Crea sito
I pasticci di casa mia

Barrette spezzafame fichi e mandorle

Continua la serie della barrette spezzafame. Questa settimana: barrette spezzafame fichi e mandorle. Come sapete Fabio vuole sempre gusti diversi e io cerco di accontentarlo come posso, cercando di creare sempre nuovi gusti. La cosa che hanno in comune le mie barrette, sono tutte molto ricche di potassio e di tanti altri sali minerali, vitamine, fibre, non saranno molto proteiche, ma arriveremo a fare anche quelle. In queste barrette ho utilizzato dei fichi secchi e delle mandorle, come ingredienti base. Come è noto i fichi secchi con le mandorle sono una vera golosità, una coccola sopratutto se sono anche ricoperte di cioccolato, perché non portare questi ingredienti dentro delle barrette?! Ho evitato il cioccolato, Fabio ha deciso di stare a dieta quindi anche le sue barrette devono essere poco caloriche. Passiamo alla ricetta, di cui finalmente ho fatto il video, così vedrete quanto è facile realizzarle. Ogni barretta ha un valore calorico di 178 Kcal.

Barrette spezzafame fichi e mandorle
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le barrette spezzafame fichi e mandorle

  • 150 gfichi secchi
  • 75 gfiocchi di avena
  • 80 gmandorle
  • 25 gzucchero di canna grezzo
  • 10 gsesamo

Strumenti

  • 1 Frullatore / Mixer
  • 1 Spatola ( in silicone)
  • Carta forno 2 fogli
  • 1 Mattarello
  • 1 Coltello

Preparazione delle barrette spezzafame fichi e mandorle

  1. In un mixer frullate i fichi secchi sino a ridurli a purea.

    Aggiungete poi i fiocchi di avena, le mandorle e lo zucchero e continuate a frullare, senza però ridurre a farina gli ingredienti. Lasciate che si possano vedere piccoli pezzi.

    Versate il composto ottenuto in una ciotola e aggiungete i semi di sesamo, impastate sino a che non vedrete che il composto si compatta, all’inizio sembrerà farinoso poi pian piano si compatterà.

    Rovesciate il composto così ottenuto tra due fogli di cara forno e con un mattarello dategli una forma rettangolare. Se preferite potete versarlo in un contenitore di quelli per la conservazione in frigorifero degli alimenti, foderato da carta forno, livellando con il dorso di un cucchiaio.

    Avvolgete il panetto ottenuto in un foglio di carta forno e mettetelo a rassodare ulteriormente in frigorifero per almeno un’ora.

    Passato il tempo di riposo in frigorifero, potete tagliarlo a barrette. Io ne ho ottenute otto.

    Potete dare queste barrette anche ai bambini come merenda, sono povere di zuccheri e grassi, ma ricche di fibre, sali minerali e vitamine, non contengono conservanti o coloranti. E’ la snack ideale da portare a scuola al posto delle poco salutari merendine.

  2. Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie. Per qualche chiarimento o commento, c’è il pulsante whatsapp, dove potete contattarmi in tempo reale.

    Potete iscrivervi anche sul mio canale Telegram dove ogni giorno posto nuove e vecchie ricette e da oggi anche sul mio canale Youtube, mi raccomando iscrivetevi, facciamolo crescere.

    Ciao e alla prossima ricetta.

Potrebbe anche interessarvi

  1. Barrette energetiche pistacchio e cocco

    Barrette energetiche pistacchio e cocco, l’aggiunta del cioccolato le rende veramente golose. Ottime e salutari anche per la merenda dei ragazzi.

  2. Barrette ai cereali soffiati

    Barrette ai cereali soffiati uno snack goloso per ogni momento della giornata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Sommario
recipe image
Nome ricetta
Barrette spezzafame fichi e mandorle
Nome autore
Pubblicato il
Tempo si preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »