Accensione del forno

Ciao a tutti, per chi non ci conosce siamo Sonia e Bruno due pasticcioni, ci piace cucinare un po’ di tutto ma per la maggior parte adoriamo preparare lievitati dolci e salati.

Abbiamo la fortuna di avere un forno a legna in cui prepariamo di tutto a partire da primi piatti fino ad arrivare a dolci.

In questo pdf vi volevamo spiegare come accendere e scaldare il forno, e come riuscire a sfruttare tutto il calore del forno in modo da cuocere pizza, pane, primi, e dolci scaldando il forno solo una volta.

Vi vogliamo lasciare anche qualche piccolo consiglio su come usare al meglio il forno elettrico di casa.

Forno a legna, dalla pizza al dolce

Iniziamo ad accendere il nostro forno utilizzando legna piccola per far partire il nostro fuoco, mettiamo la legna nel centro del forno e diamole fuoco aiutandoci con della carta.

Una volta che la legna inizia a bruciare iniziamo a  buttare nel forno pezzi leggermente pi ù grandi, la legna adatta per il forno sarebbe di cascia o cerro, se non avete questa legna il forno impiegherà più tempo ma scalderà lo stesso non c’è problema,

Per far arrivare il forno in temperatura ci vorranno dalle 3 alle 4 ore circa a seconda della dimensione del forno, forni più piccoli anche in 2 ore e mezzo circa sono pronti.

L’idea del più legna metto nel forno e prima scalda secondo noi è sbagliata perché farà la fiamma tutta insieme e una volta finita rimarrà la brace tutta nel centro del forno e i lati saranno troppo freddi mentre il centro troppo caldo.

La legna va aggiunta un po’ alla volta e ogni tanto spostare la fiamma in modo che non batta sempre e solo in un punto ma che piano piano batta in ogni parte del forno, lo stesso per la brace non deve essere tutta in un monte preciso ma anche quella deve scaldare il suolo del forno per intero.

Dirvi quanta legna bruciare prima che sia caldo è impossibile ma per vedere se il forno è caldo i mattoni da neri cambieranno colore e diverranno rossi, già quello è un indizio poi se avete bruciato legna in modo consecutivo per alcune ore cercando di far battere la fiamma in ogni parte del forno allora dovrebbe esser e pronto per iniziare.

Iniziamo a cuocere le pizze

Una volta scaldato il forno stendiamo la brace per tutto il suolo, dopo 10 minuti circa in cui abbiamo tenuto la bocca del forno socchiusa portiamo legna e brace da una parte è indifferente se destra o sinistra, come preferite.

Continuate a mettere un pezzo alla volta sopra la brace in modo da avere sempre una fiamma non troppo forte ma continua, pulite il suolo dalla cenere in eccesso con una granata bagnata o uno strofinaccio ben zuppato e il forno dovrebbe essere pronto per cuocere le vostre pizze.

Noi di solito prima di infornare la pizza stendiamo un pezzo piccolo di impasto senza niente nemmeno olio e lo mettiamo in forno e vediamo se sotto brucia oppure se cuoce in modo corretto.

Se il sotto si dovesse bruciare troppo alla svelta aspettate un paio di minuti e provate nuovamente.

Tra un pizza e un’altra ( a meno che non cuocete di continuo pizze) vi consigliamo di socchiudere la bocca del forno in modo da far perdere meno calore possibile.

Avete finito di cuocere le pizze?

Se la vostra risposta è si e avete delle pagnotte di pane a lievitare allora stendete in tutto il forno la brace rimasta, prima però fate finire la fiamma se avete ancora legna che sta bruciando con la bocca del forno socchiusa.

Stesa la brace? A seconda di quanta brace c’è il tempo varia ma di solito dopo 1 ora circa potete di nuovo mettere la brace da una parte del forno e se avete un termometro laser controllate la temperatura del forno sia nel suolo che nella volta al centro. Quanti gradi segna?

Dai 220 ai 250 gradi? Potete infornare il pane se volete un pane cotto ma non bruciacchiato

Dai 250 ai 300 gradi? Potete infornare il pane se volete un pane ben cotto e un po’ bruciacchiato

Infornato il pane? Bene inizia a preparare i biscotti che una volta cotto voleranno in forno oppure un primo piatto a scelta tua e perché no entrambi.

Il forno ormai sta arrivando alla fine del calore ma c’è sempre tempo per infornare dolci o biscotti oppure dei primi piatti o cuocere della frutta, una volta levato il pane decidi te cosa infornare il forno avrà raggiunto una temperatura giusta per entrambi.

Ricorda però che i biscotti cuociano più velocemente rispetto ad un forno elettrico, quindi occhio a non bruciarli.

Se poi dopo tutto ciò vuoi cuocere anche delle meringhe puoi farlo, il forno starà freddando ma le meringhe riusciranno benissimo a cuocere.

Forno elettrico consigli di cottura

Non tutti hanno un forno a legna in casa, ma il forno elettrico ormai lo abbiamo tutti.

Esistono due tipi di forno ventilato e non, sapevi che se una ricetta indica 180° per forno statico nel forno ventilato bisogna abbassare la temperatura di 10°? Molte ricette non lo specificano ma di solito sono scritte per forno statico, quindi se in casa hai un forno ventilato il nostro consiglio è di abbassare di 10° la temperatura oppure viceversa se hai un forno statico ma la ricetta spiega la cottura per il forno ventilato alza la temperatura di 10°

Una cosa molto importante per una buon riuscita del prodotto è anche preriscaldare bene il nostro forno, accendiamolo anche 5 minuti prima del previsto in modo che siamo sicuri che il forno sarà ben caldo e il prodotto verrà cotto bene.

Molti forni statici cuociano più da una parte che da un’altra, nessun problema se in forno hai messo un prodotto lievitato aspetta di essere a metà del tempo di cottura dopo apri pure il forno e gira il prodotto, ormai non c’è più il rischio che si sgonfi il tutto.

Piccolo consiglio per cuocere i bignè, lascia leggermente il forno aperto usando un mestolo in legno oppure una pallina di carta stagnola, i bignè asciugheranno meglio al suo interno e saranno più croccanti fuori.

Per la pizza invece? Inforna prima la base con solo il pomodoro e cuoci bene sotto poi gli ultimi 5 minuti di cottura aggiungi la mozzarella e metti a cuocere nella gratella più in alto in modo da far sciogliere la mozzarella ma non farla diventare “abbronzata” così rimarrà bianca.

Speriamo che questo pdf sia stato di tuo gradimento e di aiuto, non esitare a scriverci se hai dubbi o domande saremo felici di risponderti.

Vi ricordiamo che potete trovare le nostre ricette sul nostro blog, vi lasciamo qua i link dei nostri social https://linktr.ee/ipiccolipasticcioni