Crea sito
I pasticci di casa mia

Conchiglioni ripieni

[banner]Conchiglioni ripieni
Conchiglioni ripieni
Conchiglioni ripieni

A pranzo ieri ho preparato questi golosissimi conchiglioni ripieni, i miei commensali li hanno paragonati alle ciliege: uno tira l’altro. Ci siamo limitati in quanto per secondo c’era della gustosissima salsiccia alla brace.
La preparazione è un pò lunga, ma ne vale la pena. Avrei preferito condirli con una buona besciamella, ma per mio marito, che non ama le salse, ho optato per un sugo al pomodoro. Questa soluzione ha reso però più leggera la preparazione, che già di per sé è molto ricca.
Ecco la mia ricetta

Ingredienti per il ripieno
gr. 350 conchiglioni
gr. 300 carne macinata mista
gr. 200 salsiccia
gr. 100 mortadella in una sola fetta
gr. 250 mozzarella
gr. 30 funghi porcini secchi
3 grosse manciate di parmigiano
1 cucchiaio di farina
gr. 200 latte fresco intero
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere di vino rosso
2 steli di prezzemolo
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
Ingredienti per il sugo
gr. 500 passata di pomodoro
1 cipollina
2 cucchiai olio evo
qualche foglia di basilico
sale q.b.

Preparazione

    • Ammollate i funghi in acqua tiepida
    • Tritate la cipolla finemente
    • In una pentola imbiondite in olio caldo la cipolla, aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere a fiamma bassa
    • nel frattempo i funghi si saranno ammorbiditi, quindi toglieteli dall’acqua, togliete eventuali residui di terra e parti eccessivamente coriacee
    • tagliate a pezzettini
    • conservare l’acqua dopo averla filtrata
    • in un’ampia padella mettete l’olio con l’aglio schiacciato, fate rosolare e poi aggiungere la carne trita, la salsiccia sgranata e fate rosolare
    • aggiungete i funghi e fate rosolare ancora
    • regolate di sale
    • scaldare l’acqua dei funghi insieme al latte
    • quando la carne si sarà ben rosolata ed asciugata, sfumare con il vino
    • quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungere la farina setacciata
    • tostare per qualche istante e poi aggiungere pian piano la miscela di acqua e latte, sino a che non si sarà formata una bella salsina, non tropo liquida
    • l’aggiunta di farina farà si, che il nostro ripieno risulti ben legato
    • controllate di sale, aggiungete un pizzico di pepe e il prezzemolo tritato
    • spegnete la fiamma e lasciate raffreddare
    • non dimentichiamoci del sugo, che andremo ad allungare con una tazza d’acqua, ci servirà abbastanza liquido, in quanto con la cottura in forno tenderà ad asciugarsi. A fine cottura aggiungere il basilico
    • nel frattempo mettiamo a bollire abbondante acqua salata in cui avremo aggiunto dell’olio evo, questo per evitare che la pasta si attacchi
    • dopo aver gettato la pasta contare 5 minuti dal bollore e poi scolare delicatamente per non rompere i conchiglioni.
    • vi consiglio di raccoglierli con un colino e disporli su un canovaccio pulito, tenendoli larghi tra loro.
    • in una ciotola versiamo la carne ormai raffreddata, la mortadella tritata grossolanamente, la mozzarella tagliata a cubetti e due manciate di parmigiano
    • rimescolare per bene
    • disporre in una teglia uno strato di sugo
    • a questo punto riempiamo, con l’aiuto di un cucchiaino i conchiglioni che disporremo in un unico strato nella teglia
    • quando avremo finito di riempire tutti i conchiglioni, condiamolo con il sugo e il parmigiano rimanente
conchiglioni ripieni prima di essere infornati
conchiglioni ripieni prima di essere infornati
  • mettiamoli in forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti: per i primi 20 minuti teniamoli coperti per non farli seccare
  • togliamoli dal forno e facciamoli riposare qualche minuto prima di servirli in tavola

Naturalmente come vi avevo detto in premessa, potete sostituire il sugo di pomodoro con della besciamella molto morbida, in questo modo potete gratinare i conchiglioni ripieni.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

6 Risposte a “Conchiglioni ripieni”

    1. Ciao Maria Angela, si sono proprio buoni. Avrei preferito condirli con besciamella, ma sai come sono i mariti, bisogna accontentarli 😉

  1. Ciao Silvana, come vedi anche io sono curiosa!!! Hai delle ottime ricette, lo stinco lo adoro e proverò il tuo modo di cucinarlo!!! Poi ho visto la tua ricetta del Pasticciotto e la voglio confrontare con quella che mi ha dato la madre di un mio collega leccese. Complimenti per il blog! Questa ricetta in particolare mi ha colpito, deve essere gustosissima! Io sono una pastasciuttaraaaaaa x cui è per me.
    A prestissimo, ti seguirò con piacere! 🙂

    1. Ciao Marta, ieri sera…. si fa per dire, meglio dire questa notte, non ho resistito alla tentazione di farti visita. Hai delle bellissime ricette anche tu, sopratutto nell’utilizzo dei prodotti della tua terra, ma quando spazi nella mia …… hai bisogno ancora di qualche dritta :). Poi non dimenticare che ho una certa età e le ricette tradizionali sono il mio forte. Per quanto riguarda il pasticciotto ho due ricette, una per quando il tempo è secco e tira tramontana e una per quando il tempo è umido e tira scirocco. La pasta del pasticciotto è abbastanza delicata, si rompe facilmente, se poi fai come ho fatto io che ho dimenticato di fare il forellino, ti esplodono in forno ahahahahahahah. Verrò ancora a farti visita con vero piacere 🙂

  2. Gustosissima e ricca!!! potrebbe essere anche un piatto unico (vabbè per le feste si sa abbondiamo) …eccomi ancora sveglia, ma vado a nanna sul serio ora sennò domani, anzi oggi vista l’ora …dormo in piedi (si fa per dire ) hihih

    1. Per le feste non puoi presentare in tavolo un piatto unico, ti prenderanno per tirchia ahahahahahah. Stasera, anzi stanotte voglio vedere a che ora vai a dormire, e se ti seguo, sono io che dormo in piedi ahahahahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »