Pizza bianca

Questa pizza bianca è perfetta per un aperitivo homemade, servita tiepida insieme a un bel tagliere di salumi e formaggi, ma anche per essere farcita e mangiate fredda come pranzo al sacco.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 80 g semola
  • 80 gfarina tipo 1
  • 40 gfarina integrale
  • 40 gpasta madre (o 10 g lievito madre essiccato)
  • 150 gacqua
  • 1 cucchiaioolio d’oliva
  • 4 gsale fino
  • sale grosso
  • rosmarino

Preparazione

  1. LIEVITO: se usi il lievito madre rinfrescalo per tempo e usalo quando è raddoppiato; se usi il lievito madre essiccato verifica che contenga una percentuale di lievito di birra e quindi scioglilo in due dita di acqua tiepida, lascia riposare per 10 minuti e poi aggiungi all’impasto seguendo la ricetta.

    IMPASTO: in una ciotola unisci le farine con 50 g di acqua e comincia ad impastare grossolanamente; aggiungi la pasta madre spezzettata o il lievito madre essiccato sciolto e la restante acqua poco alla volta per farla assorbire bene. Aggiungi poi l’olio d’oliva e alla fine il sale, continua ad impastare energicamente. Copri e lascia riposare per 30 minuti circa.

    PIEGHE E RIPOSO: fai delle pieghe che daranno forza all’impasto tirando verso l’alto l’impasto con le mani e ripiegandolo delicatamente su se stesso. Ripeti per 3 volte in totale sempre a distanza di 30 minuti l’una dall’altra. Poi metti l’impasto in un contenitore unto e riponi in frigorifero per circa 16 ore.

    STESURA E COTTURA: passate le 16 ore di maturazione in frigo, riprendi l’impasto e lascia acclimatare per circa 2-3 ore a temperatura ambiente, poi stendi l’impasto in una teglia unta, copri con un panno e lascia lievitare altre 2 ore. Riprendi la pizza e con i polpastrelli in modo delicato crea delle fossette, condisci con un bel giro d’olio d’oliva, del sale grosso e del rosmarino. Fai cuocere in forno caldo a 250°, modalità statica per circa 20 minuti controllando la cottura della base.

Alternative e suggerimenti

LIEVITAZIONE: Se preferisci una lievitazione più veloce puoi saltare la maturazione in frigo e aspettare il raddoppio a temperatura ambiente che impiegherà all’incirca 5-6 ore, dipende dalle temperature e dalla forza del lievito, ma tienilo sotto controllo.

DOSI: Se decidi di aumentare le dosi ti consiglio di effettuare la maturazione in frigo in massa; dopo le 16 ore, tirato fuori l’impasto dal frigo, fai acclimatare per 1 ora a temperatura ambiente e dividi in più panetti che lascerai lievitare a temperatura ambiente per altre 2 ore circa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.