Crea sito
I pasticci di casa mia

Troccoli integrali con melanzane piccanti

Troccoli integrali con melanzane piccanti, una ricetta veramente veloce. Domenica, dopo aver riaccompagnato Valentina a Nova Siri, dopo due giorni di malattia, siamo arrivati a casa alle 14,00 e nel tempo di cottura della pasta ho preparato questo sugo buonissimo in pochissimo tempo. Per strada pensavo a cosa preparare, mio marito azzardava suggerimenti, invece io ero addirittura tentata di preparare solo un secondo: grigliare una costata e accompagnarla con una fresca insalata. Ma siamo italiani e il piatto canonico della domenica è la pasta, non ci si può rinunciare. Quindi arrivata a casa, ho messo sul fuoco l’acqua e ho aperto il frigorifero, guardando in ogni cassetto e ho tirato fuori di tutto, poi in pochi secondi ho preso la mia decisione. Siete curiosi? Leggete un po’ cosa si può realizzare in pochi minuti con ottimi risultati.

Troccoli integrali con melanzane piccanti
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i troccoli integrali con melanzane piccanti

  • 160 gpasta (troccoli integrali)
  • 100 gmelanzana (melanzana lunga)
  • 4pomodori perini
  • Mezzopeperoncini piccanti
  • 1aglio fresco
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 4 fogliebasilico
  • q.b.sale

Strumenti per la preparazione dei troccoli integrali con melanzane piccanti.

  • 1 Pentola
  • 1 Scolapasta
  • 1 Padella
  • 1 Cucchiaio

Preparazione dei troccoli integrali con melanzane piccanti

  1. Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Ricordate di salare l’acqua appena inizia a bollire, se lo fate prima, impiegherà molto più tempo per arrivare a bollore è una questione di chimica che non so spiegarvi.

    Lavate e tagliate a spicchi i pomodorini

    Sbucciate la melanzana e tagliatela a fettine di 2 o 3 mm di spessore.

    In una padella scaldate l’olio con l’aglio schiacciato e il mezzo peperoncino, aggiungete poi le melanzane e fatele rosolare da un lato e poi dall’altro. Salate leggermente poi aggiungete i pomodorini e fateli cuocere sino a che non saranno morbidi, regolate di sale.

    Aggiungete 1/2 mestolo di acqua di cottura della pasta e per ogni evenienza tenete da parte ancora qualche altro mestolo di acqua di cottura.

    Levate l’aglio e il peperoncino

    Scolate la pasta molto al dente e unitela al condimento e continuate la cottura rimescolando, se occorre aggiungete poca acqua alla volta di quella messa da parte

    A fine cottura, fuori dal fuoco, spezzettate il basilico con le mani e aggiungetelo alla pasta, rimescolate e servite subito in tavola, guarnendo con qualche fogliolina di basilico.

    Provate e poi fatemi sapere.

Varianti

Potete sostituire l’aglio con cipolla rossa.

Potete aumentare o diminuire il peperoncino secondo i vostri gusti.

Potete sostituire il basilico con l’origano

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »