Archivi tag: miele

Pancakes alle mele- frittelle americane

Pancakes alle mele : Lo so lo so, non siamo americani, ma qualche volta anche loro hanno delle ricette adatte ai nostri gusti, e queste frittelle vi faranno innamorare…

Semplici e veloci da realizzare daranno uno sprint in più alle vostre colazioni magari quando avete qualche minuto in più da dedicare a voi e alla vostra famiglia per attardarvi con dolcezza insieme…

Ingredienti

  • 1 mela
  • succo di mezzo limone
  • 250 g di farina 00
  • 2 uova
  • 40 g di burro
  • 200 ml di latte
  • 100 ml di acqua minerale naturale
  • 8 g di lievito in polvere
  • 2 g di sale
  • sciroppo d’acero o miele Q.B.

Preparazione

Sbucciate la mela a spicchi e poi tagliatela a cubetti molto piccoli,

mettete la mela in una ciotolina e mescolatela con il  succo di limone.

Se vi piace la cannella potete spolverare i cubetti di mela con della polvere di questa spezia così aromatica.

Prendete una ciotola e mescolate bene la farina, il sale e il lievito,

 aggiungetevi le uova già sbattute con  il latte, l’ acqua e infine anche 20 gr di burro fuso.

A questo punto aggiungete i cubetti  mele ben scolate dal succo e mescolate.

Prendete una padella antiaderente e ungetela con un po’ di burro, fatela scaldare bene e poi versate un mestolino della pastella alle mele,

fate cuocere da un lato e quando compariranno le bollicine girate i Pancakes alle mele con una spatola.

Completate la cottura dall’altro lato e procedete così con l’impasto rimasto.

Servite i Pancakes alle mele con il miele o con lo sciroppo d’acero oppure con della marmellata d’arance.

Belli, ma soprattutto buonissimi!

Melanzane fumè e insalatina fresca

Melanzane fumè e insalatina fresca :Le melanzane si sa che sono gli ortaggi più utilizzati in estate, o perlomeno nel mio frigorifero non mancano mai. Già fatta un po’ di tempo fa, questa ricetta è una proposta del Keep Calm di MTC dello scorso anno ad opera della bravissima Giuliana Fabris, ma si può rifare all’infinito perché ha quel quid in più che la rende particolare.

Ingredienti per 4 persone
  • 2 belle melanzane sode
  • 3 spicchi d’aglio
  • 30 g di zenzero
  • 30 cl di aceto di mele
  • 30 cl di olio EVO
  • 10 cl olio al basilico
  • 5 g di sale fino
  • 2 cucchiaini di miele
  • 1 presa abbondante di peperoncino macinato

Per completare il piatto

  • 150 g di Insalata verde
  • q.b. di erba cipollina
  • q.b. di origano fresco
  • q.b. di maggiorana fresca
Preparazione

Tagliate le melanzane a metà che poi dividerete in tre o quattro spicchi.

Mettete gli spicchi di melanzana in un colapasta cospargendoli di sale, lasciate così a perdere l’acqua di vegetazione per una mezz’ora.

Sciacquate le melanzane velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele tamponandole con un telo pulito o con carta da cucina.

Mescolate l’olio EVO, l’olio al basilico , l’aceto, il miele e il sale in un contenitore capace.

Grattugiate lo zenzero, togliete l’anima all’aglio  e lasciatelo in pezzi grandi se non volete un sapore forte, altrimenti grattugiate anche l’aglio.

Aggiungete aglio e zenzero al liquido e completate con il peperoncino.

Mescolate ancora il tutto e immergete gli spicchi di melanzana in questa marinata facendo in modo che ne siano tutti ben imbevuti, poi lasciateli a marinare per circa 30 minuti.

Arroventate una griglia e fate cuocere le melanzane a fuoco basso, rigirandole spesso in modo che possano cuocere senza bruciare. Potete usare anche il barbecue o la griglia del forno ma anche una semplice bistecchiera di ghisa.

Sistemate le melanzane fumè  su un piatto di servizio, cospargetele con l’insalata verde, oggi ho usato la portulaca

che a me piace molto, con le erbe aromatiche e servite subito dopo aver irrorato con un filo di olio Evo.

Ecco come si presenta un semplice piatto di Melanzane fumè e insalatina fresca

Le Melanzane fumè e insalatina fresca si possono servire sia come contorno che come antipasto.

Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone

Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone: La base di questa spettacolare crostata è una frolla particolare a base di farina di mais mescolata a farina 00 con miele profumato che caratterizza la croccantezza di un dolce diverso dal solito.

Ingredienti

Per la frolla

  • 2 Uova medie
  • 100 g di Burro a temperatura ambiente
  • 125 g di Farina di Mais Fioretto
  • 125 g di Farina 00
  • 60 g di Miele millefiori o d’arancio
  • 60 g di Zucchero semolato
  • 4 g di Lievito per Dolci
  • Zucchero di Canna Q.B.
  • 3 ml di Essenza di Fiori d’Arancio (mezzo cucchiaino)

Per la crema di farcitura

  • 3 uova intere
  • 100 ml succo di limone bio
  • scorza della buccia di 1 limone bio
  • 70 g di zucchero semolato

Per la decorazione

  • fragole fresche
  • zucchero a velo

 

Preparazione

Prima prepariamo la base della crostata:

Mescolare e setacciare insieme al lievito le due farine.

Mettere in planetaria con gancio a foglia il burro tagliato a cubetti

aggiungere il miele e lo zucchero

montare bene e poi uno alla volta aggiungere le uova.

A  questo punto aggiungere le farine un po’ alla volta e alla fine l’aroma di fiori d’arancio.

Una volta che la frolla si è ben amalgamata fate un salsicciotto e avvolgerlo nella pellicola.

La frolla va fatta riposare in frigo almeno un’ora, meglio se tutta la notte.

Dopo il riposo in frigo stendere su un piano infarinato la frolla con un matterello e per tenere un’altezza uniforme farsi guidare da due cucchiai di legno.

Foderare lo stampo con la frolla e bucherellare con una forchetta. Ho deciso di rimarcare la rusticità di questi meravigliosa crostata con mais e miele spolverando la base con poco zucchero di canna.

Infornare a forno già caldo per 15 minuti circa a 190°

Sfornare e lasciare raffreddare la base della Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone.

Prepariamo adesso la crema al limone e cioccolato bianco che darà un sapore ancora più intenso alla nostra Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco e lasciarlo intiepidire.

Lavorare con una frusta le uova con lo zucchero.

Aggiungere il succo dei limoni filtrato

e la scorza grattugiata da un limone

Versare in un tegame

e cuocere finché la crema non velerà il cucchiaio.

Togliere il tegame dal fuoco e aggiungere mescolando bene il cioccolato bianco

 

Montare con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema soffice ed omogenea fino a quando sarà tiepida e poi riempire la base della crostata.

Mettere in frigo la Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone per almeno un’ora.

Tagliare le fragole a vostro piacimento e decorare la Crostata croccante con crema cioccolato bianco e limone seguendo il vostro gusto estetico, ultimo tocco una spolverata di zucchero a velo.

Biscotti di mais e miele

Biscotti di mais e miele: Avete voglia di un biscotto diverso, che scrocchia sotto i denti, abbia un sapore rustico ma allo stesso tempo profumato di miele e zagara? Questa è la ricetta giusta. Vi consiglio di provare questi Biscotti di mais e miele che serviranno anche a tappare quel languorino insistente che si può presentare a qualunque ora del giorno.

Ingredienti

  • 2 Uova medie
  • 100 g di Burro a temperatura ambiente
  • 125 g di Farina di Mais Fioretto
  • 125 g di Farina 00
  • 60 g di Miele millefiori o d’arancio
  • 60 g di Zucchero semolato
  • 4 g di Lievito per Dolci
  • Zucchero di Canna Q.B.
  • 3 ml di Essenza di Fiori d’Arancio (mezzo cucchiaino)

Preparazione

Mescolare e setacciare insieme al lievito le due farine.

Mettere in planetaria con gancio a foglia il burro tagliato a cubetti

aggiungere il miele e lo zucchero

montare bene e poi uno alla volta aggiungere le uova.

A  questo punto aggiungere le farine un po’ alla volta e alla fine l’aroma di fiori d’arancio.

Una volta che la frolla si è ben amalgamata fate un salsicciotto e avvolgerlo nella pellicola.

La frolla va fatta riposare in frigo almeno un’ora, meglio se tutta la notte.

Dopo il riposo in frigo stendere su un piano infarinato la frolla con un matterello e per tenere un’altezza uniforme farsi guidare da due cucchiai di legno.

Ritagliare i Biscotti di mais e miele con un piccolo coppapasta o date la forma che preferite, io ho deciso di farli così grandi per rimarcare la rusticità di questi meravigliosi Biscotti di mais e miele.

Spolverate i Biscotti di mais e miele con poco zucchero di canna.

Se volete mantenere l’impronta dello stampo sui Biscotti di mais e miele tenete almeno mezz’ora la teglia in frigo, per la verità io l’ho dimenticato…

Infornare a forno già caldo per 15 minuti circa a 190°

Una volta sfornati i Biscotti di mais e miele fateli raffreddare su una gratella.

I Biscotti di mais e miele sono davvero deliziosi, croccanti e profumati e si conservano bene in una scatola per più giorni.

 

Latte di mandorle con estrattore a freddo

Il latte di mandorle è una bevanda che si ottiene dall’estrazione delle mandorle e contrariamente a quanto si possa pensare non è un alimento grasso ma un è po’  calorico, ha 50 calorie ogni 100 ml, è un alimento alla base delle preparazioni della dieta vegana e vegetariana e quindi un ottimo sostituto del latte vaccino. Il latte di mandorle ha origini nel Medioevo come bevanda elaborato nei monasteri siciliani e in diverse regioni del Sud. Questo latte si conserva abbastanza a lungo  2 giorni in frigorifero, viene spesso preferito al latte di mucca perché non contiene colesterolo o lattosio, ma è ricco di fibre, vitamina E, magnesio, selenio, manganese, zinco, potassio, ferro, fosforo, calcio e aiuta la digestione. E’ molto utile per i muscoli e la pelle donando una buona carica di energia e grazie al suo basso contenuto di carboidrati non comporta l’aumento del livello degli zuccheri nel sangue.

Se disponete di un estrattore a freddo potete  ottenere un prodotto sano e questo ricetta fa per voi perché potrete preservare al meglio le proprietà nutritive delle mandorle, gustandovi una bevanda deliziosa. La parte più importante dell’estrazione viene data dal procedimento a freddo poiché gli acidi grassi contenuti nelle mandorle sono molto sensibili al calore. Con la polpa che avanza potrete preparare altre ricette utilizzando il residuo secco che è perfetto per realizzare per esempio dei biscotti o basi per frolle più saporite.

Ingredienti

  • 200 gr di mandorle non pelate
  • 750 ml di acqua minerale naturale
  • miele Q. B.

Procedimento

Bisogna mettere in ammollo le mandorle coperte abbondantemente con acqua fredda per 12 ore.
Quando le mandorle saranno più morbide al tatto e la pellicina anch’essa ammorbidita la preparazione è velocissima: basta inserire nell’estrattore in funzione le mandorle alternandole con 500 ml di acqua naturale minerale.
Per ottenere al meglio tutta l’estrazione dalle mandorle fare una seconda passata con gli scarti ottenuti e i restanti 250 ml di acqua. Se vogliamo dare un sapore più dolce al nostro latte di mandorle durante l’estrazione, aggiungere un paio di cucchiaini di miele.

Il latte di mandorla si può servire anche con una leggera spolverata di cannella che gli darà un sapore più deciso e vagamente etnico.

Challah mandorle e miele

1797316_10204958437192383_2313635706190958421_n

La challah mandorle e miele nasce da un contest indetto dalle amiche di Re-Cake 2.0 che ogni mese ci stimolano a partecipare preparando sempre ricette diverse che provengono da tutto il mondo. In fondo troverete la locandina con la ricetta originale, ma devo ammettere che questo mese non ho fatto alcuna variazione di base, ho solo aggiunto della farina di mandorle e un po’ di miele in più.

DSCN4993La Challah è un pane arricchito con uovo intero  e miele. Ha origini ebraiche e  secondo la tradizione è consumato durante lo shabbat, giorno di festa per gli Ebrei: il sabato.

DSCN4984La forma tradizionale è a treccia a tre, quattro o sei capi ma questa versione ha un certo glamour perché proposta a boccioli di rosa così di moda in questo periodo. Vedrete che sono molto semplici da realizzare pur riuscendo davvero carine dopo la cottura.

DSCN4999Ingredienti

  • 500 g di farina 0
  • 25 g di zucchero semolato
  • 10 g di sale
  • 40 g di miele di acacia + q.b. per la farcitura e per la glassa
  • 9 g di lievito di birra secco
  • 1 uovo intero
  • 40 ml di olio di mais
  • 160 ml di acqua tiepida + 1 cucchiaio calda
  • 80 g di farina di mandorle

Procedimento

Mettete in planetaria con il gancio per impastare (o in una ciotola se volete fare l’impasto a mano) la farina setacciata e mescolate con il lievito, aggiungete l’olio, l’uovo, lo zucchero e il miele. Continuate ad impastare aggiungendo gradualmente l’acqua fino a quando la massa sarà morbida, potrebbe servirne un po’ meno, bisogna regolarsi con l’idratazione dell’impasto,alla fine aggiungete il sale. Quando vi sembrerà pronta

DSCN4948 fate una palla e mettetela a lievitare in una ciotola unta d’olio. Coprite con pellicola e mettete la ciotola in forno con la luce accesa, fino al raddoppio.Ci vorranno circa due ore.

Quando la pasta sarà lievitata stendete  una sfoglia alta circa 4 mm e ricavare 16 tondi di 12 cm di diametro con un coppapasta o aiutandovi con un piattino dello stesso diametro.

Foderate con carta forno una teglia di 24 cm di diametro e nel centro posizionate un coppapasta di circa 5 cm di diametro.

Per preparare la prima rosa sovrapponete come nella foto 4 dischi di pasta

DSCN4953

Spennellate nella parte centrale con il miele

DSCN4958e poi spargete un po’ di farina di mandorle

DSCN4960Adesso dovete arrotolare i dischi nel modo più stretto possibile

DSCN4955e poi tagliate con un coltello ben affilato in centro. Avrete così le prime due rose. Adagiate ogni rosa dalla parte piatta nella teglia, distanziandole fra loro di 2 cm circa. Realizzate così altre 6 rose e posizionatele in teglia.

DSCN4963Fate lievitare una seconda volta per un’ora circa e poi infornare a forno già caldo a 180° per 30 minuti circa o fino a quando saranno dorate.

Poco prima di sfornare la challah mandorle e miele preparate il miele per lucidare.

Sciogliete 2 cucchiai di miele con un cucchiaio di acqua bollente. Sfornate la challah mandorle e miele e spennellate la superficie delle rose con la glassa di miele ancora caldo.

DSCN4970

DSCN4969Fate raffreddare e poi staccate la challah delicatamente dalla teglia.

DSCN4975

12487312_884107165020305_6736009017078994675_o

 

 

 

 

Struffoli e Confettini colorati

Struffoli e Confettini colorati non possono mancare sulle tavole delle feste. A Carnevale sono molto richiesti come durante le feste natalizie.Pare che mangiare molti struffoli e confettini colorati a Capodanno porti molta fortuna per la sua vaga somiglianza alle monete d’oro… Sarà vero? Nel dubbio….. facciamoli e mangiamo tanti struffoli nelle feste più divertenti con tanti confettini colorati arricchiti da canditi se sono di vostro gradimento.

DSCN4818

 

INGREDIENTI:

Per l’impasto:

  • 500g di farina
  • 5uova
  • 50g di strutto
  • 50g di zucchero
  • 1 limone grande
  • 1 bicchierino di anice
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato

Per la decorazione:

  • 300g di miele
  • 150 zucchero
  • 50 ml di acqua
  • 150 g di scorza di arancia candida
  •  200g di diavolini( 200g di confetti colorati 100g di perline dorate ed argentate)
  • 1 lt di olio di semi di arachidi (caldo nella padella tipo wok)

Procedimento:

Disporre la farina a fontana, o metterla nell’impastatrice, se l’avete vi aiuterà molto a raggiungere una consistenza ottimale in breve tempo. Aggiungere lo strutto, lo zucchero e le uova uno alla volta, finché il precedente non sarà assorbito. Spargere il bicarbonato, aggiungere il liquore d’anice e tutta la scorza del limone grattugiato. Continuare ad impastare ricavando un composto liscio ed omogeneo;

DSCN4800 stenderlo in tanti piccoli filoncini e tagliarli con il coltello ottenendo delle piccole palline.

DSCN4801Portare l’olio a 170°C, scuotere gli struffoli nel setaccio per eliminare l’eccesso di farina e friggerli fino a doratura.

DSCN4804Basta qualche minuto fate attenzione a mantenere la temperatura costante controllando con un termometro.

DSCN4805 In un tegame basso e largo, a parte, scaldare dolcemente il miele con lo zucchero e l’acqua, quindi unire ed amalgamare gli struffoli, appena scolati ed asciugati bene, lontano dal fuoco.

DSCN4810Disporli “a raggiera” o a ciambella.

DSCN4817Va bene anche  a piramide in stile “albero di Natale” sul piatto da portata o anche in pirottini per creare delle monoporzioni.

DSCN4813Decorare gli struffoli con la frutta candita ed i confettini colorati.

 

 

Biscotti pan di zenzero-Gingerbread

I Biscotti pan di zenzero-Gingerbread sono veramente diversi da ciò che  ci aspettiamo da una frolla, profumi di spezie e sapori vagamente piccanti solleciteranno le nostre papille portandoci immediatamente nella magica atmosfera del Natale

Ingredienti per una sessantina di biscotti

  • 150 g di zucchero integrale muscovado
  • 150 g di miele
  • 350 g di farina 0
  • 1 uovo
  • 150 g di burro freddo a pezzettini
  • 1 uovo
  • 3 g di sale
  • 3 g di bicarbonato
  • 2 cucchiaini rasi di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino raso di zenzero in polvere
  • 1/ 2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere

Procedimento

Mettere in un mixer la farina, lo zucchero,il sale e tutte le spezie. Azionare alla velocità più bassa per amalgamare le polveri .

DSCN4714Aumentare adesso la velocità ed inserire dal foro superiore il burro man mano, non deve lavorare molto questo impasto per non surriscaldarsi. Alla fine inserire l’uovo e il miele. Tutto ciò va effettuato al massimo della potenza per pochi secondi. Versare l’impasto su una spianatoia infarinata e finire di amalgamare il tutto che risulterà abbastanza morbido.  Fare la classica palla e avvolgerla nella pellicola.

DSCN4716 Lasciare in frigorifero a compattare per almeno 2/3 ore. Trascorso il tempo di raffreddamento utilizzare se possibile un piano da lavoro freddo come il marmo e comunque infarinato. Spianare un po’ di impasto alla volta e nel frattempo lasciare l’altro in frigo. Fate uno spessore di circa 4 mm e intagliare le formine classiche dell’omino del Ginrbread o anche le classiche natalizie.

DSCN4718

Infornare in forno già caldo a 180° per 12 minuti.

Quando saranno ben freddi se vorrete potete decorarli con ghiaccia reale o cioccolato fuso colorato.

DSCN4737

DSCN4747

DSCN4742

DSCN4769

Composta di cipolle rosse di Tropea

Facendo un giro al mercato settimanale stamattina mi sono imbattuta in quelle meravigliose trecce di cipolle che tanto mi ricordano l’infanzia, la cucina di mia nonna, ma anche quella di casa nostra. Le  trecce di cipolle diTropea insieme a quelle di aglio e pomodori a “scocca”non dovevano mai mancare , base essenziale di tutti i nostri piatti, sapori decisi e mediterranei che ci hanno da sempre deliziato….  ma torniamo a stamattina, attrazione fatale per una lunga e bella treccia di quel fantastico colore viola a cui darei proprio il nome di “viola cipolla di Tropea”. Da non sottovalutare l’aspetto curativo di questa cipolla, aumenta la secrezione gastrica e biliare, diminuisce i valori elevati di colesterolo e migliora la funzionalità epatica favorendo l’eliminazione delle scorie. Ma le sue doti non finiscono qui ci sarebbe da fare un trattato, per adesso ce le gustiamo così sia su semplici bruschette che con formaggi stagionati ed è possibile anche abbinarle a carni lesse o arrostite a cui dare un sapore più deciso.

PTDC0071

INGREDIENTI PER 4 VASETTI DA 150 G 

  • 1 kg di cipolle già pulite
  • 400 g di zucchero semolato
  • 100 g di zucchero muscovado  o comunque integrale
  • 25 g di miele
  • 5 g si sale fino
  • 200 ml di aceto di mele o bianco
  • 4 chiodi di garofano

PREPARAZIONE

Bisogna comprare almeno 1,2 kg di cipolle per ottenerne 1 kg pulite dalle foglie esterne,

PTDC0031metterle a bagno in acqua ben fredda per una decina di minuti per evitare di lacrimare quando le affetteremo. Dobbiamo affettarle a velo  usando una mandolina o un robot con disco affettatore o facendo come me che in questo periodo non sono a casa con tutti i miei utensili, con un coltello ben affilato. Una volta affettate tutte le cipolle riporle in un contenitore di vetro o porcellana capiente

PTDC0038

e versare tutti gli altri ingredienti mescolando delicatamente. Coprire con la pellicola e lasciare a macerare per almeno quattro ore.

PTDC0048Passato il tempo di macerazione versare tutto in una pentola capace e portare ad ebollizione a fuoco moderato.

IMG_0315Cuocere per almeno 40 minuti o fino a quando vedremo che versandone un cucchiaino su un piattino, inclinandolo scenderà lentamente. Nel frattempo che la composta sta cuocendo pensiamo ai barattoli che dopo essere stati ben lavati con acqua bollente devono stazionare in forno a 130° circa per una mezz’ora per completare la sterilizzazione. Naturalmente potete anche farlo nel modo tradizionale facendoli bollire per almeno 20 minuti. Quando la composta sarà pronta versiamola nei vasetti ancora bollente lasciando un centimetro di aria

PTDC0060

e dopo aver chiuso con  il tappo capovolgiamo sulla placca del forno che poi metteremo nel forno stesso che ormai si sarà intiepidito.

PTDC0062 Se non avete usato il forno avvolgeteli in una copertina fino a completo raffreddamento, questo servirà a creare il vuoto e la vostra composta si conserverà perfettamente. Una volta aperto il barattolo se non la consumate tutta tenetela in frigo e usatela entro una settimana.

11824120_10207417204378163_1927139893_n (1)

PTDC0069

 

Pancakes

Immagine nikon 094A casa nostra ormai è quasi una regola. La domenica i ragazzi si svegliano molto tardi e non hanno certo voglia di pranzare a quell’ora e così la mamma, io personalmente in pissona, come direbbe Catarella personaggio di Camilleri che adoro, prepara i pancakes che non rientrano nelle abitudini degli italiani, ma loro amano molto questa sorta di frittelle Nord-Americane accompagnate con lo sciroppo d’acero. Per la verità noi usiamo di più il nostro miele nazionale la marmellata o anche la crema spalmabile alla nocciola.

Ma vediamo come prepararli velocemente, anche perché non necessitano di lievitazione

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

 

  • Farina 125 gr
  • Burro 30 gr
  • Sale 2 gr
  • Uova 2
  • Latte 200 ml
  • Lievito chimico in polvere 6 gr
  • bicarbonato 2 gr
  • aceto di mele 5 ml
  • zucchero 20 g
  • Per guarnire sciroppo d’acero, marmellata o crema di cacao

PREPARAZIONE

Dividere gli albumi dai tuorli che metteremo in una ciotola e sbattendo con una frusta unire il latte e il burro fuso freddo. Aggiungere poi la farina setacciata insieme al lievito e al bicarbonato.

Immagine nikon 084Montare gli albumi con il sale e lo zucchero e l’aceto,ma non a neve, il composto  deve essere abbastanza denso ma non troppo.

Immagine nikon 083Unire delicatamente gli albumi al resto dell’impasto con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto. Mettere sul fuoco medio una padella antiaderente, io oggi ho usato una con la forma dei cuoricini….. dedicata ai miei figli….

Immagine nikon 085

Spennellare con pochissimo burro fuso il fondo e versarvi un piccolo mestolo di impasto. Quando i bordi cominciano a scurirsi girarli e farli dorare dall’altra parte. Disporli sovrapposti sul piatto da portata o porzionarli su quelli individuali.                                                    I miei figli li amano con il miele come potete vedere, ma potete accompagnarli con ciò che più vi piace, sono un’ottima base per usare il vostro gusto e la vostra fantasia!

Pancakes
Pancakes

Se dovesse restarvi dell’impasto o farne deliberatamente di più, potete conservarlo in frigo e usarlo al momento di degustarli, perché i pancakes sono buoni caldi !!!