Crea sito
I pasticci di casa mia

Capunti alle melanzane e pesto di olive

Come vi dicevo ieri nella ricetta del pesto alle olive nere e mandorle con una parte ho preparato un primo piatto: i capunti alle melanzane e pesto di olive. Saporitissimo, le melanzane dorate, un tocco di pomodoro, un pizzico di peperoncino e una cucchiaiata di pesto alle olive, hanno fatto di ingredienti semplici un trionfo di sapori e se non fossi sempre così distratta, un profumo in più ci sarebbe stato a pennello. Raccolto il basilico dalla veranda, lavato e pronto per essere usato, l’ho dimenticato sul piano della cucina, sarebbe stato quel tocco in più, ma pazienza, sarà per la prossima volta, tanto ci sarà sicuramente una prossima volta, Fabio si è prenotato per il bis, anche mio marito brontolone e difficile nei gusti ha apprezzato moltissimo.

Capunti alle melanzane e pesto di olive
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i Capunti alle melanzane e pesto di olive

  • 220 gcapunti freschi (se pasta secca basteranno 160 g.)
  • 175 gmelanzane (già pulite)
  • 115 gpomodori (rossi e maturi)
  • 30 gpesto di olive nere
  • 1peperoncino (facoltativo)
  • 1 spicchioaglio
  • 3 fogliebasilico
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Strumenti

  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Padella
  • 1 Pentola
  • 1 Scolapasta
  • 1 Mestolo

Preparazione per i Capunti alle melanzane e pesto di olive

  1. Sbucciate le melanzane e tagliatele a fette non troppo sottili.

  2. Poi tagliate ogni fetta a bastoncini.

  3. Capunti alle melanzane e pesto di olive

    Sbucciate l’aglio, lavate il peperoncino.

    Lavate i pomodori e tagliateli a piccoli pezzi.

    Mettete a bollire l’acqua per la pasta.

    In una larga padella scaldate l’olio, siate generosi nella quantità, con l’aglio e il peperoncino.

    Aggiungete poi le melanzane e fatele dorare da ogni lato. Regolate di sale.

    Levate le melanzane dalla padella e mettetele da parte. Nello stesso fondo di cottura aggiungete i pomodori e fateli cuocere, regolate di sale. Levate aglio e peperoncino.

    Aggiungete il pesto di olive nere e un mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta e stemperatelo, non fate asciugare troppo il liquido.

    Scolate la pasta al dente e versatela nel condimento, rimescolate, aggiungete anche le melanzane messe da parte e amalgamate il tutto.

    Fuori dal fuoco aggiungete il basilico, che io ho dimenticato, rimescolate e servite subito in tavola.

    Decorate ogni piatto con qualche puntina di pesto di olive nere.

  4. Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie. Per qualche chiarimento o commento, c’è il pulsante whatsapp, dove potete contattarmi in tempo reale.

    Potete iscrivervi anche sul mio canale Telegram dove ogni giorno posto nuove e vecchie ricette

    Ciao e alla prossima ricetta.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »