Ravioloni al salmone con pesto di pistacchi

Ai miei amici di Instagram l’avevo promessa da un po’ questa ricetta e finalmente li accontento… anche se saranno ancora più contenti quando li prepareranno e li gusteranno. Preparare la pasta fresca è una cosa che adoro fare: mi piace impastare, mettere le mani in pasta e sentire come due semplici ingredienti cambino, si trasformino mano a mano che li lavoro. Inoltre è una di quelle preparazioni, come la pasta frolla per i dolci, assolutamente versatile: infatti, solitamente quando la preparo non mi limito a fare un solo formato, ma mi piace farne diversi da utilizzare nei giorni a venire. O, ad esempio, quando preparo la pasta ripiena (ravioli, tortellini e chi più ne ha più ne metta) ne avanza sempre tanta dai ritagli e, dal momento che odio gli sprechi, fino a che mi è possibile reimpasto i ritagli e li riuso; quando però la pasta si “stanca” di essere maneggiata ci faccio i maltagliati, un formato che adoro usare nella pasta e fagioli.

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ravioloni

  • 200 gFarina 00
  • 2Uova
  • 1 pizzicosale fino
  • 1 pizzicoCurcuma in polvere
  • 100 gFiletto di salmone
  • 50 gYogurt greco
  • q.b.Pepe
  • q.b.Olio di oliva

Pesto di pistacchi

  • 60 gpistacchi sgusciati
  • q.b.Olio di oliva

Preparazione

  1. Per prima cosa occupati della pasta all’uovo che dovrà riposare almeno mezz’ora in frigo. Metti sul piano la farina a fontana, un pizzico di sale; al centro rompi due uova e aggiungi un pizzico di curcuma che servirà solo a dare colore alla pasta, il sapore non si sentirà assolutamente. Inizia a rompere le uova con la forchetta; piano, piano raccogli un po di farina dai bordi e, quando non è più troppo liquido, comincia ad impastare con le mani, raccogliendo tutta la farina sul piano. Lavoralo energicamente fino ad ottenere un panetto ben elastico e liscio; ci vorranno all’incirca 10-12 minuti. Una volta pronto, coprilo con pellicola e riponilo in frigo per una mezz’ora almeno.

  2. Intanto occupati del ripieno: metti in una padella antiaderente un filo d’olio di oliva e, quando è calda, il filetto di salmone a pezzetti; fallo rosolare per bene, senza che però cuocia eccessivamente, deve rimanere molto morbido.

  3. Una volta pronto, mettilo in una terrina e con una forchetta spezzettallo; aggiungi lo yogurt greco, un pizzico di pepe e amalgama per bene.

  4. Per il pesto di pistacchi ti consiglio di comprare i pistacchi già sgusciati; altrimenti, se come me non li trovi, prendi 50 g dei pistacchi (il peso si riferisce ai pistacchi già sgusciati), sgusciali, falli scottare in acqua bollente per 2 minuti, scolali e leva la pellicina. Asciugali e frullali aggiungendo, poco per volta, tanto olio quanto ne serve per ottenere una consistenza pastosa e morbida. Con i restanti 10 g di pistacchi prepara la granella: falli tostare in padella per 4 minuti e tritali al coltello.

  5. Riprendi la pasta dal frigo, falla acclimatare tre minuti e cominciala a stendere con il mattarello o con la Nonna papera, come preferisci, ad uno spessore abbastanza sottile, formando delle lingue di pasta, sulle quali posizionerai delle palline di ripieno. Inumidisci i bordi con un velo d’acqua, di modo che la pasta si incolli per bene e posiziona sopra un’altra lingua di pasta. Per far sì che i ravioli non si rompano quando li cuoci, preoccupati di levare tutta l’aria dall’interno: quindi, partendo dal parte centrale del raviolo fai una leggera pressione con i polpastrelli verso l’esterno e sigillali per bene; ora, puoi dargli la forma che preferisci (quadrati, tondi, rettangolari), io ad esempio ho usato uno stampino per tagliarli a forma circolare di circa 5 centimetri (in questo modo te ne verranno 10-12). Mano a mano che li fai mettili da parte su un vassoio, aggiungendo un po’ di semola che evita che si attacchino.

  6. Fai cuocere i ravioloni in acqua bollente salata per 6-8 minuti; il tempo preciso dipende dallo spessore della pasta. Per verificare la cottura prova a tagliare il bordo che deve risultare morbido. Una volta pronti scolali e componi il piatto: sulla base metti due cucchiai di pesto, posiziona i ravioli, aggiungi un altro po’ di pesto al centro e finisci con la granella di pistacchi.

Note

Se ti dovesse avanzare un po’ di ripieno come è successo a me, ovviamente non buttarlo via! Puoi utilizzarlo per farcire delle zucchine: prendi delle zucchine lunghe, belle cicciotte e dividile in due nel senso della lunghezza; con uno scavino svuotale e aggiungi la polpa della zucchina ridotta a pezzetti al salmone; farcisci le zucchine e inforna a 180° per 15 minuti circa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.