Archivi categoria: Senza categoria

Dolcetti alle mandorle e crema di mango

Dolcetti alle mandorle e crema di mango: Vi piace la frutta esotica? Questi fanno per voi! Non dovete necessariamente comprare  mango di importazione, ormai vengono coltivati con grande successo anche da noi in Sicilia e in Calabria, vi garantisco che sono anche più buoni perché non devono sopportare lunghi viaggi ed essere raccolti praticamente acerbi.

Immagine da @mangosiciliano

Ingredienti per 12 dolcetti

  • 150 g di farina 00
  • 80 g di farina di mandorle
  • 2 uova
  • 75 g di zucchero semolato
  • 100 ml di latte
  • 75 g di burro
  • 8 g di lievito per dolci
  • 1 presa di sale
  • 250 g di polpa di Mango
  • Tuorli
  • 70 g di Zucchero
  • 25 g di Amido di mais 
  • 50 g di burro freddo

Preparazione

Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°.

Cominciate sciogliendo il burro e tenetelo da parte.

Montate le uova con lo zucchero fino a farle diventare belle spumose.

montaggio delle uova

Aggiungete il latte e continuate a montare.

Setacciate la farina, il lievito, il sale e a parte la farina di mandorle.

Se volete potete preparare la vostra farina di mandorle mettendo le mandorle intere in un robot da cucina azionandolo fino a ridurle in polvere.

Adesso dovete mescolare le polveri con il composto di uova.

Come ultimo ingrediente inserite il burro ormai freddo e mescolate fino a quando sarà liscio e omogeneo.

impasto finale

Imburrate o coprire con dei pirottini di carta degli stampi da muffins piccoli e riempiteli fino ad un centimetro dal bordo.

pirottini riempiti correttamente

Inerite lo stampo nel forno caldo e lasciate cuocere i Dolcetti alle mandorle e crema di mango per circa 25 minuti.

Vi consiglio di testarne la cottura con la classica prova stecchino.

dolcetti pronti da sfornare

Nel frattempo preparate le crema al mango,potete trovare qui la ricetta

Quando i Dolcetti alle mandorle si saranno raffreddati dovete realizzare un foro centrale utilizzando un levatorsoli  o qualcosa di simile.

come bucare i dolcetti

Riempite ogni foro con la crema al mango e copritene anche la superficie.

farcitura con sac a poche

Per decorare i vostri Dolcetti alle mandorle e crema di mango ho caramellizzato la buccia del mango cuocendola in uno sciroppo di acqua e zucchero in egul quantità, tagliando poi delle piccole formine.

 

Vi garantisco che i Dolcetti alle mandorle e crema di mango sono veramente buoni e freschi, un sapore esotico e diverso dai soliti muffins!

 

Gattò di patate-ricetta siciliana

Gattò di patate-ricetta siciliana: Può anche chiamarsi gateau di patate, ma in Sicilia lo chiamiamo così, è questo il nome con cui lo riconosciamo.

Il gateau di patate, è stato italianizzato in gattò o a volte anche gatò, arrivò sulle ricche tavole del Regno delle due Sicilie alla fine del 1700.

Fu proprio la regina Maria Carolina d’Asburgo, moglie di Ferdinando I di Borbone che per non separarsi dai piatti dei monsieurs, i cuochi francesi, li portò con sé a corte nel Regno di Napoli.

Il popolo napoletano così ebbe modo di conoscere la nuova tecnica e la fece propria. Sostituì il groviera con il fior di latte, e arricchì il pasticcio con prosciutto cotto e salame e non solo. Anche il nome subì una trasformazione, da gateau di patate in gattò… e persino i monsieurs diventarono “monzù” nelle ricche famiglie del regno.

Ogni famiglia tramanda la propria versione di questo irresistibile sformato di patate, questa è quella della mia famiglia.

 

Ingredienti per 8 persone:

  • 2 kg di patate
  • 100 g di burro + Q.B. per lo stampo e i fiocchetti finali
  • 4 uova intere
  • 150 g di parmigiano reggiano
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 300 g di provola o scamorza
  • Q.B. di noce moscata
  • Q.B. di pane grattugiato
  • Q.B. di sale e pepe

Preparazione

Lavate bene le patate e fatele lessare in abbondante acqua salata, sbucciatele e pelatele ancora calde e poi riducetele in purea con lo schiacciapatate.

Man mano che ottenete la purea inserite il burro a pezzetti in modo che cominci a sciogliersi.

Quando avrete ottenuto tutta la purea di patate mescolate bene per fare sciogliere tutto il burro e inserite le uova, procedete poi con una metà di parmigiano e continuate con il pecorino, regolate di sale e pepe.

Aggiungete anche un po’ di noce moscata grattugiata secondo il vostro gusto.

Dovete ottenere un composto soffice e ben amalgamato.

Imburrate uno stampo di 26 cm e spargete una manciata di pangrattato per farlo aderire bene al fondo e alle pareti.

Con un terzo dell’impasto di patate fate un primo strato sul fondo della teglia e poi fate uno strato di prosciutto

e uno di provola ricoprite il tutto con una manciata di parmigiano.

Ricoprite con un terzo di impasto e fate ancora una farcitura come le precedente.

Ricoprite il tutto con la parte restante di patate e livellate bene.

Spargete ancora l’ultimo formaggio grattugiato e una manciata di pangrattato.

Ancora qualche fiocchetto di burro e il gattò di patate è pronto per essere infornato in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti o anche un’ora.

Il gattò di patate deve risultare dorato e con una bella crosticina.

Sfornate il gattò di patate e lasciatelo intiepidire per circa 20 minuti prima di consumarlo.

Vedrete che sarà un piatto che amerete moltissimo e lo preparerete tantissime volte!