Crea sito
I pasticci di casa mia

Diario di una dieta giorno quattordici

Diario di una dieta giorno quattordici: è stato il giorno del controllo del peso, bene direi, la prima settimana avevo perso kg. 2,200, la seconda un po’ meno, solo kg. 1.300, ma direi che va ancora molto bene, visto che il medico dice  che dovrei perdere non più di 1 kg. a settimana, ma a me sta bene così, ne sono felice. Volete che vi anticipi cosa ho perso la terza settimana? Ma si, voglio dirvelo, 1 bel chilo e 700 gr., la quarta l’ho iniziata oggi, staremo a vedere cosa succederà. Il quattordicesimo giorno è stato proprio duro, della mia pasta, se non fossi stata a dieta, me ne sarei mangiata tre volte tanto, è una di quelle pietanze che mi fanno un buco nello stomaco, sembra non ci sia fondo, e invece no Silvana, accontentati di ciò che hai nel piatto. Come sappiamo torturarci quando vogliamo raggiungere un obbiettivo! E io il mio obiettivo me lo sono proprio inciso nella mente.

Diario di una dieta giorno quattordici
Diario di una dieta giorno quattordici

Diario di una dieta giorno quattordici

Colazione: gr. 200 latte p.s. + caffè senza zucchero + 1 fetta biscottata
spuntino mattutino: 1 galletta di riso + 1 succo di frutta
pranzo: gr. 40 pasta con gr. 30 purè di fave bianche + 1/2 cucchiaio di olio evo + 1 peperoncino
spuntino pomeridiano: 1 banana
cena: 1 sgombro alla brace + insalata con 1/2 cucchiaio d’olio evo + 30 gr. pane
spuntino notturno: frutta essiccata + 1 tisana zenzero e limone.

Per la ricetta della pasta con le fave vi rimando a queso link, ovviamente, come pasta, fave e olio le dosi sono quelle indicate sopra …. purtroppo.

Dello sgombro alla brace, c’è ben poco da dire, basterà eviscerarlo, lavarlo accuratamente e volendo insaporirlo un po’ nella pancia con sale, pepe e spalmarlo con un filo di olio, poi metterlo sulla griglia rovente. A cottura ultimata a me piace togliere pelle, lische, testa, sistemarlo nel piatto e condirlo con un filino d’olio evo e limone, senza più pensieri di spine e lische.

Se vi piace leggere i miei articoli, tra il serio e il divertito, seguitemi anche sulla mia pagina Facebook “I pasticci di casa mia” cliccando mi piace, rimarrete così sempre aggiornati su quanto pubblico.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »