Crea sito
I pasticci di casa mia

Pizza con crema di zucchina e speck

Oggi a pranzo pizza per tutta la famiglia, per me ho preparato questa pizza con crema di zucchina e speck, Fabio e Valentina ne hanno voluta una con stracciatella, pistacchio e mortadella, poi se ne sono divisa un’altra con crema di zucchina e bottarga, ma di queste parleremo nei prossimi giorni. Non ricordo neanche più quando vi ho promesso di parlare delle mie pizze cotte al barbeque, ma come facciamo tutti, la pizza la prepariamo sempre la sera, momento pessimo per fare delle foto. Ieri, senza tante spiegazioni, ho detto che la pizza l’avremmo mangiata oggi a pranzo, sono rimasti un po’ interdetti, ma alla fine non hanno fatto grandi commenti. Avranno pensato che la quarantena mi fa fare cose strane, quando invece gli ho imposto di far le foto hanno scoperto l’arcano, avevo bisogno di una bella luce naturale. Le pizze sono realizzate con lievito madre, ma sotto vi dirò come fare anche con lievito di birra e naturalmente se non avete un barbeque, potete tranquillamente cuocerle nel forno di casa.
Le dosi che vi darò sotto, sono per 7 o 8 pizze con base sottile, io ne faccio sempre qualcuna in più, le surgelo già cotte, così ho sempre delle pizze pronte. Per pizze più alte ne potrete realizzare 4 o 5.

Pizza con crema di zucchina e speck
Pizza con crema di zucchina e speck

Pizza con crema di zucchina e speck

Ingredienti per l’impasto

gr. 200 lievito madre oppure gr. 2 lievito di birra
kg. 1 farina tipo 0
2 cucchiai di olio evo
gr. 22 sale
1 cucchiaino di zucchero
gr. 600 acqua

Ingredienti per farcire 1 pizze

gr. 150 mozzarella
3 cucchiai crema di zucchine (zucchine, alici, grana, olio evo, aglio, sale e pepe)
1 cucchiai stracciatella

Preparazione dell’impasto per la pizza

Io vi prospetto una lievitazione lunga, ma potete anche accellerare i tempi, con dei piccoli accorgimenti, che vi dirò man mano , causa stato comatoso della mia planetaria, sono costretta ad impastare a mano, voi potete usare la planetaria.
In una ciotola versate la farina, il lievito madre spezzettato, o il lievito di birra disciolto in poca acqua presa dalla quanità totale, lo zucchero e poco più della metà dell’acqua che avrete a temperaura ambiente per una lievitazione lenta oppure tiepida per una lievitazione più veloce. Iniziate ad impastare e qundo l’acqua è stata completamente assorbita, aggiungete il sale, l’olio e la restante acqua.

Quando avete formato un bel panetto, rovesciatelo sul piano di lavoro infarinato e continuate ad impastare per almeno 15 o 20 minuti, sino a che non l’impasto non risulterà ben incordato. Rimettete  l’impasto in una ciotola, copritelo e fatelo riposare una mezz’ora.

Riprendete la pasta, rivesciatela sul piano da lavoro impastatelo ancora un po’ poi con un tarocco o un coltello a lama liscia tagliate dei pezzi di circa gr. 250  dategli la forma di un panetto e poi formate delle pieghe come vedete nell’esempio in video

procedete poi con la pirlatura di ogni panetto anche qui vilascio un video di esempio, in entrambi stavo facendo del pane, ma la procedura è praticamente la stessa

Man mano ponete ogni palletta di impasto o nei cassoni per panificazione, altrimenti dentro delle teglie a bordi alti ricoperte da carta forno, tenendole ben distanziate tra loro e poi ccopritele con un canovaccio o meglio ancora con della pellicola ben tesa che non sia a contatto con la pasta.
Per la lievitazione lunga, ponete le teglie in una zona fresca della casa o meglio ancora e in 12 ore sarnno pronte, ma se avete spazio in frigorifero potete prolungare i tempi anche a 48 ore. Per una lievitazione più breve, tenetele in forno spento e con la luce accesa in 2 o 3 ore saranno ben lievitate.

Preparazione della crema di zucchina

Con le dosi che vi darò potete guarnire 3 o 4 pizze.
Lessate 3 zucchine di media grandezza in acqua bollente salata insieme allo spicchio d’aglio a cui avrete tolto camicia e anima. Scolatele al dente, tenendo un po’ di acqua da parte. In un mixer mettete le zucchine insieme all’aglio, 2 cucchiaio di olio evo, 4 filetti di alici sott’olio, 1 cucchiaio di grana, 1 pizzico di pepe e qualche cucchiaio di acqua di cottura, frullate il tutto, sino ad ottenere una bella crema liscia.
Assemblaggio e cottura della pizza con crema di zucchina e speck

Per la cottura al barbeque è  strettamente necessaria una pietra refrattaria o una teglia in ghisa, che vanno entrambe benissimo anche nel forno di casa, la pizza risulterà molto simile a quella della pizzeria, in mancanza, mel forno potete utilizzare la leccarda o una teglia. Ponete la pietra all’interno e portate a 250°.
Infarinate il piano di lavoro e stendete con le mani la pasta. Con i polpastrelli partendo dal centro, allargatela delicatamente, senza romperla, cercando di non toccare i bordi. Distribuite la crema di zucchine, la mozzrella e qualche cucchiaino di stracciatella e mettete a cuocere. Nel barbeque chiuso con coperchio, ci vorranno una decina di minuti, nel forno un po’ di più.
Una volta cotta guarnitela con lo speck..

Nei prossimi giorni posterò le ricette delle altre pizze.
Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrai sempre aggiornato su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli clicca mi piace sulla pagina, grazie.
Se invece vuoi farmi qualche domanda, o lasciarmi semplicemente un commento, compila il modulo che trovi qua sotto. Ciao e alla prossima ricetta.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »