Archivi tag: arancia

Torta di mele leggera e senza grassi

Torta di mele leggera e senza grassi: Una variante delle torte più famose resa più leggera con mele a pezzetti ma senza burro né altri grassi. Una classica torta della nonna altrimenti detta torta da credenza ottima per le nostre colazioni ma anche per merende e pause caffè.

Ingredienti
  • 400 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 4 uova medie
  • 200 ml di latte
  • la scorza di una arancia bio e il suo succo
  • 16 g di lievito per dolci
  • 3 mele grandi
  • cannella q.b.
  • zucchero semolato q.b.
  • zucchero a velo q.b.

 

Preparazione

Cominciate  separando i tuorli dagli albumi.

Affettate due mele e spruzzatele con una parte di succo di arancia

Fate a dadini l’altra mela e spruzzatela con il succo d’arancia

Montate prima gli albumi e teneteli da parte

 

 

Passate poi a montare i tuorli con lo zucchero rendendoli ben spumosi.

 

Unite ai tuorli il latte intiepidito in cui avete già lasciato in infusione la buccia dell’arancia  grattugiata.

Aggiungete il lievito per dolci già setacciato con la farina un po’ alla volta.

Amalgamate bene  e sbattete lentamente con le frusta.

 

Infine aggiungete manualmente gli albumi montati utilizzando una spatola, mescolate dall’alto verso il basso, per non smontare il composto.

Imburrate e infarinate o foderate con carta forno uno stampo con diametro di 22 cm.

A questo punto  versate nello stampo metà  dell’impasto.

Spargete i tocchetti della mela e quindi zucchero e cannella a piacimento.

Coprite con l’impasto rimasto e sistemate a raggiera le fettine delle altre due mele. Spolverate con altro zucchero semolato e cannella a piacere.

Mettete la Torta di mele leggera e senza grassi in forno statico già caldo a 180° per circa un’ora.

Terminata la cottura, lasciate ancora 5 minuti nel forno spento.

Per eliminare l’umidità in eccesso e per non farla sgonfiare, decorate con zucchero a velo la Torta di mele leggera e senza grassi della nonna.

qui altre ricette di torte con le mele:

Torta di Mele Irlandese – Irish apple cake

Torta di mele light al profumo di mandorle

tante altre potrete visualizzarle digitando sul “cerca”

Torta di Meringa e Pesche Capovolta

Torta di Meringa e Pesche Capovolta: Chi prepara dolci sa quanto spesso avanzino gli albumi che stazionano in frigo sperando di essere utilizzati al più presto. Questo è un modo molto piacevole di utilizzarli accoppiandoli a frutta fresca e aromi naturali.

Provate questa meravigliosa Torta di Meringa e Pesche Capovolta e la rifarete molte volte anche utilizzando frutta diversa secondo la stagione.

Ingredienti per uno stampo di 20 cm 

  • 125 g di farina 00
  • 190 g di albumi
  • 170 g di zucchero semolato fine
  • 95 ml di olio di mais
  • 8 g di lievito per dolci vaniglinato
  • la buccia di una arancia grattugiata
  • 2 g di sale
  • 3 ml di succo di limone
  • 350 g di pesche
  • 20 g di zucchero di canna

Procedimento

Sbucciate le pesche e fatele a spicchietti

Disponete le pesche a raggiera in uno stampo foderato con carta forno e cospargetele con lo zucchero di canna

Montate, in una planetaria o con delle fruste in una ciotola, molto bene gli albumi con il succo di limone  prima e poi gradualmente aggiungete lo zucchero semolato  fino a quando la montata farà i picchi.

E’ opportuno ricordare che bisogna cominciare a bassa velocità e poi alla media per poi passare al massimo. Il volume deve triplicare per ottenere il massimo da questa Torta di Meringa e Pesche Capovolta

DSCN5665Mettete da parte gli albumi

Nella planetaria mescolate con il gancio a foglia prima la farina, già setacciata, con l’olio e poi aggiungete la buccia di arancia, il sale e il lievito setacciato. DSCN5667A questo punto incorporare gli albumi molto delicatamente e lentamente dal basso verso l’alto fino a completo assorbimento.

Distribuite l’impasto ottenuto sulle pesche con delicatezza e livellate

Infornate a forno già caldo a 180° per 40 minuti circa.

Lasciate la torta  nel forno spento con un piccolo spiffero ancora per 10 minuti.

Sformate quando la Torta di Meringa e Pesche Capovolta sarà tiepida .

Bella e buona!

Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare

Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare: Chi non ama le crostate? La sbriciolata ne ha tutto il sapore mantenendo un aspetto più rustico ma anche molto invitante. Le sbriciolate in generale si possono farcire in tanti modi diversi e questa preparazione è veramente golosa soprattutto per chi ama le marmellate di agrumi.

Che aspettate a cominciare?

 

Ingredienti:

Per le briciole di frolla

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di mandorle con la pellicina
  • 200 di zucchero semolato
  • 200 di burro freddo
  • la buccia di una arancia
  • 50 ml di succo d’arancia
  • 2 uova medie
  • 1 pizzico di sale
  • 8 g di lievito per dolci

Per la farcitura

  • 700 g di ricotta vaccina
  • 200 g di zucchero semolato
  • 100 ml di succo d’arancia
  • scorza di 1 arancia
  • 300 g di marmellata di arance amare
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
  • 10 ml di liquore all’arancia
Preparazione:

Cominciate preparando la “farina” di mandorle:

Mettete le mandorle e 100 g di zucchero in un robot da cucina, fate ridurre in polvere i due componenti.

Procedete adesso con l’impasto della Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare.

Unite la farina con 100 g di  zucchero e  aggiungete poi le uova, il lievito per dolci, le mandorle tritate, il sale, la buccia e il succo d’arancia e infine il burro freddo tagliato a pezzetti.

Lavorate gli ingredienti con le dita per farli amalgamare ed ottenere un impasto a briciole, questo lavoro si può fare velocemente anche con un mixer.

Quando avrete ottenuto la giusta consistenza, fate riposare il composto in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema con cui farcire la Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare: lavorate in planetaria, o con le fruste elettriche, la ricotta e  aggiungete i 200 g di zucchero semolato.

Aromatizzate la crema di ricotta con la scorza grattugiata e il succo d’arancia  mescolando bene. Versate il succo un po’ alla volta controllando che la consistenza della crema non diventi troppo liquida, questo dipende dalla qualità della ricotta.

Scaldate la marmellata con il liquore e aggiungete l’aroma dei fiori d’arancio.

Riprendete l’impasto a briciole e versatene 2/3 in una tortiera da 26/28 cm di diametro precedentemente spennellata con lo staccate o imburrata e infarinata, in alternativa potete foderare lo stampo con carta forno: sistemate le briciole sul fondo in modo che la base della torta sia abbastanza compatta.

 

Distribuite sul fondo di briciole un terzo della marmellata

e poi la crema di ricotta in modo uniforme,

sulla crema versate la marmellata rimanente.

A questo punto ricoprite con le briciole rimanenti.

 

Mettete lo stampo in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa 35 minuti, se usate il forno statico a 180° per 40-45 minuti.

Decorate la vostra Sbriciolata di ricotta e marmellata di arance amare con semplice zucchero a velo o con fiori eduli, io ho usato le mie violette appena spuntate e ci stavano davvero bene.

Davvero buona oltre che bella, croccante e cremosa al punto giusto!

Torta soffice cuor di ricotta

Torta soffice cuor di ricotta: proviamo oggi a preparare una torna da forno insolita, ma adatta a tutta la famiglia. Su una base abbastanza classica viene spalmata una crema di ricotta prima di andare in forno. Nasce così una buona Torta soffice cuor di ricotta. Vedrete che è una torta molto semplice da realizzare ma si presta anche a decorazioni diverse.

Ingredienti per uno stampo di 22 cm
  • 210 g di farina 00
  • 80 g di burro fuso freddo
  • 120 g di zucchero semolato
  • 110 g di uova intere ( circa 2 medie)
  • 50 ml. di latte fresco
  • 60 ml. di liquore all’arancia ( tipo grand marnier)
  • 12 g di lievito per dolci
  • 1 presa di sale

per il ripieno

  • 350gr. di ricotta di pecora
  • 75 g di zucchero semolato
  • la buccia grattugiata di un’arancia bio
  • 120 g di uova intere (circa 2 grandi)
Preparazione

Nella planetaria o in una ciotola utilizzando un frustino elettrico, montate le uova con lo zucchero, quando il composto sarà bello spumoso

aggiungete il burro fuso ma tiepido, a seguire il liquore e il latte.
Setacciare la farina e il lievito.


Incorporate al composto aiutandovi con una spatola e per ultimo aggiungete il sale.


Versate l’impasto ottenuto nello stampo già imburrato e infarinato o ricoperto di carta forno, io oggi ne ho utilizzato uno a forma di cuore perché ho preparato la Torta soffice cuor di ricotta per la festa della mamma.

A questo punto bisogna preparare la crema di ricotta :

Sbattere con un frustino elettrico o in planetaria con la frusta se l’avete, le uova insieme allo lo zucchero, la buccia dell’arancia grattugiata

e la ricotta che avrete prima setacciato per evitare che si formino i grumi.


Quando avrete  una bella crema bisogna versarla sopra all’impasto precedente e livellare per bene la superficie con una spatola.


Infornare a 180° a forno già caldo per circa 50-60 minuti.
Fate raffreddare completamente la torta e spolverarla  semplicemente con zucchero a velo.

Io una volta che la Torta soffice cuor di ricotta si è ben raffreddata ne ho ricoperto la base con cioccolato fuso portato a 30° (150 g di cioccolato a vostro gusto, 2 cucchiai di latte e 30 g di burro)

Per facilitare l’operazione ho utilizzato una sac a poche e ricoperto successivamente con fragole per la decorazione finale.

 

Torta veloce all’arancia senza grassi

Torta veloce all’arancia senza grassi: E’ una torta dalla consistenza cremosa ma delicata, quasi un budino dal forte sentore di arancia che tanto mi piace, è una di quelle torte che si facevano in tutte le famiglie quando ancora non eravamo sommersi da tutti quei dolci e merendine che oggi troviamo con troppa facilità in tutti i supermercati. La Torta veloce all’arancia senza grassi è senz’altro uno di quei dolci genuini che ci ricordano la semplicità e la bontà delle nostre radici.

Ingredienti per uno stampo da 20 cm

  • 165 g di farina 00
  • 230 g di uova intere (circa 4)
  • 140 g di zucchero semolato
  • 450 ml di latte parzialmente scremato
  • la scorza grattugiata di 1 arancia biologica
  • 55 ml di succo d’arancia
  • mezza bacca di vaniglia

Preparazione

Accendere il forno e impostarlo a 180°

Mettere in una ciotola le uova con lo zucchero semolato e montare con le fruste fino a rendere tutto molto soffice e spumoso

Aggiungere la farina setacciata la scorza dell’arancia grattugiata e la polpa estratta dalla bacca di vaniglia

Amalgamare un po’ alla volta prima il latte tiepido e poi il succo d’arancia filtrato

Versare nella tortiera già imburrata e spolverata con la farina

Infornare e impostare la temperatura a 170°.

Lasciare cuocere la Torta veloce all’arancia senza grassi per 75/80 minuti circa

Quando la torta sarà ben fredda servirla spolverata con zucchero a velo

Come potete notare anche dalle foto la consistenza di questa torta veloce all’arancia senza grassi è cremosa quasi budinosa e vi garantisco che ha anche un sapore intenso e voluttuoso…

 

Madeleines profumate agli agrumi

Madeleines profumate agli agrumi :  Non si può resistere a un piccolo dolce soffice e dal sapore così delicato. Questa variante fortemente caratterizzata da tre agrumi è veramente deliziosa.

Gran parte del mondo conosce le madeleines perché sono l’ ispirazione per far affiorare tanti ricordi al famoso scrittore francese Marcel Proust nel primo volume de La ricerca del tempo perduto. 

“Mandò a prendere una di quelle focacce pienotte e corte chiamate madeleine, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata di una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco, macchinalmente, oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione di un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di “maddalena”.”

Ma la vera origine di questo dolcetto francese dalla forma di conchiglia che ha affascinato regnanti, poeti e musicisti per secoli si perde nel tempo.

Poiché le madeleines vengono prodotte nel comune di Commercy in grande quantità e varietà, molte fonti indicano come creatrice originaria nel ‘700 Madeleine Paulmier, pasticciera che lavorava per  Stanisław Leszczyński, duca della zona nonché suocero di Luigi XV. Leggenda vuole che sia il re che la regina si siano innamorati di questi soffici dolcetti tanto da dare  loro il nome di Madeleine rendendole quindi  famose alla ricca corte di Versailles.

C’è anche un’altra ipotesi che collega  la storia delle madeleine alla religione cristiana e in particolare a Maria Maddalena, prima evangelista di Francia e alla conchiglia che è proprio il simbolo dei pellegrini.

Le Madeleines profumate agli agrumi sono a base di burro, farina, uova e zucchero, leggere e soffici ma dai forti sentori agrumati.

Ingredienti

  • 120 g di farina 00
  • 100 g burro
  • 70 g di miele
  • 50 g di zucchero semolato
  • 120 g di uova intere (circa 2)
  • 5 g di lievito per dolci
  • 2 g di sale
  • la scorza grattugiata di un limone non trattato
  • la scorza grattugiata di una piccola arancia non trattata
  • la scorza grattugiata di un mandarino non trattato
  • 20 ml di limoncello

Preparazione


Sciogliere  nel microonde o a bagno maria il miele insieme al burro e lasciare intiepidire.

Sbattere le uova in una ciotola con lo zucchero ed il sale. Anche se è più pratico utilizzare una frusta non è necessario montare molto le uova ma amalgamare il tutto sarà sufficiente.

Quando il composto di burro si sarà intiepidito, versarne metà nelle uova con lo zucchero, e miscelare bene.

Setacciare la farina con il lievito ed incorporarla al composto fino ad ottenere una pastella abbastanza compatta.

 

A questo punto aggiungere il burro rimanente e amalgamare bene per avere una pastella morbida e liscia.

Bisogna adesso aggiungere i nostri aromi che sono sia il limoncello che la buccia grattugiata degli agrumi.

Adesso la pastella deve riposare in frigo per rapprendersi un po’ e questo è davvero fondamentale per regalare leggerezza e morbidezza alle Madeleines profumate agli agrumi.

La preparazione come avrete notato è molto veloce ed il riposo in frigo può variare secondo i vostri tempi,  infatti si va da un minimo di 30 minuti fino a  un paio di giorni, io ne faccio sempre una dose doppia, così trovo pronta la pastella da cuocere quando scatta la voglia…

Dopo il riposo in frigorifero la pastella sarà molto più conpatta di prima.

Quando sarete pronti per la cottura preriscaldate il  forno a 225°C e solo quando il forno avrà raggiunto la temperatura  tirare fuori dal frigo la pastella delle Madeleines profumate agli agrumi e riempite gli stampini.

Se avete degli stampi in silicone non sarà necessario imburrarli, mentre se i vostri stampi sono in alluminio come i miei dovete imburrarli ed infarinarli accuratamente o utilizzare il famoso staccante.

Ogni formina dovrà essere riempita per circa due terzi del suo volume, senza preoccuparsi di appiattire l’impasto Perché con il calore del forno si adeguerà perfettamente. Per distribuire l’impasto nello stampo si può usare una sac à poche o aiutarsi con due cucchiaini.

A questo punto infornare, e lasciare il forno a 225°C fino a quando l’impasto non sarà bello gonfio al centro, ci vorranno circa 3 minuti per le piccoline 4 per gli stampini più grandi, quindi abbassare la temperatura a 180°C e lasciare fino a quando i bordi non saranno ben dorati, ancora  3-4 minuti circa.

Sfornare le Madeleines profumate agli agrumi,

lasciarle intiepidire appena, sformarle e fare raffreddare su una gratella

Se volete potete decorarle con zucchero a velo oppure intingerle al naturale in un buon tè.

Sentirete che bontà una tira l’altra, unico difetto, finiranno prestissimo!

Pan D’Arancio Siciliano di Giuseppe Deiana

Pan D’Arancio Siciliano del maestro Giuseppe Deiana mi frullava già da un po’ in testa, pur essendo siciliana non lo avevo mai provato, forse perché è più un dolce tradizionale di Palermo e non si trova con facilità nelle nostre pasticcerie e, almeno fino a quando ho vissuto a Messina, non ne avevo mai sentito parlare. Oggi con l’avvento dei social circola in maniera oserei dire molto pressante … e che fai non provi una tale delizia di così facile esecuzione? Fatto !!!  Il Pan D’Arancio è ideale per le vostre colazioni delle feste e non solo ma  perfetto per accompagnare il vostro tè pomeridiano, semplicissimo da preparare e dalla riuscita assicurata a prova di principiante!
Naturalmente ho usato arance tarocco bio dal sapore intenso e inconfondibile. Ho lasciato il nome originale perché viene chiamato così, probabilmente una vecchia forma dialettale, ma non si fa con l’albero……

15631200_10211755113703340_1930459479_o

Ingredienti:
  • 100 gr di farina di mandorla
  • 200 gr di farina 00 bio
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 150 gr di burro fuso
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 180 gr di uova intere (circa 3)
  • 2 arance medie con tutta la buccia.
Ingredienti per la glassa:
  • 100 gr di zucchero a velo
  • Succo d’arancia qb
  • Polpa di una bacca di  vaniglia
Preparazione

Tagliare a pezzetti un’ arancia con tutta la scorza e frullarla fino a ricavarne una purea,

15555150_10211755204825618_566515576_ounire alla purea sempre frullando

15595815_10211755196865419_1325962085_o le uova, uno alla volta, lo zucchero e il burro fuso a temperatura ambiente. Continuare a frullare inserendo gradualmente dal foro del mixer la farina e il lievito già setacciati  fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Spalmare con l’emulsione staccante uno stampo grande da plumcake o due piccoli.

15556345_10211755194545361_553550499_o

Infornare in forno già caldo a 180°per circa 30 – 35 minuti. Fare la prova stecchino e sfornare.

Lasciare raffreddare Pan D’Arancio Siciliano di Giuseppe Deiana su una gratella.

15608788_10211755190945271_1888527102_o

15628704_10211755375589887_222109021_o

Preparare la glassa

Mettere in un pentolino il succo dell’arancia

15608527_10211755153184327_1130846204_oche deve inzuppare lo zucchero a velo insieme ai semini della bacca di vaniglia, portando a  bollore, cuocere ancora un minuto e poi spegnere e far raffreddare, quando comincerà a rapprendersi versare sul Pan D’Arancio Siciliano già sformato e ben freddo.

15628800_10211755106023148_1335350866_o

La glassa si può preparare anche a freddo: lavorare il succo di arancia con lo zucchero a velo finché non diventerà una crema molto densa. Per praticità è meglio versare il succo d’arancia nello zucchero un pochino alla volta fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Cospargete il pan d’arancio con la glassa e lasciate asciugare.

La regola prevede la glassatura, ma anche solamente ricoperto con zucchero a velo è semplicemente  divino.

15631284_10211755135743891_1396920795_o

15595604_10211755108463209_1382118061_o-1

Vi ringrazio per aver approfondito la mia  ricetta e vi aspetto anche nella mia pagina facebook che trovate qui

Biscotti alla panna e profumo di arancia

Biscotti alla panna e profumo di arancia: sono dei biscottini molto saporiti ma allo stesso tempo un po’ rustici perché ho utilizzato una parte di farina del tipo 2 macinata a pietra che lascia  questa  sensazione al palato di sapori d’altri tempi. L’abbondante scorza di arancia grattugiata fa anch’essa la sua parte per dei biscotti davvero buoni. In questo caso ho dato la forma delle classiche ciambelline ma niente vieta di usare lo stampo che preferite.

DSCN5702Ingredienti per circa 70 biscotti

  • 180 g di farina del tipo 2
  • 180 g di farina 0
  • 80 g di fecola di patate
  • 8 g di lievito per dolci
  • 200 g di burro a temperatura ambiente
  • 160 g di zucchero di canna
  • 50 ml di panna fresca
  • 110 g di uova intere (2 circa)
  • la buccia di 2 arance, possibilmente biologiche, grattugiata
  • 4 g di sale
  • zucchero a velo q. b.

 Procedimento

Montate con le fruste o in una planetaria con il gancio a foglia lo zucchero di canna con il burro.

DSCN5681Sulla spianatoia o in una ciotola mescolate le farine, il lievito e il sale già setacciati a cui aggiungerete la buccia delle arance e poi, dopo aver creato un buco centrale inserite la panna e le uova.

DSCN5682DSCN5689Impastate a mano velocemente e poi fate incorporare anche la crema di burro montata.

Continuate ad impastare ancora pochi minuti per amalgamare tutto.

Fate il classico panetto e avvolgetelo con la pellicola. Lasciate riposare in frigo per circa due ore.

DSCN5691Preriscaldate il forno a 170-180°C.
Foderate la placca del forno con carta da forno.

Dopo il tempo di riposo della frolla spolverizzate la spianatoia  con un po’ di farina.
Appiattite dolcemente l’impasto sulla spianatoia e poi dividetelo in otto parti e da ognuna ricavate un rotolo di circa 5 mm di diametro. Potete regolarvi con il manico di un cucchiaio di legno come misura.

DSCN5698Tagliate i rotoli in tanti pezzetti lunghi circa 9 cm.
Per ottenere le ciambelline dovete  sovrapporre le due estremità di ogni pezzetto di impasto e premere per sigillarle.

DSCN5696Sistemate le ciambelline nella teglia e infornatele a metà altezza per circa 15 minuti, finché saranno leggermente dorate.
DSCN5699Lasciate raffreddare i biscotti su una gratella

DSCN5700 e poi spolverizzateli con lo zucchero a velo.

DSCN5705

Ecco i vostri Biscotti alla panna e profumo di arancia pronti per essere gustati!

Ciambellone ai tre sapori

Ciambellone ai tre sapori, evoluzione di tre sapori….

DSCN5635Ci sono delle giornate che sono così anonime, così lente e oserei dire  quasi spente che tutto sembra talmente pesante che non vedi l’ora che tutto finisca, che tutto si spenga lasciando solo il vuoto. Ma sappiamo bene che il vuoto non può esistere davvero, c’è sempre un pensiero che ti stimola a trovare qualcosa di buono in un preciso momento che sveglia e ti fa produrre qualcosa….. ti guardi in giro e provi a mescolare ciò che ti  piace davvero. Ecco come per la verità è nato questo ciambellone.

Il ciambellone ai tre sapori è decisamente ricco di profumi e lascia in bocca un sapore davvero delizioso. Si può consumare a colazione con latte e caffè o anche abbinato ad uno yogurt denso e cremoso. In effetti si accompagna bene anche ad un the del pomeriggio per la sua intensità e corposità.

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 30 g di cacao amaro
  • 2 uova
  • 160 g di zucchero semolato
  • 230 ml di latte intero  tiepido
  • 100 ml di caffe caldo
  • i semi di mezza bacca di vaniglia o 5 ml di estratto
  • 80 ml di olio di semi di mais
  •  50 g di cioccolato fondente
  • buccia grattugiata di un’arancia grande o di due piccole, meglio se biologiche.
  • 1 bustina di lievito per dolci
 DSCN5597
PROCEDIMENTO

Mettere in una ciotola  le uova con lo zucchero e sbattere bene con una forchetta .

DSCN5602Aggiungere l’olio e il caffè, continuare a sbattere. Aggiungere la farina setacciata e il latte mescolando bene in modo da non lasciare grumi.

DSCN5605

Aggiungere i semi della vaniglia, la buccia di arancia e il lievito setacciato continuando a mescolare. A questo punto  aggiungere il cioccolato tritato.

Versare metà dell’impasto  in uno stampo da cimbella imburrato e infarinato da 24 cm di diametro

DSCN5608 mescolare la parte rimasta dell’impasto con il cacao ed amalgamare per bene il tutto.

DSCN5606Versare nello stampo ed infornare nel forno gia caldo a 180° per 30 /40 minuti

DSCN5609Dopo circa 30 minuti di cottura fare la prova stecchino per controllare se è pronto, se esce un po’ sporco continuare la cottura  ancora un pochino, se invece esce pulito il ciambellone è pronto.

DSCN5620 Una volta sformato spolverare con zucchero a velo

DSCN5627

Mini Donuts al forno

I mini donuts al forno non hanno niente da inviare a quelli più famosi fritti, conservano un sapore aromatico di arancia e poi glassate sono veramente da urlo…. Si possono preparare in anticipo per feste di grandi e bambini o anche per occasioni speciali come per un buffet di laurea glassandoli di rosso. Anche lasciati al naturale con solo un po’ di zucchero al velo risultano sempre leggere per una buona colazione o una golosa cioccolata calda.

Tempo di preparazione
1 ora
Tempo di cottura
8 /10 minuti
Tempo di lievitazione circa tre ore

DSCN5253

Ingredienti

  • 225 ml di latte
  • 1 uovo intero
  • 60 g di zucchero
  • 250 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 10 g di lievito di birra fresco oppure 5 g secco
  • 100 g di burro a pomata
  • scorza grattugiata di un’arancia
  • 3 g  di sale 

    Preparazione:
    Nella planetaria inserite l’uovo , lo zucchero, , il lievito sciolto in un po’ di latte di quello necessario e  la scorza di arancia grattugiata. Mescolate bene le due farine ed iniziate ad aggiungerne una parte nei liquidi in planetaria, continuate ad impastare a velocità medio bassa fino ad avere un impasto ben amalgamato, aggiungete la restante farina e per ultimo il sale.

    DSCN5191 Continuate a impastare e aggiungete pian piano il burro a pezzetti un po’ alla volta.

DSCN5192Dovete impastare a velocità media fino a quando il burro non viene ben assorbito,  continuate ad impastare fino a che l’impasto non risulta lucido ed  elastico e si deve staccare dalla ciotola senza più sporcarla.

DSCN5193Trasferite l’impasto in una ciotola, coprite con uno strofinaccio umido e lasciate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, il forno con la luce accesa andrà benissimo.

Quando l’impasto sarà raddoppiato, sgonfiatelo con le mani delicatamente,

DSCN5214stendetelo sul piano di lavoro ad uno spessore di 1 cm

ricavate i mini donuts al forno utilizzando un coppa pasta da 6 cm e un levatorsoli per fare il buco centrale, oppure con lo stampo da ciambelle.

DSCN5216
Posizionateli ben distanziati sulle teglie rivestite di carta forno, fate lievitare in un luogo tiepido per circa 30-40 minuti, io li ho lasciati sempre in forno con la lucina accesa, fino a quando il volume delle ciambelle non raddoppia.

DSCN5232
Fate cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C per circa 8 minuti o fino a quando i donuts non si siano appena coloriti.
Fateli raffreddare su di una gratella e poi procedete alla decorazione.
Fate la glassa all’acqua:

In una ciotola unite lo zucchero a velo con l’acqua e mescolate bene fino ad avere una glassa lucida. A questo punto aggiungete una puntina di colorante, io ho messo qualche goccia di red velvet perché mi servivano rosse, ma naturalmente si possono fare di qualunque colore.

DSCN5233
Inserite a testa in giù i donuts nella glassa e poi metteteli su una gratella, decorate subito con i confettini se lo gradite e lasciate asciugare.

DSCN5234

DSCN5235

I mini donuts al forno si conservano bene per qualche giorno se conservati in un contenitore ermetico.

DSCN5251