Crea sito
I pasticci di casa mia

Zuccotto al cioccolato bianco

Zuccotto al cioccolato bianco, nato dalla mia continua ricerca della spirulina perduta, che comunque non ho ancora trovato, ma ho trovato, ben occultato da Valentina un paio di sacchetti di cioccolato bianco Callebaut, sopravvisuti all’idrovora che è Fabio. Avevo già in mente da un po’ di preparare come dessert uno zuccotto, ma come sempre, le mie ricette all’inizio sono sempre un po’ nebulose, faccio mentalmente mille accostamenti, poi mi basta vedere una cosa che attira la mia attenzione e la ricetta è fatta. Però, devo dirvi la verità, ero convinta che io non lo avrei mai mangiato e speravo che invece Giuseppe e Fabio riuscissero a mangiarlo, altrimenti lo avrei regalato: Sapete già la mia avversione al cioccolato bianco, troppo dolce, troppo stucchevole, insomma troppo in tutti i sensi per i miei gusti, anche se assaggiando il cioccolato bianco Callebaut ho dovuto fare un passo indietro, il sentore di vaniglia, il gusto del burro di cacao, lo rendono veramente speciale. A farla breve, timidamente ne ho preso un boccone, poi una fetta e poi il bis, e non solo io, tutti abbiamo bissato, non ci avrei mai creduto.

Zuccotto al cioccolato bianco
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per lo zuccotto al cioccolato bianco

  • 260 gsavoiardi
  • 350 gphiladelphia classica
  • 250 mlpanna fresca liquida
  • 150 gcioccolato bianco
  • 40 gzucchero a velo (più quello per decorare)

ingredienti per la bagna

  • 170 glatte
  • 65 gbrandy

Strumenti

  • 1 Frusta elettrica
  • 1 Spatola ( in silicone)
  • 1 Coltello
  • 1 Bilancia
  • 3 Ciotole
  • 1 Stampo da zuccotto opuure una ciotola semisferica da 20 cm
  • Pellicola per alimenti

Preparazione dello zuccotto al cioccolato bianco

  1. Foderate con la pellicola lo stampo. In alternativa, come ho fatto io, usate una ciotola adatta

  2. Pesate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria, poi mettetelo da parte ad intiepidire.

  3. Lavorare a crema la Philadelphia

  4. Montate la panna a neve ferma con lo zucchero a velo ed incorporate al formaggio, poca alla volta e con movimenti dal basso verso l’alto per non smontarla. Poi aggiungete il cioccolato fuso, sempre con movimenti dal basso verso l’alto.

  5. Tagliate le estremità ai savoiardi

  6. Preparate la bagna, unendo il latte al brandy.

    Passate velocemente, ogni savoiardo nella bagna, non si devono inzuppare molto e foderate fondo e pareti dello stampo.

  7. Versate al centro metà della crema al cioccolato bianco.

  8. Senza inzupparli mettete sulla crema tutte le punte dei biscotti ed eventualmente altri pezzi.

  9. Ricoprite con la restante crema e chiudete la superficie con altri biscotti passati nella bagna. Pareggiate i bordi, nel caso vi siano biscotti che spuntano.

  10. zuccotto al cioccolato bianco

    Ricoprite il dolce con della pellicola e fatelo riposare in frigorifero per una notte.

    Al momento di servirlo, levate la pellicola in superficie, appoggiate il piatto di servizio e capovolgete. Spolverate con zucchero a velo.

  11. Cioccolato Callebaut

    Io vi consiglio di utilizzare per questo dolce del cioccolato bianco di ottima qualità, possibilmente il cioccolato bianco Callebaut. So perfettamente che è più caro rispetto al cioccolato che si trova nei supermercati, ma almeno una volta nella vita, assaggiate tutti i cioccolati Callebaut, sarà un’esperienza indimenticabile. Se volete acquistarli vi basterà cliccare sul link.

    Se volete saperne di più su questo cioccolato leggete il mio articolo “cioccolato

    Link sponsorizzati inseriti nella pagina

    Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie. Per qualche chiarimento o commento, c’è il pulsante whatsapp, dove potete contattarmi in tempo reale.

    Potete iscrivervi anche sul mio canale Telegram dove ogni giorno posto nuove e vecchie ricette

    Ciao e alla prossima ricetta.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »