Archivi tag: piselli

Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce

Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce: Vi rendete conto che è veramente autunno quando vedete i banchi del mercato ricchi di zucche, di ogni qualità e misura, con il suo colore così accattivante invita ad essere consumata.

La zucca si presta molto bene a preparare piatti buonissimi saporiti, dolciastri ed ipocalorici, perciò adatti anche a chi segue una dieta povera di calorie.

Contrariamente a quanto si possa pensare, la zucca, dolcissima e gustosa, è un alimento amico delle diete povere di calorie, adatta persino ai diabetici per la scarsità in termini glucidici.

Oggi però cercheremo di elaborare una ricetta un po’ più ricca che potremmo chiamare anche lasagne della domenica, per spezzare un periodo di dieta senza sentirsi troppo in colpa.

Ingredienti per 8 persone

  • una confezione di sfoglie fresche all’uovo sottili per lasagne

per la besciamella:

  • 1 litro di latte intero
  • 100 g di farina 00
  • 100 g di burro
  • 6 g di sale fino
  • Q. B. di pepe nero
  • Q. B. di noce moscata

per la farcitura:

  • una cipolla dorata grande + una piccola
  • 800 g di salsiccia
  • 150 ml di vino bianco
  • Q. B. di sale fino
  • Q. B. di pepe nero
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 kg di zucca
  • 3 spicchi d’aglio
  • Q. B. di salvia fresca
  • un rametto di rosmarino fresco
  • Q. B. di burro
  • 150 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 400 g di piselli surgelati
  • 400 g di funghi champignon

Preparazione

Per preparare le Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce, liberate la salsiccia dal budello e farla a pezzettini

Tritate bene la cipolla grande e un po’ di rosmarino.

Rosolate la cipolla con metà dell’olio extravergine di oliva finché non sarà leggermente dorata.

Aggiungete la salsiccia e cuocete a fuoco vivace per circa 5 minuti mescolando spesso, vedrete che cambierà colore e a questo punto sfumate con il vino.

Unite il resto di rosmarino e lasciate cuocere ancora per circa 15 minuti o comunque fino a quando il vino non sarà evaporato.

Aggiustate di sale e pepe dopo un assaggio perché  le salsicce sono già saporite.

Tenete da parte.

Pulite la zucca eliminando semi e filamenti e tagliarla a fette regolari.

Sistemate la zucca sulla placca del forno foderata con carta forno, cospargetela con un filo di olio extravergine, con la salvia fresca, rosmarino fresco, gli spicchi d’aglio, sale e pepe nero.

Cuocetela in forno caldo a 180° finché non sarà tenera.

Lasciate intiepidire la zucca e dopo averla privata della buccia e parte degli aromi, schiacciatela con una forchetta fino a ridurla quasi in crema.

Con i piselli e la piccola cipolla affettata cuocete i piselli con poco burro e qualche cucchiaio d’acqua, fino a renderli teneri.

Affettate i funghi e con uno spicchio d’aglio e poco olio fateli saltare velocemente in padella ben calda.

Nel frattempo preparate anche la besciamella :  troverete qui come farla, dovete solo raddoppiare le dosi come da ingredienti.

Aggiungete circa un terzo di parmigiano nella besciamella e date una bella mescolata per amalgamare bene il tutto.

Coprite il fondo di una pirofila con due/tre cucchiai di besciamella e qualche fiocco di burro. Disponete sopra la besciamella un primo strato di sfoglie sottili per lasagne, sono quelle adatte per andare direttamente in forno senza precottura.

Adesso coprite con un po’ di zucca, di salsiccia, piselli e funghi e ancora besciamella, due o tre foglie di salvia e parmigiano grattugiato.

Continuate così per altri due strati, ultimando le Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce con uno strato di besciamella, fatelo coprendo per intero la pasta, rischiereste  altrimenti la bruciatura dei bordi.

Come ultimo tocco distribuite sulla superficie della lasagne il parmigiano e aggiungete ancora qualche fiocchetto di burro.

Coprite le Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce con carta di alluminio e infornare per circa 25 minuti in forno già caldo a 200°

Passato questo tempo, togliete l’alluminio e fate gratinare per qualche minuto, finché la superficie delle Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce non sarà dorata.

Fate riposare le Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce  per 10 minuti a forno spento ma con lo sportello semi aperto.

Servire ancora ben calde le vostre Lasagne d’autunno con crema di zucca e salsicce ai vostri commensali che apprezzeranno senza alcun dubbio!

Troverete altre ricette da preparare con la nostra amatissima zucca sul mio blog:

Zucca a julienne per bruschette o da conserva

Crespelle con crema di zucca

Coppette di panna cotta ai piselli con crostacei

Coppette di panna cotta ai piselli con crostacei: Vogliamo chiamarlo antipasto? O anche coppetta da aperitivo… Comunque sia è veramente buonissima se poi vi piacciono i piselli e i crostacei vedrete che sarà un’accoppiata perfetta.

Ingredienti per 6 porzioni
  • 160 g di scalogno
  • 30 g di burro
  • 370 g di piselli, anche surgelati
  • 250 ml di brodo di pollo preferibilmente fatto in casa
  • 250 ml di panna fresca
  • 125 ml di latte intero
  • 8 g di gelatina in fogli
  • QB di sale e pepe nero 
  • QB di gamberi o crostacei
Preparazione

In una pentola media, soffriggete lo scalogno  tritato con il  burro per circa 3 minuti,aggiungete un generoso pizzico di pepe nero macinato al momento e un generoso pizzico di sale.

Aggiungete i piselli freschi già sgranati, ma vanno bene anche quelli surgelati va bene e il brodo di pollo. Sarebbe perfetto se fatto in casa e se non mettete le carote otterrete un bel colore verde della panna cotta.

Lasciate sobbollire finché i piselli non saranno teneri, ci vorranno circa 8-10 minuti. Trasferire in un frullatore o usate un mixer ad immersione e lavorate fino a quando otterrete una crema bella liscia.

In un contenitore capiente mettete la gelatina coperta di acqua fredda per almeno 5 minuti

Mettete  in una pentola pulita la crema di piselli, aggiungete la panna fresca e il latte intero. Portare a ebollizione la panna cotta ai piselli e aggiungete la gelatina scolata dalla sua acqua.

Cuocete la panna cotta ai piselli a fuoco lento per 5-8 minuti mescolando, fino a quando non si addensa un po ‘.

Togliete la pentola dal fuoco e lasciate raffreddare fino a che sarà tiepido.

Assaggiate e regolate di pepe e sale se necessario.

Versate la panna cotta ai piselli in 6 piccoli bicchieri dove la servirete.

Completate la panna cotta ai piselli con pezzetti di gamberi o crostacei di vostro gusto scottati appena in una padella unta e rovente.

Credo che piacerà a molti perché il gusto dei piselli con i crostacei è un vero incontro di sapore e piacevolezza.

Affondate il cucchiaio nella coppa e prendete un po’ di polpa di gamberi per assaporarne appieno il gusto

Corona di Riso e Melanzane

Corona di Riso e Melanzane : potete preparare questa scenografica corona anche per un pranzo formale perché si presenta bene, si porziona meglio ed è buonissima, sicuramente avrete applausi a scena aperta!

Non è particolarmente difficile da preparare basta dosare bene i tempi di cottura e preparare un buon risotto al pomodoro con piselli, poi tutto si assembla con facilità.

Ingredienti per 4 persone
  • 200 g di riso carnaroli o quello che preferite per risotti
  • 700 g di passata di pomodoro
  • 250 g di piselli già sbucciati o surgelati
  • 1/2 litro circa di brodo vegetale
  • 2 grandi melanzane viola
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 60 g di burro
  • 200 g di scamorza
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • 1-2 carote
  • olio Evo Q.B.
  • sale e pepe Q.B.
Preparazione

Dovete cominciare affettando le melanzane per metterle sotto sale

Preparate dei fogli di carta da cucina o strofinacci puliti per asciugare l’acqua che hanno rilasciato le melanzane per poi friggerle in olio bollente.

Tenete da parte le melanzane fritte e cominciate a preparare il risotto

Fate un battutto per il soffritto con il sedano, carota e cipolla utilizzando metà burro e metà olio EVO

Appena le verdure saranno rosolate aggiungete il riso e fate tostare per un minuto o due

Coprite il riso con la passata di pomodoro e aggiungete i piselli già sbollentati

Tirate il risotto co il brodo vegetale, ma lasciatelo abbastanza al dente

Aggiungete il burro rimasto e mantacate come per un normale risotto

A questo punto aggiungete anche il parmigiano

Preparate lo stampo a ciambella di circa 18/20 cm e foderatelo con le melanzane fritte, coprendo bene l’interno anche vicino al foro debordando un po’

Riempite lo stampo con metà del risotto e su questo sistemate le fettine di scamorza

Ricoprite con il risotto rimasto e girate verso l’interno le fettine di melanzane, coprite con altre se sono rimasti spazi vuoti

Compattate bene e mettete in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti

Lasciate stemperare per qualche minuto la vostra Corona di Riso e Melanzane e poi sformatela su un piatto di servizio

 

La Corona di Riso e Melanzane va mangiata bel calda per assaporare bene tutti gli ingredienti, ma soprattutto vedere il formaggio che fila è veramente godurioso.

 

Trofie risottate con piselli e calamari

Trofie risottate con piselli e calamari fatte oggi a pranzo velocemente, devo ammettere che sono davvero buone nonostante sia un piatto molto semplice da realizzare.

Avevo in freezer delle trofie  che avevo fatto qualche settimana fa semplicemente impastando semola rimacinata di grano duro con acqua. Una volta finito l’impasto si preparano dei rotolini strofinandoli sulla spianatoia con le mani. Più semplice di così!

Oggi è venerdì e avevo voglia di pasta con sapore di mare senza dimenticare i piselli che fanno tanto primavera…

Ingredienti per quattro persone:

  • 500 g di trofie fresche
  • 600 g di calamari
  • 500 g di pisellini surgelati
  • 1 spicchio di aglio
  • 30 ml di olio EVO
  • sale Q.B.
  • pepe Q.B.
  • prezzemolo Q.B.

Preparazione:

Sbollentate i pisellini  e scolateli della loro acqua

Mettete in tegame l’olio con lo spicchio d’aglio intero o anche in camicia se non volete sentirlo troppo, aggiungete i calamari tagliuzzati ma non a pezzi troppo piccoli, saltate per qualche minuto.

Aggiungete i pisellini e portate a cottura per non più di 10 minuti, se serve aggiungete qualche cucchiaio di acqua .

Aggiustate di sale e pepe.

Nel frattempo tenete in ebollizione dell’acqua che servirà per portare a cottura la pasta.

Versate nel sughetto ottenuto le trofie

ed aggiungete qualche mestolo di acqua calda.

Portare a cottura  aggiungendo acqua solo se necessario.

A fine cottura aggiungete il prezzemolo tritato e servite le trofie risottate con piselli e calamari ben calde.

Un piatto semplice e gustoso che piacerà a tutta la famiglia

Paccheri Farciti al forno

Paccheri Farciti al forno: Certo io non sono napoletana e neanche campana, ma ho il sangue del sud più a sud e apprezzo i buoni sapori decisi e corposi.

Per questo ho deciso di usare questa pasta fantastica per una ricetta fatta a modo mio, in quel modo che te lo dice da solo come fare e così ci si mette ai fornelli senza un’idea precisa, tanto sarà buona e bella, già lo sai.

Ho preparato un ragù bianco con il quale ho farcito i paccheri e li ho sistemati in piedi in una teglia su una base di classica besciamella.

INGREDIENTI per 6 persone

  • 500 gr di paccheri
  • 250 gr di carne macinata bovina
  •  250 gr di carne di maiale macinata
  •  2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio in camicia
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • 2 chiodi di garofano
  • noce moscata qb
  • 100 gr di parmigiano reggiano
  •  250 gr di pisellini surgelati
  • 150 gr di provola
  • 500 ml di latte
  • 50 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • sale e pepe qb

PREPARAZIONE

Cominciare a preparare per tempo il ragù che è sostanzialmente il classico ragù bianco alla bolognese, preparando un battuto con cipolla, sedano e carota a cui va aggiunto l’aglio in camicia. Versare le verdure in una pentola capace a contenere anche la carne e i piselli dopo.

Usare l’olio EVO e soffriggere a fuoco basso per non bruciare le verdure e quando saranno morbide unire le due carni, alzare un po’ la fiamma e far  dorare bene il tutto. A questo punto versare il vino e far evaporare la parte alcolica, dopo abbassare nuovamente la fiamma e mettere le spezie ( noce moscata e chiodi di garofano).

Cuocere per circa mezz’ora e poi aggiungere i pisellini sbollentati continuando la cottura ancora per una mezz’oretta circa regolando di sale e pepe.

Nel frattempo preparare la besciamella. Sciogliere il burro in un tegame e versare la farina per fare il roux fino al colore nocciola a cui aggiungere il latte mescolando continuamente con una frusta fino alla densità necessaria, regolando nel frattempo di sale e noce moscata.

Far cuocere i paccheri in una pentola abbastanza grande. Normalmente necessitano di una cottura lunga, circa 20 minuti, ma poiché devono passare in forno lo farete per 10 minuti circa, non a fuoco troppo vivace per evitare che si rompano, scolarli delicatamente e ungerli con dell’olio per non farli attaccare.

Versare sul fondo della teglia, abbastanza capace a contenere i paccheri in piedi, un po’ di besciamella a cui è stato aggiunta una metà del parmigiano e poi con pazienza sistemare tutta la pasta in piedi a cerchi concentrici partendo dall’esterno della teglia.

Aggiungere nel ragù qualche cucchiaio di besciamella e la provola a cubetti. Adesso bisogna armarsi di pazienza con un cucchiaino o se vi sembra più pratico riempire una sac a poche e farcire tutti i paccheri.

Coprire con la besciamella rimasta e spolverare con il parmigiano. Infornare la teglia a forno già caldo a 180° per circa 30 minuti e se dopo questo tempo non fossero ben gratinati accendere il grill per 5 minuti. Sfornare ed aspettare 5 minuti prima di servire.

IMG_20140112_135157