Archivi tag: Afternoon tea

Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica

Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica: L’invenzione del tè delle cinque, così elegante ed inglese che più classico non si può è da attribuirsi ad  Anna, duchessa di Bedford  (1788 – 1861), la duchessa Ann era una delle dame di compagnia della Regina Vittoria.

Sua Maestà si impadronì del rituale, che divento per lei talmente importante, da chiedere ai suoi ospiti di indossare abiti da cerimonia consoni, per poter assaporare un tè in sua compagnia. La regina Vittoria, prediligeva più di altri questo torta-sandwich che conteneva tra i suoi due strati una bella farcitura fresca e cremosa al tempo stesso. La torta per questo prese il suo nome e diventò un classico del tea time. In realtà si tratta di due strati di pan di Spagna  con in più il burro rispetto al nostro, con un ricco ripieno, ma di certo, Victoria Sponge è un nome che suona decisamente più aristocratico anche se  in realtà questa regina, che dal 1937 al 1901 ha retto con forza incredibile e inflessibile rigore le sorti della Gran Bretagna e del suo impero, non dava l’aria di qualcuno che indulge ai piaceri di un tè troppo ricco e lezioso

Andiamo a preparare la semplice ma spettacolare Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica:

Ingredienti per 2 stampi da 20 cm

  •  4 uova
  • Burro (pari peso uova)
  • Zucchero (pari peso uova)
  • Farina (pari peso uova)
  • 8 g lievito per dolci
  • Confettura di lamponi o ai frutti di bosco Q.B.
  •  250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia ( la ricetta originale non la prevede)
  • Zucchero fino tipo zefiro per decorare
Preparazione

Accendete il forno impostandolo a 180°.
Pesate le uova sgusciate e preparate quindi lo zucchero, la farina e il burro con lo stesso peso
Sbattete lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto cremoso e morbido, è necessario incorporare più aria possibile .
 
Sbattete le uova a parte e poi aggiungetele al composto di burro e zucchero un poco alla volta per non fare impazzire la crema ottenuta.
Se si dovesse dividere aggiungete un pochino di farina.
Setacciate la  farina e il lievito per due volte
incorporate all’impasto con un cucchiaio di metallo poiché la forma del bordo del cucchiaio, tagliando l’impasto in modo trasversale, garantirà la minor fuoriuscita di aria.
Cercate di dividere l’impasto ottenuto equamente in due teglie già imburrate e infarinate o foderate con carta forno.
Cuocete la Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica in forno per circa 30-35 minuti, fate la prova stecchino.
Lasciate raffreddare nelle teglie, non è necessario sformarle prima.
Nel frattempo preparate la crema che sembrerà quasi una mousse. In realtà gli inglesi utilizzano la double cream, doppia panna che non si trova in Italia.
Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia se la usate, fino ad ottenere una crema morbida e corposa.
Quando le torte si saranno raffreddate spalmate abbondantemente sulla superficie di una delle due la confettura e poi sopra a questa distribuite con la sac à poche per distribuirla con più facilità, la crema alla panna e mascarpone

Spolverate la superficie con lo zucchero extra fino tipo Zefiro.
La Victoria Sponge Cake – Ricetta Classica è pronta per essere degustata in una bella festa o anche nel più classico afternoon tea.

The afternoon tea – il mio tè all’inglese

The afternoon tea – il mio tè all’inglese: Tutti i miei pezzi Wedgewood stanno spingendo i vetri dell’antica vetrina in cui sono stipati, tutti vorrebbero partecipare alla foto finale della ricetta del mese proposta da Valeria, vincitrice del mese scorso, dal suo murzillo saporito per la sfida di MTC N° 71

Sfida come ogni mese stimolante e stavolta rispettando le regole ho deciso di preparare la più classica delle torte inglesi, la torta della regina: Victoria Sponge Cake, ho poi aggiunto due varietà di Scones: uno classico e l’altro da una ricetta del famoso Jamie Oliver che dice “Gli scones sono meravigliosamente britannici, deliziosi e così semplici che persino un bambino di cinque anni potrebbe farli“.

Per il tè delle cinque ho scelto un classico Afternoon Tea che avevo acquistato nello store più famoso di Londra: The Harrods No. 16 Afternoon Ceylon è un tè monorigine dalle montagne incontaminate dello Sri Lanka. Leggero e rinfrescante, questo tè a foglie sfuse offrirà un infuso medio-marrone con sfumature di arancia e un sapore di agrumi dolcemente equilibrato. Per la perfetta preparazione della tipica bevanda ho seguito letteralmente le indicazioni di Valeria lasciando quindi in infusione il mio tè per 4 minuti prima di servirlo:

 

Il tè andrà preparato all’inglese, seguendo determinate regole imprescindibili.

Gli inglesi prendono il tè molto sul serio. 

Elemento fondamentale per preparare un buon tè é l’acqua.

Più buona é l’acqua più buono é il tè.

L’ideale sarebbe un’acqua filtrata o imbottigliata (ma non distillata), sempre fredda, portata a leggero bollore.

Mi raccomando di non far bollire l’acqua più di una volta.

Preriscaldate la vostra teiera e/o le vostre tazze versandovi un po? di acqua calda e lasciandola fino a farle diventare calde al tatto. Quindi buttate via l’acqua e aggiungete immediatamente il tè sul fondo della vostra teiera e/o tazza, generalmente 1-2 cucchiaini per persona a seconda dei gusti.

Versate l’acqua calda sul tè mantenendo la giusta proporzione, per esempio 1 tazza di acqua calda per ogni cucchiaino di tè.

Idealmente anche la temperatura dell’acqua deve essere quella giusta e questa varia a seconda del tè che state utilizzando.

Per i tè bianchi e quelli verdi la temperatura ideale é intorno ai 75°-85° C.

Mentre per i tè neri sarà necessaria una temperatura intorno ai 100°C.

Anche i tempi di infusione cambiano a seconda dei tipi di tè e se le foglie sono intere o no.

In generale per i tè verdi e i bianchi i tempi di infusione variano tra 1-3 minuti, per i tè neri da 3 a 5 minuti.

Il tè si serve accompagnato da zucchero, latte o limone a seconda dei gusti.

C’é una disputa sull’aggiunta del latte prima o dopo che il tè sia stato versato.

Secondo una prima teoria il latte andrebbe aggiunto nella tazza prima del tè se l’infusione é avvenuta nella teiera, in modo da scaldarsi in maniera graduale ed uniforme.

Mentre se invece si opta per un’infusione direttamente in tazza, il latte va aggiunto dopo il tè perché altrimenti abbasserebbe la temperatura dell’acqua impedendo il giusto grado di infusione.

Secondo il pensiero comune però, il latte va aggiunto sempre dopo che il tè é stato versato.

Il tè andrebbe servito con una teiera complementare piena di acqua calda per aggiustare, eventualmente, la gradazione del tè a seconda dei gusti.”

Nei giorni successivi all’inizio della sfida ho letto su un post della nostra mitica Val Pelt che lei accompagna sempre il tè delle 5 anche con dei piccoli Finger sandwiches, e che fai non li prepari? Diciamo che ho sforato un po’… ma ormai è fatta!

Victoria Sponge Cake

Ingredienti per 2 stampi da 20 cm

  •  4 uova
  • Burro (pari peso uova)
  • Zucchero (pari peso uova)
  • Farina (pari peso uova)
  • 8 g lievito per dolci
  • Confettura ai frutti di bosco Q.B.
  •  250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia ( la ricetta originale non la prevede)
  • Zucchero fino tipo zefiro per decorare
Preparazione

Accendete il forno impostandolo a 180°.
Pesate le uova sgusciate e preparate quindi lo zucchero, la farina e il burro con lo stesso peso
Sbattete lo zucchero e il burro fino ad ottenere un composto cremoso e morbido, è necessario incorporare più aria possibile .
Sbattete le uova a parte e poi aggiungetele al composto di burro e zucchero un poco alla volta per non fare impazzire la crema ottenuta.
Se si dovesse dividere aggiungete un pochino di farina.
Setacciate la  farina
e il lievito per due volte
 incorporate all’impasto con un cucchiaio di metallo poiché la forma del bordo del cucchiaio, tagliando l’impasto in modo trasversale, garantirà la minor fuoriuscita di aria.
Cercate di dividere l’impasto ottenuto equamente in due teglie già imburrate e infarinate o foderate con carta forno.
Cuocete in forno per circa 30-35 minuti, fate la prova stecchino.
Lasciate raffreddare nelle teglie, non è necessario sformarle prima.
Nel frattempo preparate la crema che sembrerà quasi una mousse.
Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia se la usate, fino ad ottenere una crema morbida e corposa.
Quando le torte si saranno raffreddate spalmate abbondantemente sulla superficie di una delle due la confettura
e poi sopra a questa distribuite con la sac à poche per distribuirla con più facilità, la crema alla panna e mascarpone
sovrapponete la seconda torta come se fosse un grande  sandwich e pressate leggermente. Spolverate la superficie con lo zucchero extra fino tipo Zefiro.
Per un classico The afternoon tea – il mio tè all’inglese non possono mancare gli Scones classici serviti con confettura di lamponi o fragole e con tanta panna o la mousse che troverete più avanti.

Scones ricetta base

  • 300 ml di latte fresco intero
  • 500 g di farina 00
  • 2 cucchiaini rasi di bicarbonato di sodio
  • 3 cucchiaini rasi di cremor tartaro
  • 125 grammi di burro
  • 2 bustine di tè verde profumato al gelsomino
  • 1 uovo leggermente sbattuto

Preparazione

Scaldate il latte fino ad una bollitura appena accennata.

Travasate il latte in una piccola ciotola e lasciate in infusione nel latte caldo le bustine di tè.
Date tempo al latte di raffreddarsi ed eliminate le bustine del tè.

Preriscaldate il forno a 220°C.

Mescolate assieme in una ciotola la farina, il bicarbonato di sodio e il cremor tartaro.
Unite il burro tagliato a dadini.
Lavorate con la punta delle dita il burro con il mix di ingredienti secchi.

Ottenuta una pasta sabbiosa, cioè quando vedrete che i pezzettini di burro sono diventati piccoli piccoli ed infarinati, aggiungete il  il latte.
Amalgamate il tutto.  Si possono mescolare gli ingredienti con un cucchiaio inizialmente, ma dopo dovete utilizzare le mani.

Ottenuto un composto omogeneo, stendetelo con un mattarello o anche utilizzando solo le mani, su un piano di lavoro infarinato, livellarlo fino a 2 cm circa di altezza.
Tagliate gli scones, con un tagliapasta o un bicchiere che abbia 5,5 cm di diametro.
I resti dell’impasto si  lavorano assieme per ottenere un nuovo panetto da stendere e tagliare come il precedente fino ad esaurimento della pasta.

Io ho ottenuto 16  scones con queste misure.

Sistemate gli scones a testa in giù sulla teglia ricoperta di carta forno. Se  durante la cottura gli scones si toccano non è un problema.

Spennellate gli scones con l’uovo leggermente sbattuto.
Cuocere gli scones a 220°C per 12-15 minuti.

Naturalmente se calcolerete i tempi e servirete gli scones ancora tiepidi saranno molto più buoni.

Gli scones vanno tagliati a metà e farciti prima con la confettura di fragole o lamponi e poi con la mousse alla panna e mascarpone, mai al contrario, regola ferrea!

 

Scones ai frutti secchi di Jamie Oliver

Ingredienti:

  • 500 g di farina autolievitante
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 150 g di frutta secca (mirtilli,uvetta,albicocche)
  • 150 g di burro freddo
  • succo d’arancia Q.B.
  • 2 uova grandi
  • 3 g di sale marino
  • 40 ml di latte fresco + Q.B. per spennellare gli scones
  • 2 cucchiai di zucchero di canna chiaro

Preparazione:

“Ricorda solo che meno tocchi l’impasto e più friabili saranno i tuoi scones” Parole di Jamie!

Tagliate a cubettini le albicocche e mettete a bagno con l’uvetta e i mirtilli in succo d’arancia, questo deve coprire la frutta, lasciate a macerare in frigo per circa 2 ore.

Accendere il forno a 200°

Mettete il ​​burro, la farina, il lievito, lo zucchero e il sale marino in una ciotola e usate i pollici e gli indici per spezzettare il burro e strofinatelo contemporaneamente con la farina in modo da ottenere dei pezzetti delle dimensioni dei cornflake.

Fatto questo fate  un buco nel mezzo dell’impasto, aggiungete le uova e il latte e mescolate con una spatola.

Scolate la frutta dal succo e aggiungetelo all’impasto. Se serve aggiungete ancora un cucchiaio di latte, bisogna ottenere una pasta morbida e asciutta.

Lavoratelo il meno possibile anche se vi sembra un po’ rustico. Spolverate con un pochissima farina, coprite la ciotola con pellicola trasparente e mettetela in frigo per 15 minuti.

Stendete con le mani l’impasto su una superficie leggermente infarinata fino a ottenere uno spessore di circa 2  cm. Con un coppapasta di 5,5 cm o con un bicchiere, ritagliate dei cerchi dall’impasto

e disponeteli a testa in giù su una teglia da forno: gonfieranno  meglio in quel modo (così dicono). Ripetete  l’operazione con tutti i ritagli per utilizzare tutto l’impasto.

Spennellate la parte superiore di ogni scone con il latte e cuocete in forno per 15 minuti, o fino a quando è li vedrete ben lievitati e dorati.

Servite ancora tiepidi con confettura preferibilmente rossa e la mousse di panna e mascarpone.

The afternoon tea – il mio tè all’inglese si arricchisce con questi strepitosi Scones di Jamie Oliver

Mousse di panna e mascarpone

Ingredienti:

  • 250 g di mascarpone
  • 250 g di  panna fresca da montare
  • 
50 g zucchero al velo
  • 5 ml di estratto di vaniglia

Preparazione

Montate insieme la panna e il mascarpone aggiungendo lo zucchero a velo e la vaniglia, fino ad ottenere una mousse morbida e corposa.

Sandwich per l’afternoon tea

Ingredienti:

  • 4 fette di pane per tramezzini da 25 cm
  • 1 confezione di pane integrale affettato
  • 1 caprino da 125 g
  • 125 g di robiola
  • 150 g di salmone affumicato a fette
  • 150 g di arrosto di tacchino a fette
  • qualche foglia di insalata tipo iceberg
  • 1 cucchiaino colmo di pepe rosa
  • erba cipollina Q. B.

Preparazione

Togliete i bordi alle fette di pane integrale.

In una ciotola tagliuzzate gli steli di erba cipollina

e poi aggiungete il caprino.

Lavorate bene con una spatola

e spalmate su una parte le fette di pane integrale

Distribuite su metà le fettine di salmone

e poi sovrapponete le altre fette di pane, dividere a metà  per realizzare i Finger sandwiches.

Prepariamo adesso gli altri Finger sandwiches :

In una ciotola amalgamate la robiola con il pepe rosa pestato precedentemente in un mortaio,

lavorate bene con una spatola

e spalmate su un lato delle fette di pane bianco.

Su metà delle fette distribuire prima la julienne di insalata poi le fette di tacchino e poi ancora insalata.

Coprire con le altre fette di pane e pressare leggermente. Tagliate ogni 5 cm per fare l’altra variante di Finger sandwiches simili ai precedenti.

Burro d’arancia

La realizzazione di questo burro è tanto semplice quanto buono:

Per ottenere 10 fiorellini di burro d’arancia vi seviranno 100 g di burro e la buccia di 2 arance biologiche.

Togliete la buccia alle arance, solo la parte gialla mi raccomando,

fate prima un taglio tipo julienne e poi piccoli quadratini.

Fondete il burro e versateci la buccia delle arance,

mettete in frigorifero per almeno un’oretta o anche più se volete un sapore deciso.

Fondete nuovamente  il burro a fiamma bassa.

Filtrate il tutto

e versate negli stampini.

Tenete in frigo o nel congelatore fino all’utilizzo.

Consiglio di spalmare gli scones con il burro all’arancia prima di mettere la confettura quando sono ancora tiepidi.

Naturalmente l’MTC ci illumina sempre e se volete sapere tutto su un afternoon tea perfetto leggete qui

Con queste ricette partecipo a MTC N° 71

Grazie a Mtchallenge e a Valeria per questo splendido pomeriggio in cui ho assaporato in bella compagnia tramezzini, torta, scones e una calda e deliziosa tazza di tea con The afternoon tea – il mio tè all’inglese, anche le mie bellissime porcellane ringraziano per aver visto la luce e contenute tante bontà!