Crea sito
I pasticci di casa mia

Frittelle di seppioline

A casa mia non si mangiano molte fritture, ma ogni tanto uno strappo alla regola ci vuole e domenica scorsa, dopo le bavette alle seppioline, come secondo ho preparato le frittelle di seppioline. Le frittelle comunque vengano fatte, sono proprio buone e queste non si smentiscono. E’ inutile dirvi, che tutte quelle che ho preparato son finite in un battibaleno, mi sa che dovrò rifarle, anzi mi hanno chiesto di rifarle e come al solito, Fabio ha proposto qualche variante. Non vi prometto nulla, non so quando le rifrò, anche se qualche sospetto che saranno a breve termine, io ce l’ho, così sveliamo le varianti di Fabio.

Frittelle di seppioline
Frittelle di seppioline

Frittelle di seppioline

Ingredienti

gr. 350 seppioline già pulite
gr. 200 farina
gr. 240 acqua frizzante molto fredda
sale
pepe
1 pizzico di aglio in polvere
qualche selo di prezzemolo
1 l. olio di semi per frittura

Preparazione
  • Per prima cosa preparate la pastella, in una ciotola setacciate la farina insieme al sale, al pepe e all’aglio, poi aggiungete l’acqua he dovrà essere molto fredda e con una frusta analgamate, facendo attenzione a non fare grumi, metttela poi a riposare in frigorifero coperta da pellicola, lasciatela almeno un’ora
  • nel frattempo che la pastella riposa,  dedicatevi alla pulizia delle seppioline: staccate i tentacoli, tirando delicatamente, così riuscirete ad estrarre le interiora, cercando di non rompere la sacca ell’inchiostro. Staccatele dalla testa, òevate il becco e glli occhi.
  • lavate per bene la sacca e i tentacoli, poi tagliate tutto a piccoli pezzi
  • tritate il prezemolo
  • scaldate l’olio a 170° Per sapere quando è alla giusta temperatura senza l’uso di un termometro, immergete uno stecchino, se farà immediatamente delle bollicine intorno, potete iniziare a friggere
  • togliete dal frigorifero la pastella e mescolateci le seppioine eil prezzemolo
  • con l’aiuto di un cucchiaio versate poco composto alla volta, fate dorare rigirand da entrambi i lati.
  • scolate le fruttelle su carta assorbenteda cucina.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie. Per qualche chiarimento c’è il pulsante whatsapp, dove potete contattarmi in tempo reale.
Se invece volete farmi qualche domanda, o lasciarmi semplicemente un commento, compilate il modulo che trovate qua sotto. Ciao e alla prossima ricetta.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »