Crea sito
I pasticci di casa mia

Baba Ganooj o Baba Ghanouj

Baba Ganooj o Baba Ghanouj
Baba Ganooj o Baba Ghanouj
Baba Ganooj o Baba Ghanouj

Dopo molto tempo ritorno con una ricetta mediorientale, il Baba Ganooj o Baba Ghanouj, anzi, a dir la verità, non l’ho preparata io, ma Valentina e siccome a lei di scrivere un articolo non va, provvedo io a presentarvi questa ricetta. L’abbiamo vista in un programma televisivo, poi è andata sul sito e ha cercato di ricrearla pari pari. Per vedere la ricetta originale cliccate qui

Il Baba Ganooj o Baba Ghanouj è una salsa molto usata in medioriente come antipasto a base di polpa di melanzane e aglio, molto saporita. Non c’è pranzo che non inizi con il Baba Ganooj acompagnato dalla classica pita (pane arabo), ed ora vediamo la sua preparazione.

Ingredienti:

2 grosse melanzane (all’incirca 850 grammi totali)
4 spicchi d’aglio
4 cucchiai di tahina
3 cucchiai di olio evo
il succo di mezzo limone biologico
un cucchiaino di sale
una generosa macinata di pepe (moooolto generosa)
2 cucchiai di prezzemlo tritato
paprika dolce o piccante a piacere per decorare

Procedimento:

  • Riscaldare il forno a 190°C
  • Lavare le melanzane senza privarle del picciolo.
  • Pulire gli spicchi d’aglio e tagliarli a fettine
  • Praticare delle incisioni nelle melanzane in modo da poter metterci dentro un pezzetto d’aglio (2 spicchi d’aglio per melanzana)
  • Mettere le melanzane in una teglia con carta forno e infornare per circa 70 minuti. Per sicurezza controllare con uno stecchino che siano cotte
  • Una volta cotte, lasciare raffreddare un po’ le melanzane. Quando saranno toccabili, privarle della buccia e del picciolo facendo attenzione a lasciare i pezzetti d’aglio nella polpa
  • Mettere la polpa delle melanzane in un mixer insieme alla tahina, l’olio, il succo di limone, il sale, il pepe e il prezzemolo. Frullare sino a quando non raggiunge una consistenza cremosa
  • Controllare che sale pepe e grado di acidità siano di vostro gradimento. Il limone si deve sentire ma non deve essere predominante. Per quanto riguarda sale e pepe deve risultare saporita e un po’ pepata.
  • A questo punto trasferire il composta in una ciotola e lasciarlo riposare in frigorifero. Va servita fredda.
  • Per chi ama il gusto della paprika, quando è ora di servirla si può spolverare la superfice con della paprika dolce o piccante.
  • Per la ricetta della Thaina clicca qui

L’ideale sarebbe accompagnare il baba ganooj con della pita, un tipo di pane arabo. In alternativa si può utilizzare del pane di semola di grano duro o del pane integrale magari tostati.

Dimenticavo una cosa importante, tradizione vuole che venga realizzato, riducendo in crema la melanzana con una forchetta e tritando l’aglio con il prezzemolo, per cui in questo modo viene più granuloso e non così liscio e il sapore di ogni ingrediente si percepisce distintamente.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »