Crea sito
I pasticci di casa mia

Tartellette calde pollo e funghi

Tartellette calde pollo e funghi
Tartellette calde pollo e funghi
Tartellette calde pollo e funghi

Domenica scorsa ho avuto ospiti a pranzo e ho preparato come antipasto queste tartellette calde pollo e funghi.
In inverno abbiamo l’abitudine di servire comunque antipasti freddi, ma questo non ha senso: aprire il pranzo con alimenti freddi, quando poi siamo sempre alla ricerca di pietanze che ci riscaldino. Per cui ho realizzato dei piccoli stuzzichini, tenuti in caldo in forno sino al momento di servire.
Alcuni di questi già li conoscete in versione fredda, invece queste tartellette sono una nuova ricetta.

Ho preparato una dozzina di tartellette, ma le dosi della farcitura che vi darò sono eccessive. Questo però mi ha permesso di avere l’opportunità di utilizzarla per un’altra preparazione che pubblicherò quanto prima. In questo modo mi sono assicurata il pranzo del lunedì senza fatica.
Prima di darvi la ricetta vi dico esattamente cosa ho preparato oltre queste tartellette come antipasto caldo:
Rotolini di zucchina e involtini di melanzana in bianco, per le ricetta vedere qui, peperoni grigliati per la ricetta vedi qui
Vediamo in dettaglio come preparare queste tartellette

Ingredienti

Pasta frolla salata vedi qui
2 sovracosce di pollo lessate
1 scatola di funghi champignon al naturale (peso netto sgocciolato gr. 190)
gr. 30 funghi porcini secchi
gr. 350 besciamella alla panna
1 noce di burro
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale q.b.
pepe q.b.
2 o 3 steli di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
2 o 3 steli di erba cipollina

Per la besciamella alla panna

ml. 250 latte
gr. 50 panna fresca
gr. 25 farina
gr. 30 burro
sale q.b.
pepe q.b.
1 pizzico di noce moscata

Preparazione

  • Preparare le tartellette seguendo questa ricetta 
  • Per prima cosa far cuocere il pollo in acqua in ebollizione in cui avrete precedentemente messo una carota, una cipolla, un gambo di sedano, un grosso pomodoro rosso e maturo, una foglia di alloro, sale.
  • Una volta cotto, farlo raffreddare, spellarlo, togliere le ossa e le cartilagine e ridurre la polpa a sfilacci
  • ammollare i funghi secchi in acqua tiepida per circa 30 minuti, dopodiché scolarli dall’acqua, ripulirli da eventuali residui terrosi e parti coriacee tagliarli a piccoli pezzi e unirli ai funghi champignon anch’essi tagliati a cubetti
  • per la besciamella mettere al fuoco un tegamino in cui far fondere il burro, aggiungere in un sol colpo la farina setacciata e far tostare per qualche minuto, aggiungere pian piano il latte precedentemente scaldato, rimestando con una frusta, facendo attenzione a non formare grumi. Far cuocere per circa 5 minuti. Aggiungere la panna, rimestare un attimo e togliere dal fuoco
  • in una padella far fondere il burro con uno spicchio d’aglio, far rosolare e poi aggiungere i funghi tagliati a piccoli pezzi, far rosolare e sfumare col vino bianco, regolare di sale e pepe
  • aggiungere il pollo sfilacciato e far asciugare per pochi minuti, aggiungere il prezzemolo tritato. Togliere l’aglio.
  • In una ciotola mescolare il pollo e i funghi con la besciamella, l’erba cipollina tagliuzzata, controllare di sale e pepe.
  • Aiutandovi con un cucchiaio farcite le tartellette.

Potete preparare tutti gli antipasti il giorno prima e poi riscaldarli in forno caldo qualche minuto prima di servire in tavola.
Ecco una bella idea per gli antipasti delle feste

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »