Crea sito
I pasticci di casa mia

Pasta vongole e pomodorini

Oggi vi propongo la pasta vongole e pomodorini. Si lo so, due anni fa vi avevo già dato la ricetta delle linguine alle vongole, ma in quell’occasione era la versione in bianco, oggi invece ci aggiungiamo i pomodorini. Come ricetta non si discosta poi molto dalla precedente, per cui direte voi, perché proporcela, però non so voi, ma a me vengono spesso i dubbi, su cosa mettere prima in padella. Dilemma amletico, prima le vongole o prima i pomodorini? Ci ragiono un po’ su, ….. eh si, ogni tanto faccio funzionare quell’unico neurone vagante che ho nel cranio, e …. forse arrivo alla soluzione giusta.
Già che sta funzionando, e riesco ancora a ricordare qualcosa, volevo ricordare anche a voi, che se vi piacciono le mie ricette, o semplicemente vi divertite ogni tanto a leggermi, potete iscrivervi al mio blog, per ricevere nella vostra casella di posta elettronica, un avviso di ogni mio nuovo articolo, basterà compilare il modulo che trovate nella colonna a destra,inserendo il vostro indirizzo mail.

Pasta vongole e pomodorini
Pasta vongole e pomodorini

Pasta vongole e pomodorini

gr. 350 pasta (preferibilmente pasta lunga: spaghetti, linguine, bavette)
kg. 1.5 vongole
15 pomodorini ciliegino
2 spicchi d’aglio
olio evo q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco
sale q.b.
pepe q.b.
prezzemolo

Preparazione
  • Per prima cosa bisogna far spurgare le vongole, sono sempre piene di sabbia
  • Mettete le vongole in un colapasta che immergerete in una ciotola capiente riempita di acqua fredda in cui avrete sciolto una generosa  manciata di sale grosso, bisogna simulare l’acqua di mare. Le vongole filtreranno l’acqua, come è loro natura, rilasciando la sabbia  (discorso un po’ contorto, spero comunque abbiate capito 🙂 )
  • Dopo circa mezz’ora scuotetele un po’, in modo che la sabbia filtrata, cada sul fondo della ciotola, poi lasciatele riposare ancora per un’altra mezz’ora, ma se avete tempo potete lasciarle anche di più
  • Dopo che le vongole si saranno spurgate, lavatele, per togliere eventuali residui di sabbia dai gusci
  • Prendete una padella, versate un filo d’olio evo, qualche stelo di prezzemolo, una macinata di pepe, uno spicchio d’aglio schiacciato e il vino bianco, versateci le vongole, incoperchiate e mettete sul fuoco a fiamma vivace
  • dopo pochi minuti, vedrete che le vongole si saranno aperte, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire
  • quando saranno maneggiabili, sgusciatele, tenendone qualcuna da parte per decorare
  • filtrate il liquido che si sarà formato e versatelo nella pentola in cui cuocerete la pasta, tenendone da parte una tazzina
  • aggiungete altra acqua, affinché abbiate liquido sufficiente a cuocere la pasta, attenzione al sale, l’acqua sarà già abbastanza salata, al limite ne occorrerà un pochino
  • lavate e tagliate a cubetti i pomodorini
  • nel frattempo che l’acqua arriva a bollore, mettete una padella al fuoco con l’olio, e lo spicchio d’aglio schiacciato, fate rosolare
  • aggiungete i pomodorini e fateli appassire per qualche minuto
  • aggiungete poi le vongole
  • spolverate di prezzemolo tritato e  pepe macinato al momento
  • scolate la pasta molto al dente, versatela nel condimento aggiungete un po’ del liquido messo da parte
  • rimescolate e fate finire la cottura
  • servite subito in tavola decorando con le vongole nel guscio, che avevate messo da parte,
  • mettete in tavola il mulinello del pepe, così ogni commensale se ne potrà servire secondo i propri gusti.

Se vuoi seguirmi anche su Facebook, metti mi piace alla mia pagina I pasticci di casa mia
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »