Archivi tag: antipasto

Alici marinate con aceto e profumo di limone

Alici marinate con aceto e profumo di limone: Credo che a tutti sia capitato di mangiare al ristorante o in qualche apericena le alici marinate. Sono convinta che chiunque ami il pesce le adorerà.

Questo è il modo più semplice e senza rischi per prepararle in casa. Le rifarete tantissime volte!

Ingredienti per 2 persone

  •  550 g di Alici fresche pulite e già abbattute
  • 500 g Limoni non trattati
  • Q.B. di Olio extravergine d’oliva
  • 300 ml di  Acqua ghiacciata o Vino bianco ghiacciato
  • 300 ml di Aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaino di sale di Sicilia
  • Q.B. di Prezzemolo
  • Q.B. di Peperoncino o pepe nero
  • Q.B. di Aglio (circa 2 spicchi)

Preparazione

Cosa fondamentale da preparare è la marinata: dopo avere spremuto il succo di un limone mescolatelo con il sale, l’aceto e l’acqua, se volete un sapore più deciso utilizzate un buon vino bianco. Il limone darà il giusto equilibrio alla marinata.

Molto importante è come preparare le acciughe: non si possono comprare e mettere sotto marinata, se non sono già state diliscate e abbattute dal pescivendolo dovete farlo voi.

Rischiereste di prendere l’Anisakis se non seguite gli accorgimenti giusti!!!

Quindi se dovete farlo voi seguite queste regole:

Dopo avere diliscato ed eliminato la pinna dorsale delle alici, lasciate le codine solo per l’estetica finale.

lavatele per bene e asciugatele con carta da cucina,

poi sistematele a strati in un contenitore e mettetele in congelatore, quello che abbiamo tutti a casa che se è a 3* o al massimo 4* raggiunge i -18°, per almeno 5 giorni meglio 7.

Prima di utilizzare le alici fatele scongelare lentamente in frigorifero.

A questo punto disponete in modo ordinato le alici da marinare in una terrina e spargete qualche pizzico di sale, continuate con un altro strato disposto in senso inverso e ancora qualche pizzico di sale. Continuate gli strati incrociati fino ad esaurimento.

Coprite le alici con la marinata e lasciate in frigo coperte da pellicola per un tempo abbastanza relativo. Le alici devono sbiancare, ma la loro carne deve rimanere rosata all’interno.

Nel frattempo preparate il prezzemolo tritato e gli spicchi d’aglio affettati.

Controllate dopo circa mezz’ora il colore delle alici e se sono ancora troppo rosa all’interno lasciatele ancora un po’. Io ho impiegato circa un’ora per raggiungere il giusto grado di “cottura”.

Vedrete che con questa marinata le alici non diventeranno di cartone come si trovano in giro, non è aggressiva ed ha il giusto grado di acidità, piaceranno anche ai bambini!

E’ il momento di togliere le alici dalla loro marinata e asciugarle bene tra fogli di  carta assorbente. Questo passaggio è fondamentale per eliminare tutto l’aceto in eccesso.

Passate adesso al condimento vero e proprio:

In una terrina versate un leggero strato di olio EVO su cui sistemerete in modo ordinato le alici marinate, mettete un po’ di prezzemolo, qualche fettina di aglio e peperoncino o pepe nero, secondo i vostri gusti. Non dimenticate anche qualche scorzetta di limone appena sbucciata da un limone bio.

 

 

Fate strati perpendicolari  e condite ogni strato con olio e aromi.

 

Finite coprendo con un generoso strato di olio e sigillate tutto con pellicola.

Tenete le vostre alici marinate per circa un paio di ore in frigorifero, meglio mezza giornata prima di essere consumate ma si possono conservare fino ad una settimana.

Servite le alici marinate su fette di pane al naturale o meglio ancora su crostini appena tostati e strofinati con polpa di pomodori datterini come ho fatto io.

 

 

 

 

Nastri di zucchine marinate crude

Zucchine marinate crude: Le zucchine sono ortaggi così  versatili che regalano sempre sapori così diversi, così ricchi da soddisfare tanti palati.

Io uso moltissimo le zucchine in cucina e oggi ho voluto prepararle anche da crude.

Serve poco tempo e poco impegno, è necessario però che le zucchine siano freschissime per conservare integre le loro proprietà e rimare così toste e saporite, che sappiano ancora di verde…

Se non avete mai mangiato le zucchine crude vi consiglio di provare a farle così, vi stupiranno positivamente!

Ingredienti

  • 500 g di zucchine non troppo grandi
  • 1 limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • Q.B. di sale e pepe
  • Q.B. di olio EVO

Preparazione

Cominciate lavando bene  le zucchine, eliminate le due estremità e tagliatele a fettine molto sottili.

Il miglior utensile da utilizzare in questa fase è una semplice mandolina così i Nastri di zucchine marinate crude saranno tutte dello stesso spessore.

Sistemate i nastrini ottenuti  in uno scolapasta, a strati, cospargendoli man mano di sale e facendoli riposare per circa un quarto d’ora, perderanno parte della loro acqua e risulteranno già più morbide.

Trasferite le zucchine in una pirofila stratificandole nuovamente ma intervallate ogni strato con il succo del limone.

Lasciate marinare in frigorifero per una mezz’oretta, poi fate scolare nuovamente nel colapasta i Nastri di zucchine marinate crude per eliminare il più possibile il succo di limone.

Potrete evitare questo passaggio se amate i gusti un po’ aspri.

Sistemate nuovamente a strati le zucchine nel contenitore finale  e condite con una emulsione di olio, prezzemolo tritato fine e una buona spolverata di pepe, mescolando bene gli ingredienti.

Lasciate riposare i nastri di zucchine nella marinatura per qualche ora in frigorifero prima di servirle in tavola con crostini o pane casereccio con cui si sposano benissimo.

Apprezzate da tutti come contorno o fresco antipasto finiranno in un baleno!

Frittelle di zucchine cotte nella friggitrice ad aria

Frittelle di zucchine cotte nella friggitrice ad aria: un secondo piatto semplice e adatto anche ai vegetariani, io le ho servite con pomodorini farciti con formaggio spalmabile, vanno bene anche come antipasto per non appesantire e affrontare le portate successive.

Frittelle di zucchine cotte nella friggitrice ad aria sono perfette da mangiare sia calde che a temperatura ambiente e le zucchine vanno cotte direttamente, dovrete solo grattugiarle, mescolare tutti gli ingredienti ed è tutto fatto.

Queste Frittelle di zucchine cotte nella friggitrice ad aria sono davvero saporite e non vi faranno rimpiangere quelle fritte in olio profondo perché piaceranno a tutti e finiranno in un baleno.

Anche i bambini non baderanno al “verde” che tanto odiano !

Ingredienti per due persone

  • Zucchine
  • 2 cucchiai Parmigiano reggiano grattuggiato
  • 2 cucchiai Pangrattato
  • Q.B. di Prezzemolo
  • Q.B. di Pepe nero
  • 1 Uovo medio
  • Q.B. di Sale
  • Aglio se gradito

Preparazione

Pulite e lavate le zucchine togliendo le due estremità e grattugiatele, io uso la mandolina che ha anche questo accessorio.

Salate le zucchine e lasciatele a perdere la loro acqua di vegetazione

Dopo una ventina di minuti strizzate le zucchine grattugiate molto bene in modo da eliminare quasi tutta l’acqua di vegetazione.

zucchine strizzate

Questa è l’acqua che hanno rilasciato le zucchine!

Unite alle zucchine grattugiate anche il parmigiano grattugiato( se volete un sapore più deciso sostituitelo con del pecorino), il pangrattato, un pochino di prezzemolo tritato, sale, pepe e un uovo intero anche un piccolo spicchio di aglio tritato se vi piace .

Mescolate tutto amalgamando bene con le mani e create delle polpette oblunghe che andrete a mettere sulla griglia della friggitrice ad aria

polpette di zucchine

Cuocete le frittelle di zucchine nella friggitrice a 180° per 15 minuti circa o comunque fino a che vedrete che saranno cotte e dorate in superficie.

Sfornate le Frittelle di zucchine cotte nella friggitrice ad aria e mangiatele subito belle calde, tiepide o anche a temperatura ambiente, saranno sempre buonissime!

Secondo che decidiate se consumarle come antipasto o secondo piatto potrete accompagnare le frittelle di zucchine con altre verdure o formaggi.

Ecco l’alternativa fritta : https://blog.giallozafferano.it/irene57/frittelle-di-zucchine/

 

cavolfiore gratinato

Cime di cavolfiore gratinate in friggitrice ad aria

Cime di cavolfiore gratinate in friggitrice ad aria: Da quando nella mia cucina è entrata la nuova friggitrice ad aria, cerco di realizzare carni e verdure con questa sana e leggera cottura. In verità non è molto grande ma per le nostre esigenze è più che sufficiente.

Molti prodotti che prima immergevo in olio profondo per la frittura, adesso sono molto più sani pur mantenendo un buon sapore e belli da vedere.

Oggi mi sono cimentata con le cimette di cavolfiore, ma nulla vi vieta di utilizzare lo stesso metodo con altre verdure o ortaggi, credo che sia importante per dare un buon sapore una leggera spruzzata di olio o passarli tra le mani unte.

Vediamo dunque come realizzare queste ottime Cime di cavolfiore gratinate in friggitrice ad aria.

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di Cavolfiore bianco
  • 2 uova intere
  • 150 g di pane grattugiato
  • Q.B. di sale
  • Q. B. di pepe
  • 2 cucchiaini di paprika affumicata
  • 50 ml di olio EVO
  • 2 cucchiaini di salsa di soia

Preparazione

Pulite il cavolfiore dalle foglie esterne e staccate tutte le cimette in modo più o meno similare e lavatele in acqua corrente.

Preparate un’emulsione con l’olio Evo, 1 cucchiaino di paprika e la salsa di soia.

Mettete a bollire una pentola con dell’acqua secondo la quantità di cavolfiore

Appena l’acqua prende bollore salate adeguatamente e tuffateci le cime ottenute e fate cuocere un minuto dopo il nuovo bollore, devono rimanere al dente, quasi croccanti.

Se vi piacciono ancora più croccanti saltate questo passaggio e passate a quello successivo

In una ciotolina battete le uova.

In un’altra mescolate il pane grattugiato con sale, pepe e 1 cucchiaino di paprika

Lasciate asciugare tutte le cimette e poi passatele prima nell’emulsione di olio e soia e poi nella farina.

Passate le cime di cavolfiore infarinate prima nell’uovo e poi nella panure.

Sistemate le cime impanate nella friggitrice e lasciate cuocere per 5 minuti a 180°

Girate i vostri bocconcini e fate cuocere ancora per 3 minuti circa o fino a quando saranno ben dorati, dipende dalla misura.

 

Godetevi le vostre Cime di cavolfiore gratinate in friggitrice ad aria intingendole in una salsina tradizionale di vostro gusto o come ho fatto io in una creata con maionese e mostarda, connubio perfetto!

Fiore al Pesto di Pistacchio

Fiore al Pesto di Pistacchio: Un fiore bellissimo si può preparare anche in cucina, ed è facilissimo da realizzare!

L’effetto ottenuto è davvero spettacolare ma vi garantisco che non servono grandi doti in cucina né nelle manipolazioni. Se seguite con attenzione i passaggi potrete poi realizzare fiori con vari gusti sia dolci che salati.

 

Ingredienti per il fiore al pesto di pistacchio

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rotondi
  • 250 g di pesto salato di pistacchi
  • 200 g di salmone affumicato
  • 200 g di stracchino
  • 1 uovo per la doratura
  • Q.B. di semi di sesamo

ingredienti per il pesto di pistacchio

  • 200 g di pistacchi di Bronte non salati e non tostati
  • mezzo spicchio di aglio
  • 5 foglie di basilico
  • 45 grammi di Grana o parmigiano grattugiato
  • 100 ml di olio extravergine d’oliva
  • Q.B.sale
  • Q.B.pepe
  • 100 ml di acqua minerale naturale

Preparazione

Per prima cosa dovete preparare il pesto di pistacchi se non volete utilizzare quelli già pronti che trovate in commercio:

Prendete 200 g di pistacchi, possibilmente di Bronte, già sbucciati e non salati.

Se volete ottenere un colore di un  verde brillante dovete togliere la pellicina ai frutti secchi tuffandoli per qualche minuto in acqua bollente.

Io l’ho preparato con la pellicina che non disturba minimamente al palato

Inserite in un robot da cucina i pistacchi e azione fino a ridurli in una sorta di farina grossolana

Con un frullatore ad immersione emulsionate l’olio d’oliva, le foglie di basilico e l’aglio e inserite l’ acqua gradualmente

Salate, pepate e frullate fino a ottenere un composto omogeneo

Mescolate con una spatola la farina di pistacchio con il formaggio grattugiato  ed infine con l’emulsione preparata in più fasi

Ecco come si presenta il pesto ben amalgamato

Stendete il primo disco di pasta sfoglia e spalmatelo interamente con il pesto di pistacchio

Distribuite a questo punto il salmone a pezzetti e poi anche lo stracchino

 

Coprite perfettamente con il secondo disco di sfoglia e posizionate nel centro un bicchiere da cui farete partire i tagli per realizzare il Fiore al Pesto di Pistacchio

Vi consiglio di fare prima 4 tagli a croce e poi ogni quarto dividetelo in due, otterrete 16 striscette che dovete attorcigliare su se stesse con entrambe le mani, prendete due lembi di sfoglia e girateli verso l’esterno per due volte.

Chiudeteli a punta.

 

Ci saranno un totale di 8 petali, togliete il bicchiere e spennellate la sfoglia con  uovo  sbattuto e poi cospargete a piacere dei semi di sesamo

Infornate  in forno già caldo a 180° fino a doratura.

Si presenta bene ma si fa apprezzare anche in bocca!

Chiocciola di sfoglia a sorpresa

Chiocciola di sfoglia a sorpresa: Vi capitano quelle giornate in cui non avete voglia di stare a spignattare a lungo, ma volere comunque qualcosa di buono e sorprendente? Per stasera io ho pensato a questa deliziosa Chiocciola di sfoglia a sorpresa, un sapore che non ti aspetti ma che è veramente buona.

L’idea nasce come piatto unico ma può andare benissimo in porzione ridotta come antipasto, apericena e anche in bellavista in un buffet rustico.

 

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 600 g di zucchine romanesche
  • 1 piccola cipolla o 1 scalogno
  • 50 g di mortadella affettata fine
  • 150 g di formaggio filante
  • Q.B. parmigiano grattugiato
  • Q.B. di burro
  • Q.B. olio EVO
  • Q.B. sale e pepe

Preparazione

Cominciate a preparare le zucchine per il ripieno:

Dopo avere spuntato le zucchine tagliatele a dadini e mettete in tegame con la cipolla già imbiondita.

Lasciate cuocere per qualche minuto, finché le sentirete meno croccanti, è meglio che non siano troppo cotte perché continueranno a cuocere nel forno

Regolate con sale e pepe e spegnete la fiamma perché si intiepidiscano

Dividete la sfoglia in due parti per tutta la lunghezza e sovrapponetela leggermente sul lato corto, tirate leggermente con il matterello per allungarla un po’ e renderla più sottile stando attenti a non bucarla

Distribuite su tutta la lunghezza perfettamente al centro tutte le zucchine

Coprite con la mortadella

e poi sui laterali con il formaggio a listarelle

A questo punto non dovete far altro che attaccare fra di loro tutti i bordi creando un lungo serpentello ed arrotolarlo a spirale

Spolverizzate con parmigiano grattugiato a vostro piacere, io ne ho messo un bel po’… e qualche fiocchetto di burro

Mettete in forno già caldo a 200°  per una mezz’oretta, fino a quando vedrete la  Chiocciola di sfoglia a sorpresa bella dorata

Lasciate intiepidire per qualche minuto e tagliate a fette come se fosse una torta.

 

Tortini di zucchine e tonno

Tortini di zucchine e tonno: Siamo ancora relegati in casa e dobbiamo cercare di variare la nostra dieta anche con ciò che abbiamo in casa, limitare le uscite per andare a fare la spesa è molto importante per evitare di restare in casa ancora per molto tempo, io ci vado mediamente una volta ogni 15 giorni ottimizzando gli acquisti per riuscire a preparare cose buone anche con poco….

Eccoci quindi a preparare questi semplici ma buonissimi Tortini di zucchine e tonno, bastano pochi ingredienti ed anche poco tempo, ottimi sia come piatto unico arricchiti con altre verdure o come antipasto e se preparati negli stampini piccoli anche come aperitivi.

Ingredienti per 10 tortini
  • 400 gr zucchine
  • 150 gr tonno sott’olio
  • 2 uova medie
  • 200 gr farina 0
  • 3 g di sale
  • 100 ml di  latte
  • 50 ml di acqua
  • 1/2 bustina lievito per torte
Preparazione

Lavate  e tagliate a julienne le zucchine.

Sbattete un pochino le uova

Mescolate le zucchine  con il  tonno e le uova.

Unite la farina setacciata con il lievito, a questo proposito posso consigliarvi di sostituire parte della farina, diciamo circa un terzo con farina integrale per ottenere un aspetto più rustico dei tortini.

e alternate con il latte e l’acqua  mescolando molto bene, aggiungete per ultimo il sale.

Ecco come si presenta l’impasto alla fine

Ungete o foderate con i pirottini, 10 stampini per muffin e riempiteli per 3/4 con il composto preparato per i Tortini di zucchine e tonno.

Fate cuocere in forno già caldo a190° per circa 35 minuti.

Fateli dorare fino al punto giusto!

Ecco i vostri buonissimi Tortini di zucchine e tonno, una vera scoperta!

Zucca a julienne per bruschette o da conserva

Zucca a julienne per bruschette o da conserva: In autunno abbiamo la possibilità di utilizzare un ortaggio ricco di proprietà e povero di calorie. Leggete questo interessante articolo per saperne di più 
Ho deciso di preparare così questo dolce e delicato ortaggio per rallegrare la nostra tavola, vi consiglio di provarlo perché è abbastanza semplice da realizzare e piacerà a tutti per il suo gusto dolce e piccantino.
Ingredienti:
  • 1 kg di zucca già mondata e tagliata a pezzi
  • 250 gr. di olive nere denocciolate
  • 1 cucchiaio di peperoncino macinato o freschi tritati
  • 1 cucchiaio di aglio secco in polvere o in spicchi interi
  • 1 cucchiaio di basilico fresco o secco (facoltativo)
  • olio EVO  q. b.
  • 1\2 lt aceto di vino bianco
  • 1\2 lt di vino bianco
  • 1 cucchiaio di sale
  • 5 chiodi di garofano
  • 2 foglie d’alloro
Procedimento:
Sbucciare la zucca e togliere i semi e i filamenti.
Tagliare la polpa a pezzi della misura giusta per entrare nella bocchetta del robot di cucina o utilizzare una mandolina per grattugiare a julienne
In una  pentola abbastanza grande versare l’aceto, il vino, il sale, i chiodi di garofano e due foglie d’alloro
Portare ad ebollizione il liquido e poi aggiungere la zucca a julienne anche in 2 /3 volte.
Cuocere per 3 minuti esatti dal bollore
Scolare bene la zucca
e disporla senza sovrapporla su una tovaglia per tutta una notte, se volete conservarla sott’olio in modo che si asciughi dei liquidi, se invece la consumate entro pochi giorni bastano due tre ore di asciugatura.
Denocciolare le olive e tagliarle a pezzettini
In un  contenitore abbastanza grande mescolare bene la zucca sbollentata con le olive, il peperoncino, l’origano, il sale, l’aglio in polvere e l’olio d’oliva
Servire dopo un riposo di qualche ora in frigorifero, se volete consumarlo subito.

Se volete conservare questo antipasto, riempire con la  Zucca a julienne per bruschette o da conserva dei barattoli di vetro con chiusura ermetica che siano stati già sterilizzati.
Riempire i vasetti d’olio, appoggiate i coperchi dei vasetti se il livello dell’olio è sceso rabboccare e chiudere bene il coperchio.
Conservare al buio in dispensa.
Come avrete notato la Zucca a julienne per bruschette o da conserva può essere consumata in vari modi, semplicemente su delle bruschette o come contorno per accompagnare carni quali pollame e bistecche sia bovine che ovine che avranno uno sprint in più.
La zucca alla julienne è pronta per i vostri antipasti e contorni

Sfogliata Canestrata Colorata

La sfogliata canestrata colorata è nata al volo dopo aver visto un video sui social. Preso spunto da lì e subito messo in pratica. Devo ammettere che è non solo molto buona, ma anche di sicuro effetto. Bastano pochi ingredienti e un minimo di manualità. Le dosi sono per 6 persone se si vuol fare un buon pasto o ache più se si vuole utilizzare come antipasto o sfizio da aperitivo.

14360410_10210771762040163_685574372_o

Ingredienti per 6 persone

  • 2 rotoli di pasta sfoglia fresca rettangolari o anche rotondi
  • 100 g di prosciutto cotto affettato
  • 150 g di fiordilatte o mozzarella di bufala ben scolata dal suo siero
  • 30 g di parmigiano grattugiato
  • 1 peperone giallo e 1 peperone rosso
  • 1 uovo intero
  • sale e pepe Q. B.

Preparazione

Aprite le sfoglie e lasciatele sulla carta forno. Se sono tonde tagliate le parti stondate e fate due quadrati.

14359672_10210771789280844_744852965_oSu una sistemate prima le fette di prosciutto

14339805_10210771784760731_118528775_oe poi sopra adagiatevi le fettine di fiordilatte

14303946_10210771834921985_1880021812_osu cui spolverare il parmigiano.

14303890_10210684801742102_1177981612_oAggiustate di sale, poco, e pepe secondo i gusti.

Affettate a listelli i peperoni e salateli leggermente.

Fate delle strisce con l’altra sfoglia  e cominciate a montare la sfogliata canestrata colorata.

14302442_10210684800582073_104416134_nSpennellate un lato con l’uovo sbattuto su cui fisserete tutte le strisce come in foto e poi bloccatele con un’altra nella direzione opposta e poi tirate indietro tutte le strisce

14315660_10210684800142062_377914817_oTirate giù una sì e una no e sopra sistemate una riga di peperoni su cui poi riposizionerete tutte le strisce

14285404_10210684799502046_1121467572_oIntervallate ad intreccio una riga di peperoni rossi e una riga di peperoni gialli.

14285713_10210684798862030_2042790764_oContinuate fino alla fine con lo stesso metodo.

Bloccate tutti i lati con una striscia di pasta sfoglia.

14316035_10210684793381893_1912599455_oSpennellate con l’uovo battuto tutta la sfogliata

14315690_10210684798542022_1991923919_o (1)ed infornate per 30 minuti a 200° sul ripiano più basso, spostate poi su quello poco più basso del grill per 5 minuti ancora o finché  la sfogliata canestrata colorata sarà tutta dorata.

14340071_10210771771840408_253301961_o

Mini quiche fave e pecorino

Le mini quiche fave e pecorino assomigliano molto al sapore del classico cibo delle scampagnate primaverili romane. Si realizzano facilmente con l’aiuto della pasta sfoglia già pronta, ma se ne avete voglia potete prepararla anche voi. Si può preparare anche con una base di pasta brisè cambia solo il contenitore…… saranno molto buone lo stesso avranno solo forse un aspetto più rustico.

mini quiche 2

Ingredienti per 12 mini quiche

  • 250 g di pasta sfoglia pronta
  • 2 uova
  • 125 g di stracchino
  • sale e pepe quanto basta
  • 50 grammi di pecorino Romano Dop stagionato grattugiato
  • 1 Kg di fave fresche
  • 1 scalogno
  • 25 ml di olio di oliva extravergine

Procedimento

 

Preriscaldare il forno statico a 180 gradi.

Pulire le fave togliendo anche la seconda buccia, almeno di quelle più grosse. Tritare lo scalogno e soffriggere con l’olio Evo in padella, poi unire le fave e saltarle per 5 minuti,

fave escalognoaggiustare di sale e pepe e continuare la cottura ancora 10 minuti con il coperchio, se serve aggiungere qualche cucchiaio d’acqua.

In una ciotola sbattere le uova con il sale, il pepe, lo stracchino e  il pecorino. Unire le fave che sono state tritate finemente in un robot e amalgamare molto bene

Preparare gli stampi da muffin leggermente unti con olio Evo.

Tagliare con un coppapasta tondo a misura e sistemarli negli stampini.

Versare il composto di fave e pecorino in ogni stampino, è meglio non riempirli del tutto perché gonfiano un po’ in cottura.

mini quicheInfornare per 20 minuti e, quando le mini quiche fave e pecorino saranno gonfie e dorate, sfornare

teglia quichee fare riposare 5 minuti prima di assaporarle.

mini quiche 3

Ecco le saporite Mini quiche fave e pecorino da consumare anche nel vostro prossimo       pic nic.