pentita.

Ingredienti per 4 persone

  • 800 g di filetto di maiale
  • 400 g di sedano rapa
  • 400 g di barbabietole cotte al vapore
  • 800 g di patate
  • 250 ml di latte intero
  • 60  + 60 g di burro
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • chips di legno di nocciolo
  • gusci di nocciole tostate
  • 100 g di nocciole tostate tritate
  • 3 tazzine di caffè fatto con la moka
  • Olio EVO Q.B.
  • sale e pepe Q.B.
  • noce moscata Q.B.

Mettere in ammollo le chips di legno di nocciolo e i gusci di nocciole.

Preparate poi il dry rub per la carne e la sua preparazione seguendo i dettami di Mapi:

“Dry rub speziato al caffè

  • 2 cucchiai di chicchi di caffè
  • 1 cucchiaino di cardamomo
  • 1⁄2 cucchiaino cannella
  • 1 1⁄2 cucchiai di peperoncino in polvere
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 2 cucchiai di zucchero muscovado
  • 1 cucchiaio di pepe nero

Tostare a secco cardamomo e cannella e farli raffreddare. Macinarli insieme ai chicchi di caffè, quindi unirli agli altri ingredienti.

Il dry rub – sempre abbondante – va massaggiato sull’alimento, in modo da farlo penetrare nelle fibre e insaporirlo (non per niente il suo nome deriva dal verbo inglese to rub, massaggiare): naturalmente il massaggio sarà più delicato per pesci e verdure. Dovendo rimanere attaccato all’alimento, va da se’ che questo debba essere per quanto possibile asciutto: tamponatelo quindi con carta da cucina per togliere l’umidità in eccesso, prima di procedere con l’applicazione del rub. Avvolgete quindi l’alimento in pellicola trasparente e fatelo riposare in frigo per qualche ora, in modo che ne assorba bene gli aromi. A questo punto si può decidere di lasciare il rub e passare alle fasi successive della preparazione (cosa che capita di solito quando l’alimento deve essere cotto alla griglia o sul barbecue), oppure toglierne la maggior parte con l’aiuto di carta da cucina. L’obiettivo finale è quello di raggiungere equilibrio nel piatto: il rub, al pari del fumo, è solo uno degli ingredienti e deve essere dosato sapientemente.”

Cominciate a preparare il Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate:

Scaldate al massimo il forno dopo il riposo in acqua delle chips di nocciolo e dei gusci delle nocciole e sistematene metà in una teglia di alluminio. Posizionare subito sopra la gratella.

Chiudete lo sportello del forno  e lasciate per 10-12 minuti, vedrete che si riempirà di fumo

Sulla gratella posizionate le patate lavate e forate in più parti con uno stecco ma anche una ciotola in metallo con acqua e ghiaccio per creare una buona umidità. Questa operazione va fatta molto velocemente.

Abbassate la temperatura a 180° e lasciate cuocere le patate per circa un’ora, lasciatele ancora per 20 minuti a forno spento.

Nel frattempo tirare fuori dal frigo la carne per farla acclimatare. Dopo una mezz’ora pulirla dal dry rub con carta da cucina.

Preparate adesso il forno con lo stesso procedimento ma inserendo nella ciotola il caffè con il ghiaccio e abbassando la temperatura a 150°appena metterete il filetto sulla gratella.

Sigillare il filetto di maiale in una padella rovente unta di olio EVO dorandola da tutte le parti solo per qualche minuto.

Lasciate affumicare la carne posta sulla gratella per 40 minuti circa.

Sbucciate il sedano rapa e fatelo a pezzetti,

cuocete in acqua bollente salata per circa mezz’ora, scolate e passate al minipimer o utilizzate un robot da cucina per ottenere una purea, aggiungete una grattatina di pepe macinato al momento.

Nel frattempo sbucciate le barbabietole e fatele a tocchetti,

salate e mescolate con un cucchiaio di olio e una grattatina di noce moscata, passate al minipimer .

Sbucciate le patate, schiacciatele con lo schiacciapatate

e mettete sul fuoco moderato con il latte caldo e 60 g di burro mescolando continuamente. Togliere dal fuoco e aggiungere il parmigiano amalgamando tutto per bene.

A questo punto dovete dividere in due parti il purè di patate e aggiungere ad una parte la purea di barbabietola e all’altra quella di sedano rapa.

In un padellino sciogliere il burro rimanente e saltare le nocciole tritate.

Trascorso il tempo necessario di affumicatura del filetto di maiale tirarla fuori dal forno

e tagliare tante fettine per fare le porzioni e accompagnare con i purè di sedano rapa e di barbabietole. Irrorare la carne con il burro alle nocciole come decorazione finale.

Il Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate è pronto per essere servito.

Ringrazio Greta per avermi fatto scoprire quanto sia semplice l’affumicatura casalinga, ma soprattutto quanto questa tecnica possa esaltare il sapore di semplici alimenti come le patate o carni di vario genere come il mio Filetto di maiale affumicato ai due purè con patate

con questa ricetta partecipo all’ MTChallenge N° 70