Confettura di fichi-bianchi o neri

Confettura di fichi-bianchi o neri: la confettura di fichi si prepara d’estate per gustare il suo delizioso sapore tutto l’inverno, un vero nettare. È semplicemente perfetta per farcire torte o biscotti, ma anche per accompagnare un tagliere  di formaggi, per dare quel guizzo  in più a dolci al cucchiaio o per dare un sapore speciale alle vostre colazioni. Si può fare con tutti i tipi di fichi: con i fioroni, che di solito maturano a fine giugno, o con i fichi che si trovano sugli alberi da fine luglio fino a fine settembre.

Sembra sia un falso mito quello di attribuire ai fichi un carico calorico eccessivo, in effetti contengono solo il 12% di zuccheri e l’80% di acqua.

Per esaltare il sapore dei fichi si possono aggiungere spezie o frutta secca a fine cottura per variare così il gusto che risulterà sempre diverso.

Quindi si può aggiungere cannella, noce moscata, vaniglia, zenzero per esaltare i formaggi, noci o mandorle tritate e perfino una bella manciata di pistacchi.

Vi consiglio quindi di calcolare un 40/50% di zucchero per preparare la confettura di fichi, che siano bianchi o neri. A me piace lasciare anche la buccia e frullare tutto dopo il riposo della frutta con lo zucchero.


Ingredienti

  • 1 kg di fichi
  • 400 g di zucchero semolato o di canna
  • 1 limone bio

Preparazione

Per la Confettura di fichi io seguo le mie regole di base: Mettere a riposare in frigo per almeno una notte la frutta con lo zucchero e i suoi aromi!

Quindi tagliate il picciolo ai fichi e fateli in quarti  a cui aggiungerete lo zucchero la buccia del limone e il suo succo. Coprite bene con pellicola alimentare o un coperchio adatto al contenitore e ponetelo in frigo per tutta la notte, fino a 24 ore.

Ecco come si presenta la frutta dopo la macerazione in frigorifero.

Il giorno dopo con un frullatore ad immersione riducete quasi in crema o con la consistenza che preferite, la frutta con il suo “sugo” e travasate in una pentola posta su fuoco medio.

Lasciate borbottare la Confettura di fichi fino a cottura, servirà circa una mezz’oretta.

Fate la classica prova del piattino mettendo un cucchiaino di Confettura di fichi sullo stesso lasciandola scivolare: il momento giusto è quando scende lentamente ma non troppo, altrimenti quando si raffredda sarà troppo dura.

A questo punto ho inserito un cucchiaino di cannella in polvere per caratterizzare questa meravigliosa  Confettura di fichi ma come vi ho spiegato prima si presta a moltissime variazioni che vi consiglio di provare.

Invasate la confettura bollente in vasetti di vetro già sterilizzati e ben asciugati.

Riempite i vasetti con la marmellata appena fatta, lasciando 1 cm vuoto dal bordo. Chiudete ogni vasetto con un tappo nuovo e capovolgete fino a quando si raffredderanno dopo averli posti nel forno che avrete prima portato a 120° e poi spento.

Oggi ho utilizzato dei fichi neri con l’interno di un viola vivace e questo ne è risultato.Fare la Confettura di fichi come avete visto è davvero semplice e avrete la soddisfazione di mangiare qualcosa di veramente naturale ma davvero buona!