Archivi tag: profumate

Maddalene Spagnole di Xavier Barriga

Maddalene Spagnole di Xavier Barriga: Negli anni ’90 quando i miei gemellini erano ancora molto piccoli abbiamo vissuto a Barcellona “Barça” per i Catalani. Ho girato in lungo e largo in quella città meravigliosa perché i bambini non volevano restare molto in casa e io, che nei primi periodi non avevo ancora portato la mia auto li scarrozzavo per ore sul loro passeggino doppio. Capitava spesso di passare davanti a panaderie che con il loro richiamo profumato di pane fragrante o maddalene appena sfornate mi obbligavano ad una sosta per assaggiare questo o quello. “Las magdalenas”riscuotevano sempre grande successo tra i piccoli che in quel periodo ancora mi facevano tribolare per mangiare. Le maddalene  non somigliano minimamente alle famose madeleines francesi ma piuttosto ai muffins americani. Chi è nato prima? Io personalmente ho conosciuto prima le maddalene già negli anni ’80 durante i miei primi viaggi in Spagna. Si possono aromatizzare in molti modi ma la base rimane la stessa. Ho provato questa ricetta della famosa panadería Turris,  del maestro panadero Xavier Barriga molto famoso in tutta la Spagna e devo dire che sono davvero buone proprio come quelle che mangiavo passeggiando per Barça.

Ingredienti per 12 maddalene:

  • 125 g di uova intere
  • 1 g di sale
  • 175 g di zucchero
  • 190 ml di olio di mais o girasole
  • 60 ml di latte
  • 210 g di farina 00
  • 7 g di lievito per dolci
  • Buccia grattugiata di un limone
  • 1 g di cannella in polvere o 2 g di estratto di vaniglia

Procedimento:
Montare le uova a velocità moderata, come spiega il maestro Xavier Barriga, per dare modo all’impasto di gonfiarsi lentamente ed essere poi più stabile.

Quando le uova cominceranno ad essere spumose aggiungere man mano lo zucchero continuando a montare fino ad ottenere un composto bianco e gonfio e almeno il doppio del suo volume iniziale. Ci vorranno almeno 8/10 minuti.

Mettere a filo il latte e l’olio miscelati.

Su l’olio Xavier Barriga dice di utilizzare anche un buon olio di oliva che non sia però forte o acido, al limite dimezzando la dose e completandolo con olio di girasole. Io per la verità ho deciso di utilizzare quello di mais.

Aggiungere la buccia del limone.

Setacciare la farina con il sale, il lievito e la cannella in polvere.

Inserire nell’impasto le polveri setacciate in più riprese e far assorbire per bene.

Montare ancora per un minuto alla massima velocità il composto e questa è la consistenza finale

mettere in un contenitore con coperchio o al massimo coprire con pellicola.

Adesso un passaggio molto importane: mettere in frigo per almeno 2 ore fino a 24. Perché le Maddalene Spagnole di Xavier Barriga abbiano quell’aspetto così caratteristico , con una bella cupoletta, lui consiglia di lasciarle anche tutte le 24 ore in frigo, io ho lasciato l’impasto a riposare per 15 ore.

Accendere il forno statico a 190°, e lasciare che raggiunga la temperatura per almeno 15 minuti

Tirare  fuori dal frigo l’impasto delle maddalene almeno mezz’ora prima del suo utilizzo.

Per praticità versare l’impasto in una sac à poche  dopo averlo girato leggermente con una spatola.

Distribuirlo negli stampini per muffin foderati con carta forno o i classici pirottini

Preparare per la decorazione ciò che più vi piace.

Io ho utilizzato pezzetti di cioccolato, mandorle, zucchero di canna muscovado e marmellata di prugne home made.

 

Cospargere la superficie delle Maddalene Spagnole di Xavier Barriga  con gli ingredienti sopracitati.

Infornare  ed abbassare la temperatura a 180°.

Cuocere le Maddalene Spagnole di Xavier Barriga per circa 20 minuti. Controllare la cottura con il classico stecchino.

Ditemi, non avete la difficoltà della scelta?

Nel dubbio provatele tutte!

 

 

 

Ciambelline della mia infanzia

Ciambelline della mia infanzia: Quando ero piccola, e ne sono passati di anni, quando passavi davanti ad un panificio spesso le tue narici venivano rapite da un profumo inebriante e d irresistibile, era la vaniglia, la cannella e altre spezie che si sprigionavano nella cottura delle ciambelline tipiche della mia città, l’ ho scoperto con il tempo perché altrove così, con questo sapore così tipico non si trovano. Allora non esistevano i biscotti confezionati che adesso troviamo in tutti i supermercati, in verità non esistevano neanche i supermercati… e quindi quando sentivi quel profumo non potevi non chiedere alla mamma di comprarle… Oggi ho sentito il bisogno di ricreare quel profumo e quella sensazione di buono che mi avvolge con questi profumi. Vedrete che le ciambelline della mia infanzia sono davvero semplici da realizzare, ma potete sempre far felici grandi e bambini per una colazione o merenda d’altri tempi.

ciambelline della mia infanzia

Ingredienti

  • kg di farina
  • 400 gr di zucchero
  • 200 gr  burro
  • 150 gr di strutto
  • 2 uova
  • 1 bacca di vaniglia
  • 10 gr di ammoniaca per dolci
  • 50 ml di latte tiepido
  • 170 ml di acqua fredda
  • 3 gr di sale
  • 3 gr di cannella in polvere
  • 3 gr di chiodi di garofano in polvere o 5 ml di acqua concentrata di chiodi di garofano
  • 2 tuorli sbattuti con 2 cucchiai di latte per spennellare le ciambelline prima che siano infornate

Preparazione:

In una planetaria, inserire il burro e lo strutto con lo zucchero e montare un po’ la massa

montata dei grassi con lo zucchero

aggiungere il primo uovo e dopo che è stato assorbito aggiungere anche l’altro uovo. Quando tutto si sarà amalgamato aggiungere alternativamente tutti gli altri ingredienti e far amalgamare bene il tutto,  finché non si otterrà un composto consistente, omogeneo e facile da lavorare. Se volete impastare a mano, versare tutti gli ingredienti in una scodella capiente e impastare manualmente finché non si avrà un panetto compatto.

Fate dei cordoncini con le mani del diametro di 1 cm circa

formazione ciambelline

e tagliarli della lunghezza di circa 8 cm, quindi unire i pezzetti a cerchio formando tante ciambelline. Rivestite la teglia con carta da forno e adagiatevi le ciambelline.  E’ consigliabile preparare almeno due teglie, in modo da riempirne una, intanto che l’altra sta cuocendo nel forno. Preriscaldare il forno (preferibilmente ventilato) alla temperatura di circa 180 ° e spennellare le vostre ciambelline con il tuorlo sbattuto con il latte, a questo punto si può infornare. Quando le ciambelline saranno dorate, ci vorranno circa 20 minuti, sfornate le ciambelline e lasciatele raffreddare su una gratella.

Conservare le ciambelline in un contenitore ermetico per biscotti così si manterranno a lungo buone e croccanti.