Archivi tag: pasta sfoglia

Sfogliata contadina con besciamella

Sfogliata contadina con besciamella: Non è la solita torta rustica, ma direi quasi un bel piatto completo, ricco di sapore  e con tante verdure.

Dovete solo provare a farla per assaggiare il suo sapore intenso e corposo, anche chi non ama molto gli ortaggi di stagione scoprirà un sapore e una bontà che non si aspetta!

Ingredienti per uno stampo da 26 cm

  • 1 sfoglia rotonda
  • 2 melanzane medie
  • 2 peperoni medi
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 50 g di provolone
  • 3 uova medie
  • un mazzetto di prezzemolo
  • Q.B. di olio EVO
  • Q.B. di sale

Per la besciamella

  • 500 ml di latte
  • 50 g di burro
  • 50 g di farina
  • Q.B. di sale e pepe
  • Q.B. di noce moscata

Preparazione

Bisogna cominciare preparando la besciamella e troverete qui tutta la ricetta, e fin qui niente di difficile…

Poi proseguite tagliando a dadini le verdure dopo averle lavate e spuntate

 

Saltate in padella con un po’ di olio EVO prima le melanzane e poi i peperoni, non insieme, per esaltarne i sapori all’interno della Sfogliata contadina con besciamella

A questo punto non vi resta che assemblare gli ingredienti :

In una ciotola capiente sbattete le uova alle quali dovete aggiungere il parmigiano grattugiato e anche il provolone a dadini piccoli, potete anche provare a grattugiare il provolone per accelerare il tutto

Mescolate bene adesso le uova con la besciamella  e quando tutto sarà omogeneo aggiungete gli ortaggi saltati e il prezzemolo tritato

Foderate con la sfoglia, utilizzando anche la carta forno in dotazione lo stampo, vi consiglio di fare delle piccole pieghe con le dita  sul bordo della sfoglia per evitare che durante la cottura cada malamente sulla torta

riempite lo scrigno ottenuto con il composto preparato

Rigirate i bordi della pasta sfoglia verso l’interno

infornate a 200° per 40 minuti circa, comunque fino a quando vedrete che la Sfogliata contadina con besciamella avrà assunto un bel colore dorato

Lasciate intiepidire la Sfogliata contadina con besciamella e servitela come piatto unico accompagnata da una fresca insalatina o anche come antipasto in porzioni più piccole

La Sfogliata contadina con besciamella starà benissimo anche in un bel buffet per le vostre cene d’estate con  quel tocco morbido e croccante allo stesso tempo

 

Chiocciola di sfoglia a sorpresa

Chiocciola di sfoglia a sorpresa: Vi capitano quelle giornate in cui non avete voglia di stare a spignattare a lungo, ma volere comunque qualcosa di buono e sorprendente? Per stasera io ho pensato a questa deliziosa Chiocciola di sfoglia a sorpresa, un sapore che non ti aspetti ma che è veramente buona.

L’idea nasce come piatto unico ma può andare benissimo in porzione ridotta come antipasto, apericena e anche in bellavista in un buffet rustico.

 

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 600 g di zucchine romanesche
  • 1 piccola cipolla o 1 scalogno
  • 50 g di mortadella affettata fine
  • 150 g di formaggio filante
  • Q.B. parmigiano grattugiato
  • Q.B. di burro
  • Q.B. olio EVO
  • Q.B. sale e pepe

Preparazione

Cominciate a preparare le zucchine per il ripieno:

Dopo avere spuntato le zucchine tagliatele a dadini e mettete in tegame con la cipolla già imbiondita.

Lasciate cuocere per qualche minuto, finché le sentirete meno croccanti, è meglio che non siano troppo cotte perché continueranno a cuocere nel forno

Regolate con sale e pepe e spegnete la fiamma perché si intiepidiscano

Dividete la sfoglia in due parti per tutta la lunghezza e sovrapponetela leggermente sul lato corto, tirate leggermente con il matterello per allungarla un po’ e renderla più sottile stando attenti a non bucarla

Distribuite su tutta la lunghezza perfettamente al centro tutte le zucchine

Coprite con la mortadella

e poi sui laterali con il formaggio a listarelle

A questo punto non dovete far altro che attaccare fra di loro tutti i bordi creando un lungo serpentello ed arrotolarlo a spirale

Spolverizzate con parmigiano grattugiato a vostro piacere, io ne ho messo un bel po’… e qualche fiocchetto di burro

Mettete in forno già caldo a 200°  per una mezz’oretta, fino a quando vedrete la  Chiocciola di sfoglia a sorpresa bella dorata

Lasciate intiepidire per qualche minuto e tagliate a fette come se fosse una torta.

 

Sfogliata con albicocche e crema cotta

Sfogliata con albicocche e crema cotta: A volte si ha voglia di un dolcetto che soddisfi tale voglia ma che non ci richieda troppo tempo per realizzarlo e se poi in frigo ci sono le albicocche biologiche del tuo albero è presto fatto!

Ecco una ricetta facile e veloce ma che regala morbidezza e cremosità con la giusta acidità delle albicocche.delle albicocche.

Ingredienti
  • 1 pasta sfoglia rettangolare da banco frigo
  • 4 albicocche grandi
  • 4 uova
  • 300 ml di latte
  • 80 di farina
  • 80 di zucchero
  • 50 di burro fuso freddo
  • 5 ml di estratto di vaniglia o i semi di una bacca
  • zucchero di canna q.b.
Preparazione

Accendete il forno regolandolo a 180°

Sistemate la pasta sfoglia sullo stampo prescelto e dividerla idealmente in 8 retangoli

Tagliate a metà le albicocche  mettendole capovolte su ogni rettangolo della  sfoglia

Preparate adesso la  pastella  mescolando i vari ingredienti  inserendo a filo il latte per ultimo

e poi versate sulle albicocche

Spolverate la Sfogliata con albicocche e crema cotta con zucchero di canna, circa 2 / 3 cucchiai.

Inserite nel forno già caldo la Sfogliata con albicocche e crema cotta e lasciate cuocere per 30 minuti circa.

Adorerete questa Sfogliata con albicocche e crema cotta…

Torta rustica ai due colori

Torta rustica ai due colori : Su una base di paste sfoglia ho pensato di utilizzare formaggi contrastanti fra loro   e un purè di patate declinato con ortaggi delicati. Nasce così un mix straordinario di ortaggi e formaggi  delizioso . La Torta rustica ai due colori si può servire come antipasto o piatto unico solo variando la dimensione della  fetta. Ma andiamo a vedere come realizzare la nostra Torta rustica ai due colori che può sembrare elaborata ma in effetti si prepara semplicemente

Ingredienti per uno stampo da crostate  di 28 cm di diametro         

  • una base di pasta sfoglia rotonda già pronta
  • 200 g di sedano rapa
  • 200 g di barbabietole cotte al vapore
  • 400 g di patate
  • 125 ml di latte intero
  • 60 g di burro
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • 1 tomino da 100 g
  • 1 mozzarella di bufala da 200 g
  • noce moscata Q.B.

Preparazione

Accendete il forno al massimo della potenza

Sulla gratella posizionate le patate lavate e forate in più parti con uno stecco, ma anche una ciotola in metallo con acqua per creare una buona umidità. Abbassate la temperatura a 180° e lasciate cuocere le patate per circa un’ora, lasciatele ancora per 20 minuti a forno spento.

Sbucciate il sedano rapa e fatelo a pezzetti,

cuocete in acqua bollente salata per circa 20 minuti, scolate e passate al minipimer o utilizzate un robot da cucina per ottenere una purea, aggiungete una grattatina di pepe nero.

Nel frattempo sbucciate le barbabietole e fatele a tocchetti,

salate e mescolate con un cucchiaio di olio e noce moscata, passate al minipimer .

Sbucciate le patate ancora calde, schiacciatele con lo schiacciapatate

e mettete in casseruola su fuoco moderato con il latte caldo e 60 g di burro mescolando continuamente. Togliete dal fuoco e aggiungete metà del parmigiano amalgamando tutto per bene.

A questo punto dovete dividere in due parti il purè di patate e aggiungere ad una parte la purea di barbabietola e all’altra quella di sedano rapa.

Per facilitare la decorazione della Torta rustica ai due colori inserire le due puree in sac à poche e cominciate ad assemblare la Torta rustica ai due colori.

Sbriciolate la mozzarella già scolata bene dal suo liquido e tagliate a pezzettini anche il tomino.

Sistemate sulla tortiera la pasta sfoglia con la sua carta forno e forate tutta la base con i rebbi di una forchetta.

Ricoprite la base di sfoglia con i formaggi .

Dividete la base della tortiera in 8 con strisce di purè e poi riempite gli spazi alternando i due colori.

Spolverate con il parmigiano  rimasto ed infornate a 180° in forno già caldo per 30 minuti circa.

Servite la Torta rustica ai due colori ancora calda per assaporare meglio tutti i vari sapori che si integrano perfettamente.

 

 

 

Cannoncini di Pasta Sfoglia Farciti con crema zabaione e di ricotta

Cannoncini di Pasta Sfoglia Farciti con crema zabaione e crema di ricotta  per la sfida      dell’ MTC n°68

I cannoli di sfoglia di Francesca Geloso del blog 121 gradi sono quelli della sfida del mese di ottobre poiché lei ha vinto la sfida del mese di settembre e ci ha anche chiesto di una fare una dedica speciale con le nostre creazioni. Chi mi segue sa che non vivo in Sicilia ma sono siciliana fino al midollo e quindi ho pensato di dedicare i miei cannoncini alla mia meravigliosa nonna Giovanna e naturalmente a mia madre che sono state anche più legate di me alla nostra fantastica terra. La mia splendida nonnina che ormai non c’è più da moltissimo tempo mi ha regalato tanto, il suo sapere, soprattutto in cucina, la sua bontà d’animo ma soprattutto il suo tempo. Dopo 25 anni la sento ancora spesso vicina a me, lei che mi chiamava con la sua dolce voce “Erenuccia” quando ero ancora piccolina mi mandava spesso da un pastore vicino a casa sua a prendere la ricotta ancora calda,  neanche facevo a tempo ad arrivare a casa che già la sbatteva con lo zucchero. Sono sempre stata ghiotta di ricotta  e per farcire questi cannoncini di sfoglia ho deciso di prepararla come una mousse ma arricchita dal limoncello che con il suo profumo ricorda ancora una volta la nostra amata isola. La seconda crema è una pasticcera allo zabaione che dedico a mia madre perché ho vaghi ricordi di quando ancora molto piccola cercava di darmi ogni pomeriggio il famoso uovo sbattuto, ma poiché io impiegavo ore a mangiarlo a volte giocando dicendomi che rubavamo il marsala in dispensa me ne aggiungeva alcune gocce e così quel profumo così aromatico mi invogliava… Non pensate che fosse sconsiderata, è che io ero proprio impossibile non mangiavo quasi nulla e doveva trovare sempre piccoli trucchi per farmi mangiare.

Pasta Sfoglia per cannoli o cannoncini direttamente dal blog di Francesca

Ingredienti

per il panetto

  • 350 g burro
  • 150 g farina 00

per il pastello

  • 350 g farina 00
  • 150 g burro
  • 20 g sale(io 15g)
  • Malto (facoltativo) g 10 (io non l’ho usato)
  • Acqua fredda g 50
  • Vino bianco secco g 60

    Procedimento

Per prima cosa ho provveduto a preparare il panetto. Si può fare a mano su un piano, su una spianatoia o con l’aiuto della planetaria usando la foglia.


Ho utilizzato il burro ancora freddo di frigorifero e l’ho amalgamato con la farina.
Il composto non va lavorato troppo a lungo, deve essere omogeneo ma il burro deve mantenere una discreta plasticità. Fatto questo ho modellato il panetto dandogli una forma quanto più rettangolare possibile e l’ho avvolto in pellicola alimentare e riposto in frigo per un’ora e mezzo.

Nel frattempo ho preparato il pastello inserendo la farina e il burro in planetaria munita di gancio e impastando con i liquidi; l’acqua fredda con il sale disciolto all’interno e il vino bianco secco freddo anch’esso.

Si può fare anche a mano, distribuendo all’interno della farina disposta a fontana gli altri ingredienti ed impastando con i liquidi manualmente.
A questo punto ci troviamo difronte ad un bivio: alcuni sostengono sia bene lavorare molto l’impasto altri invece che sia meglio lavorarlo poco, lasciandolo un po’ grezzo poiché saranno le stratificazioni successive, dovute ai passaggi dei vari giri e stesure a rendere l’impasto liscio e perfetto. Io seguo questa seconda strada, perciò lavorate l’impasto quel tanto che basta ad ottenerlo compatto anche se leggermente grumoso

Ho avvolto l’impasto nella pellicola e l’ho fatto riposare in frigo per mezz’ora. Si può lasciare anche fuori dal frigorifero, in verità fate come preferite, personalmente preferisco i riposi al fresco. Trascorso questo tempo ho ripreso l’impasto e l’ho steso con il mattarello cercando di dargli una forma rettangolare fin da subito. Tenete a mente che durante la preparazione la forma rettangolare va mantenuta il più possibile affinché non ci siano sovrapposizioni di pasta e non si rischi di ottenere una sfogliatura troppo disomogenea, ricordate anche che durante tutti i passaggi della lavorazione il mattarello e il piano andranno sempre leggermente spolverati di farina, per evitare che la pasta si attacchi.
Ho steso la pasta allo spessore di 1 cm circa
e ho steso anche il panetto freddo, disponendolo tra due fogli di carta forno e dandogli inizialmente dei colpi con il mattarello fino ad abbassarlo e poi quando appare di nuovo lavorabile con il mattarello in maniera classica fino a che non è della solita altezza del pastello ma di metà lunghezza, in modo tale che una volta poggiato nella parte centrale della pasta
sia possibile ricoprirlo con i due lembi di pasta

A questo punto mantenendo i lati aperti in alto e in basso ho eseguito il primo giro a 3, portando la parte alta verso il centro e ricoprendola con quella in basso in modo tale da ottenere tre strati di pasta sovrapposti ed ho steso la pasta. Subito dopo ho eseguito la prima piega a quattro, ho ribaltato il lato inferiore e quello superiore verso il centro e poi ho chiuso a libro la pasta

in modo tale da ottenere quattro strati

Ho messo in frigorifero a riposare per 45 minuti circa. Una volta ripreso l’impasto l’ho steso, sempre in forma di rettangolo, mantenendo il lato chiuso alla mia destra. La pasta sfoglia si stende sempre nel solito verso, lato aperto davanti,lato chiuso a destra, e sempre lavorando il più possibile in verticale ed aggiustando via via in orizzontale. 

A questo punto ho eseguito tutti i giri, sono ancora 4 in totale, 2 a 3 e 2 a 4, alternandoli e intervallandoli dopo ogni giro con riposi in frigo di 20-30 minuti.
Una volta eseguiti tutti i giri la vostra sfoglia sarà pronta per essere cotta, deve fare solo un ultimo riposo in frigo di minimo un’ora. Io come già detto lo lascio proprio dormire tutta la notte.

(per ricordare a quale numero di riposi si è il maestro Massari consiglia di segnare il numero con le dita)

L’ultima di questa serie di foto mostra la sezione di pasta che si ottiene tagliandone una parte a lavorazione e riposi com

pletati.

Spero di essermi spiegata chiaramente soprattutto per quanto riguarda il procedimento di giri e stratificazioni, se così non fosse su internet è facile trovare svariati video in cui si può vedere l’esecuzione di tutti i giri e le pieghe; avrei voluto inserirne io stessa uno nel post ma confesso che la mia scarsa propensione verso la tecnologia ha fatto sì che fallissi, non ci sono riuscita.

Naturalmente le foto sono mie tranne una… che mi sono persa…

CREMA PASTICCERA ALLO ZABAIONE

ricetta del maestro Leonardo Di Carlo

Ingredienti

  • 300 ml di latte fresco intero
  • 100 ml di marsala fine secco a 18°
  • 125 g di di tuorli
  • 115 g di zucchero semolato
  • 0,5 g di sale
  • 40 g di amido di riso

Portare quasi a bollore il latte, la panna e il marsala, nel frattempo fare una pastella con i tuorli, lo zucchero, il sale, l’amido di riso. Quando tutto sarà ben amalgamato e senza alcun grumo versare nel latte e gli altri ingredienti  già caldi. Portare a cottura come una normale crema pasticcera. Appena pronta la crema deve essere versata in un contenitore tenuto in freezer. Coprire la crema con la pellicola

e tenere in frigo  fino al momento dell’utilizzo. E’ preferibile passare per qualche minuto in planetaria la crema prima di inserirla in una sac à poche per la  farcitura dei cannoncini di pasta sfoglia.

La crema pasticcera allo zabaione si conserva in frigorifero a 4° fino a 4 giorni.

CREMA DI RICOTTA AL LIMONCELLO

Ingredienti

  • 200 g di ricotta di pecora
  • 110 g di zucchero al velo
  • 200 g di panna montata lucida
  • 25 ml di limoncello
Setacciare lo zucchero a velo. Passare al setaccio fine la ricotta
e poi unire lo zucchero a velo.
Aggiungere con delicatezza prima il limoncello e poi la panna così da  ottenere una crema morbida.
Conservare in frigorifero fino al momento dell’utilizzo per riempire i cannoncini di pasta sfoglia.
Torniamo alla spiegazione di Francesca
Una volta pronta la pasta sfoglia, e pronte le farce, ho preparato i cannoli.
Ho ripreso la pasta sfoglia, ne ho tagliato un pezzetto(la pasta è molta perciò a meno che non vogliate fare tantissimi cannoli ve ne avanzerà anche per altre preparazioni) e l’ho steso alto circa 1cm,( io circa 2-3 mm) poi ne ho ricavate tante strisce larghe circa 1,5 cm che ho arrotolato sullo stampo per cannoli, via via sovrapponendo leggermente la parte di striscia che andavo arrotolando su quella già arrotolata.
In molte ricette questo passaggio non prevede alcuna spennellatura, io invece preferisco spennellare appena con uovo sbattuto la parte interna della striscia prima di arrotolarla per avere una maggiore stabilità della forma in cottura. (io le ho spennellate con acqua e non se ne è rotto nessuno) Ne ho realizzati di due tipi, aperti da entrambe le parti a forma di piccolo cannolo e chiusi da una parte e aperti dall’altro a forma di piccolo cannone o cornucopia. In sostanza non cambia niente, solo la forma dello stampo sul quale vengono arrotolate le strisce di pasta. 
A questo punto ho passato i cannoli in frigo per 15 minuti e una volta ripresi, li ho spennellati in superficie con uovo sbattuto, ho spolverato con zucchero a velo (io ho usato il mio aromatizzato alla vaniglia)
e li ho lasciati cuocere in forno statico a 190° per 15/20 minuti circa.
come potete vedere ho usato anche le canne foderate per fare cannoncini di pasta sfoglia di varie misure, sappiate che ne vengono fuori tanti, ma se volete potete surgelare la pasta sfoglia e riutilizzarla al bisogno.

Mantra: ogni forno è un forno a sé, controllare sempre.
Una piccola nota: i cannoli a contatto con le farciture andrebbero isolati per evitare che si ammorbidiscano e si bagnino a causa dell’umidità; se noi li facciamo artigianalmente e li consumiamo subito non andremo incontro a questo problema e non sarà fondamentale isolarli ma se decidiamo di preparali con largo anticipo o nel caso in cui decidessimo di farcirli con preparazioni a base di gelato allora lo diventa e la strada più semplice a livello non professionale(a livello professionale si isola con burro di cacao, con cacao micronizzato,ecc.) è quella di spennellare l’interno dei cannoli cotti con del cioccolato fuso temperato.
 
 Adesso farciamo i nostri Cannoncini di Pasta Sfoglia con crema zabaione e di ricotta.
Intorno a quelli alla crema zabaione ho fatto aderire una granella di nocciole tostate
su quelli con crema di ricotta al limoncello ho grattugiato della buccia di limone biologico
con questa ricetta partecipo alla sfida MTC 68

Cestini di Ricotta e Tonno

Cestini di ricotta e tonno : Un buon antipasto o anche un qualcosa di diverso da presentare su un bel buffet. Tonno e ricotta un’accoppiata a cui prima non avevo mai pensato e invece stanno davvero bene insieme, provateli non ve ne pentirete anche perché si realizzano in pochissimo tempo.

INGREDIENTI PER 6 CESTINI

  • 160 g di tonno sott’olio già sgocciolato
  • 250 g di ricotta fresca
  • 120 g (2 medie) di uova
  • 30 g di Formaggio grana grattugiato
  • 5 g di capperi sotto sale
  • 5-6 filetti di alici o di acciughe
  • 1 ciuffo di finocchietto, va bene anche la barba dei finocchi
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

PROCEDIMENTO

In una ciotola o in planetaria con il gancio a foglia mettere la ricotta e mescolarla bene con le uova il parmigiano e una macinata di pepe.

Sgocciolare il tonno dal suo olio e sbriciolarlo bene aggiungere i capperi, i filetti di acciughe e  il finocchietto.

Tritare bene su un tagliere con un coltello e poi mescolare bene il tutto.

Aggiungere nella ciotola della ricotta  e amalgamare tutto il ripieno.

Tagliare la pasta sfoglia in 6 quadrati, foderare uno stampo da muffins con carta forno ed inserire un quadrato di sfoglia in ognuno.

Forare con una forchetta tutti i cestini e poi distribuirvi equamente il ripieno. Con la pasta sfoglia rimasta tagliare 12 striscioline e incrociarne 2 sui cestini di ricotta e tonno per creare un decoro.

Cuocere in forno a 180° per 30-40 minuti.

Ecco come si presentano i cestini di ricotta e tonno.

Uno sfizio per i vostri commensali da preparare in poco tempo.

Godetevi questi semplici e facili cestini di ricotta e tonno

Sfogliata Canestrata Colorata

La sfogliata canestrata colorata è nata al volo dopo aver visto un video sui social. Preso spunto da lì e subito messo in pratica. Devo ammettere che è non solo molto buona, ma anche di sicuro effetto. Bastano pochi ingredienti e un minimo di manualità. Le dosi sono per 6 persone se si vuol fare un buon pasto o ache più se si vuole utilizzare come antipasto o sfizio da aperitivo.

14360410_10210771762040163_685574372_o

Ingredienti per 6 persone

  • 2 rotoli di pasta sfoglia fresca rettangolari o anche rotondi
  • 100 g di prosciutto cotto affettato
  • 150 g di fiordilatte o mozzarella di bufala ben scolata dal suo siero
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 1 peperone giallo e 1 peperone rosso
  • 1 uovo intero
  • sale e pepe Q. B.

Preparazione

Aprite le sfoglie e lasciatele sulla carta forno. Se sono tonde tagliate le parti stondate e fate due quadrati.

14359672_10210771789280844_744852965_oSu una sistemate prima le fette di prosciutto

14339805_10210771784760731_118528775_oe poi sopra adagiatevi le fettine di fiordilatte

14303946_10210771834921985_1880021812_osu cui spolverare il parmigiano.

14303890_10210684801742102_1177981612_oAggiustate di sale, poco, e pepe secondo i gusti.

Affettate a listelli i peperoni e salateli leggermente.

Fate delle strisce con l’altra sfoglia  e cominciate a montare la sfogliata canestrata colorata.

14302442_10210684800582073_104416134_nSpennellate un lato con l’uovo sbattuto su cui fisserete tutte le strisce come in foto e poi bloccatele con un’altra nella direzione opposta e poi tirate indietro tutte le strisce

14315660_10210684800142062_377914817_oTirate giù una sì e una no e sopra sistemate una riga di peperoni su cui poi riposizionerete tutte le strisce

14285404_10210684799502046_1121467572_oIntervallate ad intreccio una riga di peperoni rossi e una riga di peperoni gialli.

14285713_10210684798862030_2042790764_oContinuate fino alla fine con lo stesso metodo.

Bloccate tutti i lati con una striscia di pasta sfoglia.

14316035_10210684793381893_1912599455_oSpennellate con l’uovo battuto tutta la sfogliata

14315690_10210684798542022_1991923919_o (1)ed infornate per 30 minuti a 200° sul ripiano più basso, spostate poi su quello poco più basso del grill per 5 minuti ancora o finché  la sfogliata canestrata colorata sarà tutta dorata.

14340071_10210771771840408_253301961_o

Finta pasta sfoglia

Oggi mi serviva della pasta sfoglia e mi sono ricordata che volevo da tempo provare la “finta pasta sfoglia” del maestro AdrianoContinisio di http://profumodilievito.blogspot.it/ Fatto! Per la verità non credevo che con questa semplicità si raggiungesse questa buona sfogliatura. Da ripetere senz’altro per tante buone preparazioni sia dolci che salate.

Per 250 g di finta Pasta Sfoglia (ricetta di Profumo di lievito):

  • 250 g farina 00
  • 250 g formaggio spalmabile (tipo Philadelphia o similari)
  • 160 g burro morbido
  • 2 pizzichi abbondanti di sale

Preparazione

Ho setacciato la farina con il sale, unito il formaggio ed il burro a pezzetti e mescolato con una forchetta, si può usare anche il taglio di una spatola rigida,

DSCN6084

DSCN6086fino ad ottenere una serie di briciole più o meno simili.

DSCN6087

Avvolgo le briciole nella pellicola ed aiutandomi con questa, compatto la massa formando un rettangolo con un lato di una metà più lungo dell’altro, alto un po’ meno di un dito.

DSCN6090Tengo in frigo fino al giorno successivo.

Sistemo l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e do un giro semplice (a tre), come per la comune pasta sfoglia. Metto in frigo una mezz’ora.

DSCN6111

Ripeto l’operazione altre due volte, tre giri semplici in tutto. All’inizio l’impasto apparirà granuloso e disomogeneo, ma al terzo giro si uniformerà.
Come potete notare è davvero molto semplice da realizzare e vi assicuro di ottima riuscita e sapore delizioso.
DSCN6130

 

Torcetti sfoglia-pizza

I Torcetti sfoglia-pizza sono ormai diventati un must, facili da preparare ma deliziosi, sono come le ciliegie, uno tira l’altro…. ” mamma devi prepararli in quantità industriali”…..

Eccovi la ricetta più semplice del mondo dei Torcetti sfoglia-pizza:

DSCN5747Ingredienti

  • un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 200 g di pomodori freschi maturi
  • 25 ml di olio EVO
  • 1 spicchio di aglio
  • origano q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • qualche foglia di basilico
  • olio aromatizzato al basilico

Procedimento

Inserite nel robot da cucina, o anche in un semplice frullatore, tutti gli ingredienti tranne l’aglio se non volete un sapore deciso e fate ridurre quasi in crema. Mettete il tutto in un padellino per qualche minuto, giusto il tempo  per far asciugare l’acqua in eccesso, con lo spicchio di aglio intero che poi eliminerete.

DSCN5733Dopo aver srotolato il rotolo di pasta sfoglia dividerla in due sulla parte più lunga e poi in tante striscioline uguali.

DSCN5730Spalmate sulla metà la salsa di pomodoro fredda

DSCN5737coprite con l’altra metà di sfogliette accoppiandole

DSCN5738Avvolgete a vite ogni coppia e sistemare sulla placca del forno foderata di carta forno.

DSCN5741DSCN5742Ecco i vostri Torcetti sfoglia-pizza pronti per il forno

Cuocete  in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti

DSCN5743

Appena sfornati spennellate i Torcetti sfoglia-pizza con l’olio aromatizzato al basilico,

DSCN5744 se non lo avete in dispensa frullate un pochino di olio Evo con qualche foglia di basilico.

DSCN5748Mangiati caldi saranno molto buoni ma se li dovete preparare per una festa andranno a ruba anche freddi.

Treccia salsiccia e cavolo viola

In casa abbiamo sempre dei dischi di pasta sfoglia vero? Si risolvono molte cene e si può variare spesso utilizzando ripieni sempre diversi. La treccia non deve impensierirvi perché è davvero semplice da realizzare e ve lo farò vedere con poche mosse.

PTDC0059

INGREDIENTI per 4 persone

  • mezzo cavolo viola
  • 1 cipolla piccola
  • 100 ml di vino bianco
  • 250 g di salsicce
  • 50 g di taleggio
  • 30 ml di olio EVO
  • 30 g di burro
  • 1 disco di pasta sfoglia

PROCEDIMENTO

Per prima cosa bisogna stufale il cavolo. Lo affettiamo sottilmente con una mandolina o se lo avete fate come me usando il disco affettatore di un robot da cucina dopo averlo tagliato della misura giusta.

cavolo affettIn una casseruola bassa o padella alta mettiamo insieme il burro e l’olio e quando comincia a scaldarsi mettiamo la cipolla affettata. Quando questa sarà dorata aggiungiamo il cavolo e facciamo stufare coperto per dieci minuti circa. A questo punto versiamo il vino e facciamo ultimare la cottura per altri 10 minuti.

Immagine nikon 2 113Nel frattempo accendiamo il forno a 190°. Apriamo la sfoglia e facciamo dei tagli laterali diametralmente opposti lasciando la parte centrale integra dove sistemeremo il ripieno. Appena il cavolo si sarà intiepidito lo mettiamo al centro della sfoglia per il lungo. Adagiamo i pezzetti di taleggio e la salsiccia senza la pelle sulla base di cavolo .

PTDC0039Alla sommità e all’estremità prendiamo i due lembi di pasta e li giriamo sulla farcitura

PTDC0047

e poi alternativamente incrociamo le altre strisce sul centro in modo da coprire tutto.

PTDC0048

PTDC0054PTDC0058Spennelliamo la pasta con pochissimo olio ed inforniamo per 30 / 40  minuti.

PTDC0061

Tagliare a fette e servire quando la treccia si sarà un po’ intiepidita.

PTDC0077

PTDC0083