Archivi tag: olio al basilico

Melanzane fumè e insalatina fresca

Melanzane fumè e insalatina fresca :Le melanzane si sa che sono gli ortaggi più utilizzati in estate, o perlomeno nel mio frigorifero non mancano mai. Già fatta un po’ di tempo fa, questa ricetta è una proposta del Keep Calm di MTC dello scorso anno ad opera della bravissima Giuliana Fabris, ma si può rifare all’infinito perché ha quel quid in più che la rende particolare.

Ingredienti per 4 persone
  • 2 belle melanzane sode
  • 3 spicchi d’aglio
  • 30 g di zenzero
  • 30 cl di aceto di mele
  • 30 cl di olio EVO
  • 10 cl olio al basilico
  • 5 g di sale fino
  • 2 cucchiaini di miele
  • 1 presa abbondante di peperoncino macinato

Per completare il piatto

  • 150 g di Insalata verde
  • q.b. di erba cipollina
  • q.b. di origano fresco
  • q.b. di maggiorana fresca
Preparazione

Tagliate le melanzane a metà che poi dividerete in tre o quattro spicchi.

Mettete gli spicchi di melanzana in un colapasta cospargendoli di sale, lasciate così a perdere l’acqua di vegetazione per una mezz’ora.

Sciacquate le melanzane velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele tamponandole con un telo pulito o con carta da cucina.

Mescolate l’olio EVO, l’olio al basilico , l’aceto, il miele e il sale in un contenitore capace.

Grattugiate lo zenzero, togliete l’anima all’aglio  e lasciatelo in pezzi grandi se non volete un sapore forte, altrimenti grattugiate anche l’aglio.

Aggiungete aglio e zenzero al liquido e completate con il peperoncino.

Mescolate ancora il tutto e immergete gli spicchi di melanzana in questa marinata facendo in modo che ne siano tutti ben imbevuti, poi lasciateli a marinare per circa 30 minuti.

Arroventate una griglia e fate cuocere le melanzane a fuoco basso, rigirandole spesso in modo che possano cuocere senza bruciare. Potete usare anche il barbecue o la griglia del forno ma anche una semplice bistecchiera di ghisa.

Sistemate le melanzane fumè  su un piatto di servizio, cospargetele con l’insalata verde, oggi ho usato la portulaca

che a me piace molto, con le erbe aromatiche e servite subito dopo aver irrorato con un filo di olio Evo.

Ecco come si presenta un semplice piatto di Melanzane fumè e insalatina fresca

Le Melanzane fumè e insalatina fresca si possono servire sia come contorno che come antipasto.

Pomodorini Confit

I pomodorini confit nascono da una tecnica di conservazione e preservazione del cibo propria del sud-ovest della Francia e deriva da confire, appunto, preservare. Infatti fin dal medioevo si riferiva a preparazioni come la frutta conservata dopo esser stata cotta con lo zucchero.

Per confit in Francia si intendevano tutte le preparazioni di alimenti che subivano un’elaborazione lunga e non violenta; erano confit i frutti marinati allo zucchero, le carni cotte lentamente nel grasso, ma anche i vegetali conservati nell’aceto o le acciughe al sale.

Sembrerebbe che la data del 1268 sia la piú antica traccia della parola confit, in un libro di E. Boileau intitolato Métiers, e ne da come etimologia una parola dei dialetti di guascogna e languedoca. (Da WIBO.it)

Questi pomodorini sono stati aromatizzati a mio gusto quindi leggermente diversi dalla preparazione più classica.

Ingredienti

  • 500 g di pomodorini Pachino o ciliegino
  • 25 g di zucchero semolato
  • 30 ml di olio EVO
  • 10 ml di olio aromatizzato al basilico
  • 1 spicchio di aglio
  • 10 rametti circa di timo
  • origano secco q.b
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

Per preparare i pomodorini confit,  laviamo i pomodorini sotto acqua corrente .

DSCN5424Li asciughiamo con un canovaccio  e con l’aiuto di un tagliere  e un buon coltello dividiamo tutti i pomodorini a metà.

DSCN5428Disponiamo i pomodorini tagliati su una teglia  ricoperta di carta forno con la parte del taglio rivolta verso l’alto, saliamo e maciniamo sopra anche del pepe. Spargiamo lo zucchero.

Prepariamo adesso il trito di aglio e timo: sbucciamo uno spicchio d’aglio e se non vi piacciono i pezzettini passatelo per il premiaglio che lo farà a crema, sfogliamo i rametti di timo e mescoliamoli insieme. Aggiungiamo l’olio al basisico

DSCN5427e spargiamo questo composto su ogni pomodorino e poi anche l’origano secco,

DSCN5429infine versiamo un filo d’olio su ogni pomodorino .

Inforniamo la teglia  a in forno statico preriscaldato a 140° per circa 2 ore, fino a quando cioè l’acqua di vegetazione dei pomodorini non sarà tutta evaporata e questi saranno leggermente abbrustoliti ma non secchi.

DSCN5469Potete gustare i vostri pomodorini confit anche freddi e servirli come contorno o come saporito condimento in mille piatti e pietanze!

DSCN5451Si Adattano anche molto bene alla conservazione in barattoli coperti d’olio EVO e mantenuti in frigorifero.

 

Crema di patate al limone

Crema di patate al limone: Avevo  bisogno oggi di sentire un sapore fresco ma corposo, che riempisse la bocca ma non appesantisse lo stomaco, ecco in aiuto pochi e semplici ingredienti che tutti abbiamo in dispensa sempre.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 800 g di patate
  • 1 limone ( bio possibilmente)
  • 2 cucchiai di olio EVO aromatizzato al basilico
  • erba cipollina
  • aglio a piacere
  • olio EVO q. b.

PREPARAZIONE

Sbucciare e tagliare a cubetti le patate

29 sett 14 006
patate a cubetti

Far cuocere le patate per 10 / 15 minuti in acqua salata bollente con uno spicchio di aglio in camicia, devono risultare morbide ma non spappolate. Scolarle e con l’aiuto di un mini pimer o di un robot creare una crema con l’aiuto di un po’ di acqua di cottura e l’olio al basilico, se non l’avete potete usare olio e foglie di basilico, aggiungere il succo del limone filtrato e la sua buccia grattugiata. Lasciare la crema abbastanza fluida perché tende ad addensarsi. Servire con erba cipollina tritata e un filo di olio e piccoli crostini di pane se vi aggradano.

DSCN3788
crema di patate al limone

Pochi ingredienti per un piatto davvero gradevole al palato e allo spirito