Crea sito
I pasticci di casa mia

Polpette di patate filanti

Rifacendomi ai miei panzarotti di patate , ho voluto fare una versione più golosa, ripieni di formaggio creando delle polpette di patate filanti. Peccato che non avessi menta che ho sostituito con dell’origano. Qua nella ricetta vi metterò origano, perché di fatto io ho usato questo, però se avete della menta preferitela, dà un profumo ed un aroma eccezionale. Gli uomini di casa hanno deciso ormai da mesi che le erbe aromatiche le devono curare loro in terrazzo, come se ogni volta che ho bisogno di erbe aromatiche loro stessero a mia disposizione per andarmele a raccogliere. Io due piani di scale per un mazzetto di menta o altro non li faccio, considerato che per arrivare al primo piano ci sono già 31 scalini e per arrivare al secondo piano ce ne sono solo 16, ma è la scala più scomoda e pericolosa che io conosca. E’ una scala di servizio, in ferro grigliato, fatta male, prima o poi me la farò rifare, ma intanto io in terrazza ci salgo raramente. Ieri mentre ero intenta a preparare le polpette a casa non c’era nessuno affinché mi potessero prendere la meta, e comunque ho scoperto che me l’hanno fatta morire. Fra un po’ io faccio morire marito e figlio, le mie belle e profumate erbe aromatiche che prima avevo in veranda stanno morendo tutte.

Polpette di patate filanti
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le polpette di patate filanti

  • 600 gpatate
  • 1uovo
  • 100 gpane grattugiato
  • 110 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 150 gscamorza
  • 1 cucchiainoorigano (preferibile la menta)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • 1 lolio di arachide (per friggere)

Strumenti

  • 1 Pentola
  • 1 Schiacciapatate
  • 2 Ciotole
  • 1 Forchetta
  • 1 Padella per friggere
  • 1 Mestolo a ragno
  • Carta assorbente
  • 1 Vassoio

Preparazione delle polpette di patate filanti

  1. Lavate e spazzolate le patate, poi versatele in una pentola con dell’acqua fredda e il sale necessario, mettete sul fuoco e portate a bollore, poi abbassate la fiamma e cuocete. I tempi variano da 20 a 40 minuti a seconda della grandezza delle patate. Per patate piccole basteranno 20 minuti per patate molto più grandi ci vorranno circa 40 minuti. Per controllare la cottura, infilzatene una con i rebbi di una forchetta, se penetrano senza opporre resistenza, potete scolarle che son pronte.

    Una volta cotte, scolatele e lasciatele intiepidire, poi spellatele e passatele allo schiacciapatate per ottenere una purea.

    Lasciatele raffreddare, poi aggiungete tutti gli altri ingredienti ad eccezione della scamorza e rimescolate.

    Tagliate la scamorza a cubetti di circa 1/2 cm.

    Versate un filo d’olio in un piattino e ungetevi le mani, questo farà sì che l’impasto non si appiccichi alle mani. Prelevate una grossa noce di composto e schiacciatelo sul palmo della mano, al centro mettete un cubetto di formaggio e richiudete, rigirate tra i palmi per formare una polpetta. Man mano appoggiate le polpette di patate su un vassoio.

    Al termine scaldate l’olio a 170° e friggete poche polpette alla volta. Man man scolatele in una ciotola o su un vassoio ricoperti da carta assorbente.

    NOTA IMPORTANTE, per questa preparazione occorrono patate vecchie, che contengono meno acqua. Se comunque non siete sicure della qualità delle patate potete optare per la cottura in forno, preriscaldate il forno a 180° e ponete le polpette in una teglia leggermente unta d’olio e cuocetele sino a doratura. Nel forno perderanno la loro forma tondeggiante, ma si schiacceranno in una sorta di disco volante, ma saranno altrettanto buone e sicuramente molto più leggere.

  2. Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie. Per qualche chiarimento o commento, c’è il pulsante whatsapp, dove potete contattarmi in tempo reale.

    Potete iscrivervi anche sul mio canale Telegram dove ogni giorno posto nuove e vecchie ricette

    Ciao e alla prossima ricetta.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »