Crea sito
I pasticci di casa mia

Gnocchi di patate

gnocchi di patate
gnocchi di patate
Gnocchi di patate

Di gnocchi se ne fanno di tutti i tipi, di semola, con gli spinaci, con la zucca, con le rape rosse, ……, ma gli gnocchi di patate, sono gli gnocchi per eccellenza, un classico della cucina.
In un anno e mezzo di blog, nonostante li abbia preparati chissà quante volte, di questo piatto non abbiamo mai parlato, e non perchè lo ritengoi banale, anzi tutt’altro. Gli gnocchi sono semplici da fare, ma se non sono ben fatti, rischiano di spappolarsi in cottura, ritrovandoci con una poltiglia. Vi invito quindi a seguire accuratamente i consigli che vi darò per una perfetta riuscita.

Usate patate a pasta bianca, più ricche di amido, prive di ammaccature o germoglie e perfettamente integre, più o meno della stessa pezzatura, per avere i medesimi tempi di cottura. Usate patate vecchie, le patate novelle non sono adatte, in quanto hanno un basso contenuto di amido e contengono una maggiore quantità di acqua.
Trasferitevi nella mia cucina e prepariamo insieme gli gnocchi di patate.

Ingredienti

1 kg. di patate di media grandezza
300 gr. di farina
1 uovo
2 pizzichi di sale

Preparazione

  • Lavate e spazzolate le patate facendo attenzione a non rovinare la buccia
  • Immergetele in una pentola di acqua fredda, senza aggiungere sale
  • portatele a bollore e fatele cuocere circa 30/40 minuti, tutto dipende dalla grandezza delle patate
  • controllate la cottura infilzandole con uno stecchino, se la patata cede alla pressione, vuol dire che è cotta
  • scolatele subito dall’acqua, lasciatele raffreddare quel tanto che basta da non ustionarvi
  • sbucciatele e passatele allo schiacciapatate, non usate mixer o passaversure, manipolarle troppo le farà diventare collose
  • raccogliete su una spianatoia il purè così ottenuto e lasciatelo raffreddare completamente, se sono fredde assorbiranno meno farina
  • quando saranno fredde unite la farina, l’uovo e il sale
  • lavoratele quel tanto che basta per ottenere un pasta morbida, ma non appiccicosa.Impasto per gli gnocchi di patate
  • Prelevate un po’ di pasta alla volta e formate dei cordoncini dello spessore di un dito Bastoncini di pasta di gnocchi
  • Con l’aiuto di un coltello o del tarocco tagliate dei tocchetti di un 1 cm e mezzo
  • Se avete l’attrezzo per rigare gli gnocchi, passateceli sopra altrimenti, come ho fatto io, usate i rebbi di una forchetta
  • Lessateli in abbondante acqua salata, portateli a bollore e scolateli delicatamente, con l’aiuto di un mestolo forato, meglio ancora a ragno, man mano che verranno a galla e conditeli a vostro piacimento.
  • Dimenticavo una cosa importante, se non siete molti a tavola e volete fare mezza dose, al posto dell’uovo intero mettete solo un tuorlo, è perfetto.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »