Archivi tag: confettura

Confettura di fichi-bianchi o neri

Confettura di fichi-bianchi o neri: la confettura di fichi si prepara d’estate per gustare il suo delizioso sapore tutto l’inverno, un vero nettare. È semplicemente perfetta per farcire torte o biscotti, ma anche per accompagnare un tagliere  di formaggi, per dare quel guizzo  in più a dolci al cucchiaio o per dare un sapore speciale alle vostre colazioni. Si può fare con tutti i tipi di fichi: con i fioroni, che di solito maturano a fine giugno, o con i fichi che si trovano sugli alberi da fine luglio fino a fine settembre.

Sembra sia un falso mito quello di attribuire ai fichi un carico calorico eccessivo, in effetti contengono solo il 12% di zuccheri e l’80% di acqua.

Per esaltare il sapore dei fichi si possono aggiungere spezie o frutta secca a fine cottura per variare così il gusto che risulterà sempre diverso.

Quindi si può aggiungere cannella, noce moscata, vaniglia, zenzero per esaltare i formaggi, noci o mandorle tritate e perfino una bella manciata di pistacchi.

Vi consiglio quindi di calcolare un 40/50% di zucchero per preparare la confettura di fichi, che siano bianchi o neri. A me piace lasciare anche la buccia e frullare tutto dopo il riposo della frutta con lo zucchero.

Ingredienti

  • 1 kg di fichi
  • 400 g di zucchero semolato o di canna
  • 1 limone bio

Preparazione

Per la Confettura di fichi io seguo le mie regole di base: Mettere a riposare in frigo per almeno una notte la frutta con lo zucchero e i suoi aromi!

Quindi tagliate il picciolo ai fichi e fateli in quarti  a cui aggiungerete lo zucchero la buccia del limone e il suo succo. Coprite bene con pellicola alimentare o un coperchio adatto al contenitore e ponetelo in frigo per tutta la notte, fino a 24 ore.

Ecco come si presenta la frutta dopo la macerazione in frigorifero.

Il giorno dopo con un frullatore ad immersione riducete quasi in crema o con la consistenza che preferite, la frutta con il suo “sugo” e travasate in una pentola posta su fuoco medio.

Lasciate borbottare la Confettura di fichi fino a cottura, servirà circa una mezz’oretta.

Fate la classica prova del piattino mettendo un cucchiaino di Confettura di fichi sullo stesso lasciandola scivolare: il momento giusto è quando scende lentamente ma non troppo, altrimenti quando si raffredda sarà troppo dura.

A questo punto ho inserito un cucchiaino di cannella in polvere per caratterizzare questa meravigliosa  Confettura di fichi ma come vi ho spiegato prima si presta a moltissime variazioni che vi consiglio di provare.

Invasate la confettura bollente in vasetti di vetro già sterilizzati e ben asciugati.

Riempite i vasetti con la marmellata appena fatta, lasciando 1 cm vuoto dal bordo. Chiudete ogni vasetto con un tappo nuovo e capovolgete fino a quando si raffredderanno dopo averli posti nel forno che avrete prima portato a 120° e poi spento.

Oggi ho utilizzato dei fichi neri con l’interno di un viola vivace e questo ne è risultato.Fare la Confettura di fichi come avete visto è davvero semplice e avrete la soddisfazione di mangiare qualcosa di veramente naturale ma davvero buona!

 

Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica

Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica: L’invenzione del tè delle cinque, così elegante ed inglese che più classico non si può è da attribuirsi ad  Anna, duchessa di Bedford  (1788 – 1861), la duchessa Ann era una delle dame di compagnia della Regina Vittoria.

Sua Maestà si impadronì del rituale, che divento per lei talmente importante, da chiedere ai suoi ospiti di indossare abiti da cerimonia consoni, per poter assaporare un tè in sua compagnia. La regina Vittoria, prediligeva più di altri questo torta-sandwich che conteneva tra i suoi due strati una bella farcitura fresca e cremosa al tempo stesso. La torta per questo prese il suo nome e diventò un classico del tea time. In realtà si tratta di due strati di pan di Spagna  con in più il burro rispetto al nostro, con un ricco ripieno, ma di certo, Victoria Sponge è un nome che suona decisamente più aristocratico anche se  in realtà questa regina, che dal 1937 al 1901 ha retto con forza incredibile e inflessibile rigore le sorti della Gran Bretagna e del suo impero, non dava l’aria di qualcuno che indulge ai piaceri di un tè troppo ricco e lezioso

Andiamo a preparare la semplice ma spettacolare Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica:

Ingredienti per 2 stampi da 20 cm

  •  4 uova
  • Burro (pari peso uova)
  • Zucchero (pari peso uova)
  • Farina (pari peso uova)
  • 8 g lievito per dolci
  • Confettura di lamponi o ai frutti di bosco Q.B.
  •  250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia ( la ricetta originale non la prevede)
  • Zucchero fino tipo zefiro per decorare
Preparazione

Accendete il forno impostandolo a 180°.
Pesate le uova sgusciate e preparate quindi lo zucchero, la farina e il burro con lo stesso peso
Sbattete lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto cremoso e morbido, è necessario incorporare più aria possibile .
 
Sbattete le uova a parte e poi aggiungetele al composto di burro e zucchero un poco alla volta per non fare impazzire la crema ottenuta.
Se si dovesse dividere aggiungete un pochino di farina.
Setacciate la  farina e il lievito per due volte
incorporate all’impasto con un cucchiaio di metallo poiché la forma del bordo del cucchiaio, tagliando l’impasto in modo trasversale, garantirà la minor fuoriuscita di aria.
Cercate di dividere l’impasto ottenuto equamente in due teglie già imburrate e infarinate o foderate con carta forno.
Cuocete la Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica in forno per circa 30-35 minuti, fate la prova stecchino.
Lasciate raffreddare nelle teglie, non è necessario sformarle prima.
Nel frattempo preparate la crema che sembrerà quasi una mousse. In realtà gli inglesi utilizzano la double cream, doppia panna che non si trova in Italia.
Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia se la usate, fino ad ottenere una crema morbida e corposa.
Quando le torte si saranno raffreddate spalmate abbondantemente sulla superficie di una delle due la confettura e poi sopra a questa distribuite con la sac à poche per distribuirla con più facilità, la crema alla panna e mascarpone

Spolverate la superficie con lo zucchero extra fino tipo Zefiro.
La Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica è pronta per essere degustata in una bella festa o anche nel più classico afternoon tea.

The afternoon tea – il mio tè all’inglese

The afternoon tea – il mio tè all’inglese: Tutti i miei pezzi Wedgewood stanno spingendo i vetri dell’antica vetrina in cui sono stipati, tutti vorrebbero partecipare alla foto finale della ricetta del mese proposta da Valeria, vincitrice del mese scorso, dal suo murzillo saporito per la sfida di MTC N° 71

Sfida come ogni mese stimolante e stavolta rispettando le regole ho deciso di preparare la più classica delle torte inglesi, la torta della regina: Victoria Sponge Cake, ho poi aggiunto due varietà di Scones: uno classico e l’altro da una ricetta del famoso Jamie Oliver che dice “Gli scones sono meravigliosamente britannici, deliziosi e così semplici che persino un bambino di cinque anni potrebbe farli“.

Per il tè delle cinque ho scelto un classico Afternoon Tea che avevo acquistato nello store più famoso di Londra: The Harrods No. 16 Afternoon Ceylon è un tè monorigine dalle montagne incontaminate dello Sri Lanka. Leggero e rinfrescante, questo tè a foglie sfuse offrirà un infuso medio-marrone con sfumature di arancia e un sapore di agrumi dolcemente equilibrato. Per la perfetta preparazione della tipica bevanda ho seguito letteralmente le indicazioni di Valeria lasciando quindi in infusione il mio tè per 4 minuti prima di servirlo:

 

Il tè andrà preparato all’inglese, seguendo determinate regole imprescindibili.

Gli inglesi prendono il tè molto sul serio. 

Elemento fondamentale per preparare un buon tè é l’acqua.

Più buona é l’acqua più buono é il tè.

L’ideale sarebbe un’acqua filtrata o imbottigliata (ma non distillata), sempre fredda, portata a leggero bollore.

Mi raccomando di non far bollire l’acqua più di una volta.

Preriscaldate la vostra teiera e/o le vostre tazze versandovi un po? di acqua calda e lasciandola fino a farle diventare calde al tatto. Quindi buttate via l’acqua e aggiungete immediatamente il tè sul fondo della vostra teiera e/o tazza, generalmente 1-2 cucchiaini per persona a seconda dei gusti.

Versate l’acqua calda sul tè mantenendo la giusta proporzione, per esempio 1 tazza di acqua calda per ogni cucchiaino di tè.

Idealmente anche la temperatura dell’acqua deve essere quella giusta e questa varia a seconda del tè che state utilizzando.

Per i tè bianchi e quelli verdi la temperatura ideale é intorno ai 75°-85° C.

Mentre per i tè neri sarà necessaria una temperatura intorno ai 100°C.

Anche i tempi di infusione cambiano a seconda dei tipi di tè e se le foglie sono intere o no.

In generale per i tè verdi e i bianchi i tempi di infusione variano tra 1-3 minuti, per i tè neri da 3 a 5 minuti.

Il tè si serve accompagnato da zucchero, latte o limone a seconda dei gusti.

C’é una disputa sull’aggiunta del latte prima o dopo che il tè sia stato versato.

Secondo una prima teoria il latte andrebbe aggiunto nella tazza prima del tè se l’infusione é avvenuta nella teiera, in modo da scaldarsi in maniera graduale ed uniforme.

Mentre se invece si opta per un’infusione direttamente in tazza, il latte va aggiunto dopo il tè perché altrimenti abbasserebbe la temperatura dell’acqua impedendo il giusto grado di infusione.

Secondo il pensiero comune però, il latte va aggiunto sempre dopo che il tè é stato versato.

Il tè andrebbe servito con una teiera complementare piena di acqua calda per aggiustare, eventualmente, la gradazione del tè a seconda dei gusti.”

Nei giorni successivi all’inizio della sfida ho letto su un post della nostra mitica Val Pelt che lei accompagna sempre il tè delle 5 anche con dei piccoli Finger sandwiches, e che fai non li prepari? Diciamo che ho sforato un po’… ma ormai è fatta!

Victoria Sponge Cake

Ingredienti per 2 stampi da 20 cm

  •  4 uova
  • Burro (pari peso uova)
  • Zucchero (pari peso uova)
  • Farina (pari peso uova)
  • 8 g lievito per dolci
  • Confettura ai frutti di bosco Q.B.
  •  250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia ( la ricetta originale non la prevede)
  • Zucchero fino tipo zefiro per decorare
Preparazione

Accendete il forno impostandolo a 180°.
Pesate le uova sgusciate e preparate quindi lo zucchero, la farina e il burro con lo stesso peso
Sbattete lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto cremoso e morbido, è necessario incorporare più aria possibile .
Sbattete le uova a parte e poi aggiungetele al composto di burro e zucchero un poco alla volta per non fare impazzire la crema ottenuta.
Se si dovesse dividere aggiungete un pochino di farina.
Setacciate la  farina
e il lievito per due volte
 incorporate all’impasto con un cucchiaio di metallo poiché la forma del bordo del cucchiaio, tagliando l’impasto in modo trasversale, garantirà la minor fuoriuscita di aria.
Cercate di dividere l’impasto ottenuto equamente in due teglie già imburrate e infarinate o foderate con carta forno.
Cuocete in forno per circa 30-35 minuti, fate la prova stecchino.
Lasciate raffreddare nelle teglie, non è necessario sformarle prima.
Nel frattempo preparate la crema che sembrerà quasi una mousse.
Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia se la usate, fino ad ottenere una crema morbida e corposa.
Quando le torte si saranno raffreddate spalmate abbondantemente sulla superficie di una delle due la confettura
e poi sopra a questa distribuite con la sac à poche per distribuirla con più facilità, la crema alla panna e mascarpone
sovrapponete la seconda torta come se fosse un grande  sandwich e pressate leggermente. Spolverate la superficie con lo zucchero extra fino tipo Zefiro.
Per un classico The afternoon tea – il mio tè all’inglese non possono mancare gli Scones classici serviti con confettura di lamponi o fragole e con tanta panna o la mousse che troverete più avanti.

Scones ricetta base

  • 300 ml di latte fresco intero
  • 500 g di farina 00
  • 2 cucchiaini rasi di bicarbonato di sodio
  • 3 cucchiaini rasi di cremor tartaro
  • 125 grammi di burro
  • 2 bustine di tè verde profumato al gelsomino
  • 1 uovo leggermente sbattuto

Preparazione

Scaldate il latte fino ad una bollitura appena accennata.

Travasate il latte in una piccola ciotola e lasciate in infusione nel latte caldo le bustine di tè.
Date tempo al latte di raffreddarsi ed eliminate le bustine del tè.

Preriscaldate il forno a 220°C.

Mescolate assieme in una ciotola la farina, il bicarbonato di sodio e il cremor tartaro.
Unite il burro tagliato a dadini.
Lavorate con la punta delle dita il burro con il mix di ingredienti secchi.

Ottenuta una pasta sabbiosa, cioè quando vedrete che i pezzettini di burro sono diventati piccoli piccoli ed infarinati, aggiungete il  il latte.
Amalgamate il tutto.  Si possono mescolare gli ingredienti con un cucchiaio inizialmente, ma dopo dovete utilizzare le mani.

Ottenuto un composto omogeneo, stendetelo con un mattarello o anche utilizzando solo le mani, su un piano di lavoro infarinato, livellarlo fino a 2 cm circa di altezza.
Tagliate gli scones, con un tagliapasta o un bicchiere che abbia 5,5 cm di diametro.
I resti dell’impasto si  lavorano assieme per ottenere un nuovo panetto da stendere e tagliare come il precedente fino ad esaurimento della pasta.

Io ho ottenuto 16  scones con queste misure.

Sistemate gli scones a testa in giù sulla teglia ricoperta di carta forno. Se  durante la cottura gli scones si toccano non è un problema.

Spennellate gli scones con l’uovo leggermente sbattuto.
Cuocere gli scones a 220°C per 12-15 minuti.

Naturalmente se calcolerete i tempi e servirete gli scones ancora tiepidi saranno molto più buoni.

Gli scones vanno tagliati a metà e farciti prima con la confettura di fragole o lamponi e poi con la mousse alla panna e mascarpone, mai al contrario, regola ferrea!

 

Scones ai frutti secchi di Jamie Oliver

Ingredienti:

  • 500 g di farina autolievitante
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 150 g di frutta secca (mirtilli,uvetta,albicocche)
  • 150 g di burro freddo
  • succo d’arancia Q.B.
  • 2 uova grandi
  • 3 g di sale marino
  • 40 ml di latte fresco + Q.B. per spennellare gli scones
  • 2 cucchiai di zucchero di canna chiaro

Preparazione:

“Ricorda solo che meno tocchi l’impasto e più friabili saranno i tuoi scones” Parole di Jamie!

Tagliate a cubettini le albicocche e mettete a bagno con l’uvetta e i mirtilli in succo d’arancia, questo deve coprire la frutta, lasciate a macerare in frigo per circa 2 ore.

Accendere il forno a 200°

Mettete il ​​burro, la farina, il lievito, lo zucchero e il sale marino in una ciotola e usate i pollici e gli indici per spezzettare il burro e strofinatelo contemporaneamente con la farina in modo da ottenere dei pezzetti delle dimensioni dei cornflake.

Fatto questo fate  un buco nel mezzo dell’impasto, aggiungete le uova e il latte e mescolate con una spatola.

Scolate la frutta dal succo e aggiungetelo all’impasto. Se serve aggiungete ancora un cucchiaio di latte, bisogna ottenere una pasta morbida e asciutta.

Lavoratelo il meno possibile anche se vi sembra un po’ rustico. Spolverate con un pochissima farina, coprite la ciotola con pellicola trasparente e mettetela in frigo per 15 minuti.

Stendete con le mani l’impasto su una superficie leggermente infarinata fino a ottenere uno spessore di circa 2  cm. Con un coppapasta di 5,5 cm o con un bicchiere, ritagliate dei cerchi dall’impasto

e disponeteli a testa in giù su una teglia da forno: gonfieranno  meglio in quel modo (così dicono). Ripetete  l’operazione con tutti i ritagli per utilizzare tutto l’impasto.

Spennellate la parte superiore di ogni scone con il latte e cuocete in forno per 15 minuti, o fino a quando è li vedrete ben lievitati e dorati.

Servite ancora tiepidi con confettura preferibilmente rossa e la mousse di panna e mascarpone.

The afternoon tea – il mio tè all’inglese si arricchisce con questi strepitosi Scones di Jamie Oliver

Mousse di panna e mascarpone

Ingredienti:

  • 250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia

Preparazione

Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia, fino ad ottenere una mousse morbida e corposa.

Sandwich per l’afternoon tea

Ingredienti:

  • 4 fette di pane per tramezzini da 25 cm
  • 1 confezione di pane integrale affettato
  • 1 caprino da 125 g
  • 125 g di robiola
  • 150 g di salmone affumicato a fette
  • 150 g di arrosto di tacchino a fette
  • qualche foglia di insalata tipo iceberg
  • 1 cucchiaino colmo di pepe rosa
  • erba cipollina Q. B.

Preparazione

Togliete i bordi alle fette di pane integrale.

In una ciotola tagliuzzate gli steli di erba cipollina

e poi aggiungete il caprino.

Lavorate bene con una spatola

e spalmate su una parte le fette di pane integrale

Distribuite su metà le fettine di salmone

e poi sovrapponete le altre fette di pane, dividere a metà  per realizzare i Finger sandwiches.

Prepariamo adesso gli altri Finger sandwiches :

In una ciotola amalgamate la robiola con il pepe rosa pestato precedentemente in un mortaio,

lavorate bene con una spatola

e spalmate su un lato delle fette di pane bianco.

Su metà delle fette distribuire prima la julienne di insalata poi le fette di tacchino e poi ancora insalata.

Coprire con le altre fette di pane e pressare leggermente. Tagliate ogni 5 cm per fare l’altra variante di Finger sandwiches simili ai precedenti.

Burro d’arancia

La realizzazione di questo burro è tanto semplice quanto buono:

Per ottenere 10 fiorellini di burro d’arancia vi seviranno 100 g di burro e la buccia di 2 arance biologiche.

Togliete la buccia alle arance, solo la parte gialla mi raccomando,

fate prima un taglio tipo julienne e poi piccoli quadratini.

Fondete il burro e versateci la buccia delle arance,

mettete in frigorifero per almeno un’oretta o anche più se volete un sapore deciso.

Fondete nuovamente  il burro a fiamma bassa.

Filtrate il tutto

e versate negli stampini.

Tenete in frigo o nel congelatore fino all’utilizzo.

Consiglio di spalmare gli scones con il burro all’arancia prima di mettere la confettura quando sono ancora tiepidi.

Naturalmente l’MTC ci illumina sempre e se volete sapere tutto su un afternoon tea perfetto leggete qui

Con queste ricette partecipo a MTC N° 71

Grazie a Mtchallenge e a Valeria per questo splendido pomeriggio in cui ho assaporato in bella compagnia tramezzini, torta, scones e una calda e deliziosa tazza di tea con The afternoon tea – il mio tè all’inglese, anche le mie bellissime porcellane ringraziano per aver visto la luce e contenute tante bontà!

Plumcake con yogurt e confettura

Plumcake con yogurt e confettura: Semplice, soffice e genuino perché fatto in casa e quindi più buono di quello industriale che si trova al supermercato. Il plumcake  è un dolce famoso in tutto il mondo, ideale per una buona colazione ma anche per una sana merenda. Il plumcake è un dolce facile da preparare e perfetto accompagnato da una calda tazza di tè, o perché no come dessert a fine pasto. con panna o salsa inglese. Dolce anglosassone che tutti amiamo e che sin da bambini abbiamo imparato a conoscere il plumcake è un dolce lievitato la cui ricetta è stata reinterpretata in mille varianti ma che originariamente è preparato solo con ingredienti semplici ed arricchito nel gusto dalla frutta candita. Quest’oggi vi propongo  la ricetta con yogurt e confettura di frutta così preparerete una nuova variante di questo ottimo e semplice dolce in perfetto english style.

Ingredienti:

  • 180 g farina
  • 250 g di uova intere (circa 4)
  • 250 g yogurt intero
  • 80 g di confettura di ciliegie, albicocche o pesche
  • 150 g  zucchero
  • 80 g fecola di patate
  • 120  ml di olio di semi di mais
  • una presa di sale
  • 16 g di lievito per dolci
  • zucchero a velo q. b. per decorare

Preparazione:

Accendere il forno a 170° in modalità statico

In una planetaria o se non l’avete bastano delle fruste elettriche montare le uova con lo zucchero e una presa di sale.

Setacciare insieme la farina con la fecola e il lievito.

Unire all’impasto delle uova  lo yogurt e l’olio, in modo graduale,  continuando a montare.

Aggiungere un po’ alla volta anche la confettura resa fluida mettendola nel microonde per pochi secondi, mi raccomando deve rimanere tiepida, questo trattamento serve a non farla depositare sul fondo del plumcake

Adesso bisogna aggiungere a mano il composto di farina poco alla volta mescolando con una spatola dal basso verso l’altro.

Versare nello stampo già imburrato e infarinato o spennellato con lo staccante

Prima di infornare passare al centro dell’impasto una spatola intinta nel burro fuso, serve a generare la caratteristica forma del plumcake e far lievitare correttamente.

Cuocere a 170° per circa 30 minuti, continuare la cottura ancora per 20 minuti abbassando la temperatura a 160°;  controllare la cottura con uno stecchino, deve uscire asciutto e se ancora non è cotto continuare a  cuocere per qualche altro minuto.

Lasciare raffreddare su una gratella e servite su un piatto da portata dopo averlo spolverizzato di zucchero a velo.

E’ un plumcake molto soffice e deliziosamente profumato di frutta.

Muffin di albumi

I Muffin di albumi non possono mancare al vostro assaggio se amate questo genere di dolcetti che ormai fanno parte delle nostre abitudini anche se provengono dalla cultura Anglo-Sassone. I muffin di albumi  in particolare sono arricchiti di una farcitura molto versatile ma sono di una sofficità estrema per la presenza di soli albumi e della fecola nel suo impasto. Non vi resta che assaggiare questi muffin di albumi e poi ritornare a farli per tante e tante volte.

15856974_10211944148389089_913783000_o

INGREDIENTI:

  • 150 g di zucchero
  • 150 g di albumi a temperatura ambiente
  • 70g di burro fuso freddo
  • 100 g di farina
  • 60 g di fecola di patate
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia o i semi di una bacca
  • 2 g  di sale
  • crema spalmabile al cioccolato qb o confettura a vostro piacimento
  • zucchero a velo qb
  • 2 gr di bicarbonato
  • 6 gr di lievito per dolci

PROCEDIMENTO:

In una ciotola, mescolate la farina, la fecola, il sale, l’estratto di vaniglia, il lievito e lo zucchero.

15934278_10211944271192159_403667887_o

In un’altra ciotola montare gli albumi a neve ferma con il bicarbonato,

15935128_10211944267712072_368917249_o

15933894_10211944263031955_654298184_opoi unite al composto secco, mescolando con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto.

15902648_10211944256711797_1136765944_o

 

Unite anche il burro fuso amalgamandolo al composto.

15902611_10211944252471691_454560660_o

 

15909179_10211944250871651_1804058963_o

 

Versate nei pirottini posizionati dentro uno stampo da muffin e fate cuocere a 170° per 18/20 minuti.

PTDC0010

 

Sfornate i muffin e fateli raffreddare su una griglia, poi  con un levatorsoli praticate un foro centrale

15909033_10211944247071556_1590933381_o in cui verserete  la crema spalmabile al cioccolato resa fluida nel microonde per pochi secondi.

15878098_10211944153149208_463814192_o

15909117_10211944152269186_1231531445_oPotete riempire il foro anche con la confettura che più vi piace.

Cospargete i muffin di albumi con lo zucchero a velo e assaporate questi deliziosi dolcetti.

15878298_10211944128028580_409341435_o

15878449_10211944137588819_276036354_o

15902877_10211944125108507_1727621012_o

 

Ciambella di albumi e confettura di fragole

Quando gli albumi avanzano in quantità industriale e non avete voglia di fare le solite meringhe provate a fare questa ciambella di albumi e confettura di fragole. Vi piacerà senz’altro perché sarà davvero leggera come una nuvola e avrà quella leggera acidità delle fragole a contrasto che darà carattere al dolce.

DSCN5673

Ingredienti

  • 225 g di farina 00
  • 380 g di albumi
  • 340 g di zucchero semolato fine
  • 190 ml di olio di mais
  • 16 g di lievito per dolci vaniglinato
  • la buccia di una arancia grattugiata
  • 5 ml di succo di limone
  • 200 g di confettura di fragole
  • zucchero a velo q.b. per decorare

Procedimento

Montare, in una planetaria o con delle fruste in una ciotola, molto bene gli albumi con il succo di limone  prima e poi gradualmente aggiungere lo zucchero semolato  fino a quando la montata farà i picchi. E’ opportuno ricordare che bisogna cominciare a bassa velocità e poi alla media per poi passare al massimo. Il volume deve triplicare per ottenere il massimo da questa ciambella di albumi e confettura di fragole

DSCN5665Mettere da parte gli albumi e nella planetaria mescolare con il gancio a foglia prima la farina, già setacciata, con l’olio e poi aggiungere la buccia di arancia e il lievito setacciato. DSCN5667A questo punto incorporare gli albumi molto delicatamente e lentamente dal basso verso l’alto fino a completo assorbimento.

DSCN5668Imburrare uno stampo a ciambella da 26 cm di diametro e versare metà dell’impasto, con l’aiuto di un cucchiaino distribuire la confettura sulla superficie

DSCN5669e poi ricoprire con l’impasto rimasto, fare queste operazioni sempre con delicatezza per non rischiare di smontare l’impasto.

Infornare a forno già caldo a 180° per 40 minuti circa. Sformare quando la ciambella di albumi e confettura di fragole sarà fredda .

DSCN5670

Cospargere di zucchero a velo e decorare a piacere.

DSCN5674

Confettura di Albicocche

Confettura di Albicocche: Abbiamo due  alberi di albicocche nel giardino di mamma e quindi bisogna conservarne colore e sapore. Nulla di meglio di un’ottima confettura fatta con i nostri frutti tassativamente biologici!

INGREDIENTI

  • 1 kg di albicocche denocciolate
  •  450 g di zucchero
  • il succo di 1 limone

PREPARAZIONE

Lavare e denocciolare le albicocche tagliarle ulteriormente a spicchietti metterle in un contenitore, coprirle con lo zucchero e il limone. Coprire con la pellicola e tenerle in frigorifero per 12 ore. Portare ad ebollizione lentamente in una pentola dal fondo spesso, la frutta così macerata e se serve schiumare durante la cottura.

varie 13 giugno 024Dopo circa 40/45 minuti controllarne la consistenza mettendo un cucchiaio di confettura su un piattino che verrà inclinato, se scende lentamente la confettura è pronta da invasare.                                                                                                                                                                         varie 13 giugno 025Inserire la confettura in barattoli di vetro ben sterilizzati.                                                                       Per la sterilizzazione procedere così: mettere i barattoli in forno a 65 gradi per 30 minuti. Dopo averli riempiti di confettura, passare alla pastorizzazione: i barattoli vengono messi a testa in giù, in un tegame con acqua, e lasciati cuocere in forno per 30 minuti ancora a 85 gradi.

cherry pie 007Lasciare raffreddare e poi conservare in dispensa.

cherry pie 008

Una confettura naturale e semplice da realizzare.

Rotolo di Albicocche e Panna

Il rotolo di albicocche e panna è un must a casa mia in questa stagione perché l’albero di albicocche di mia madre ci dona ogni anno tanti frutti rigorosamente biologici e quindi bisogna fare loro onore. Ho preparato un’ottima confettura che ho prontamente usato per questo rotolo semplice ma molto buono.

INGREDIENTI

  • 150 g di confettura di albicocche
  • 4 uova
  • 140 g di zucchero
  • 120 g di farina 00
  • 4 g di lievito per dolci
  • 250 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
  • 4 cucchiai di acqua tiepida

PREPARAZIONE

Lavorare i 4 tuorli con i 4 cucchiai di acqua aggiungere lo zucchero e sbattere fino a farli diventare spumosi.varie 13 giugno 032Aggiungere la farina setacciata con il lievito e poi anche gli albumi montati a neve alla velocità minima.

varie 13 giugno 029varie 13 giugno 034Spalmare il composto sulla placca del forno foderata con carta forno e infornare a forno già caldo a 180° per 12 minuti circa.

varie 13 giugno 035Nel frattempo montare la panna ben fredda con lo zucchero a velo.                                      Appena la pasta sarà pronta sfornarla e capovolgerla su un panno umido . Togliere con delicatezza la carta e arrotolare con il panno stesso lasciandolo freddare.

varie 13 giugno 036Srotolare delicatamente il rotolo e spalmare con la confettura varie 13 giugno 037Spalmare sopra alla confettura anche metà della panna.

varie 13 giugno 038Arrotolare, aiutandosi con il panno, dalla parte più lunga

varie 13 giugno 039e rivestire il rotolo di albicocche e panna con la panna rimasta decorando a piacere.

varie 13 giugno 040

 

varie 13 giugno 044

Tenere in frigorifero e consumare il rotolo di albicocche e panna dopo qualche minuto che lo avete affettato.