Crea sito
I pasticci di casa mia

Crema mou

Crema Mou
Crema Mou
Crema Mou

E’ da un pò di tempo che avrei voluto fare la crema mou, finalmente ieri sera mi sono decisa. Come al solito mi sono fatta un bel giro nel web, alla ricerca di una ricetta che stuzzicasse la mia fantasia. Di ricette sulla crema mou ne ho trovate tante, una diversa dall’altra, ma quella che ha attratto maggiormente la mia attenzione è stata quella del blog Mon petit bistrot. Per cui mi sono armata di ingredienti e di pazienza, essendo una preparazione molto più lunga delle altre viste, e mi sono messa all’opera. Il risultato è stato ottimo, la giusta consistenza e cremosità e anche il gusto eccellente.

Vediamo in dettaglio come fare la crema mou.

Ingredienti

1/2 litro di latte fresco intero
250 gr. di panna fresca
200 gr. di zucchero
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

Preparazione

In un tegame a pareti molto alte mettete lo zucchero e 4 cucchiai di latte prelevati dalla quantità totale e fate caramellare.
In un altro tegame versate il restante latte con la panna e portate quasi a bollore.
Il latte farà della schiuma bianca e si avrà l’impressione di non sapere quando il caramello è pronto (ero andata in crisi). Non preoccupatevi, quando anche la schiuma diventerà ambrata, il caramello è pronto. Togliete dal fuoco e aggiungete il bicarbonato e poi la miscela di latte e panna caldissima, rimescolate e rimettete sul fuoco. Fate cuocere per 10 minuti, facendo attenzione che non fuoriesca dalla pentola. Rigirate continuamente, vi aiuterà a tenere sotto controllo l’ebollizione e se occorre alzatelo un attimo dalla fiamma, vedrete comunque che in pochi minuti, la crema si abbasserà di livello e inizierà a formarsi.
Passati i 10 minuti mettete la crema sulla fiamma più piccola che avete e tenendo al minimo continuate la cottura per 1 ora e 1/2 – 2 ore.(questo secondo la ricetta originale. Io l’ho cotta per circa 1 e 20 minuti, e credo di aver ottenuto la densità ottimale. Per prova ho versato varie gocce su un piattino che sono rimaste tali e quali, non si sono assolutamente allargate sul piatto, rimanendo nella forma originale.

Dopo oltre un mese è mezzo, la crema mou, conservata in frigorifero è ancora ottima, l’unico inconveniente che ho notato è che iniziano a sentirsi cristalli di zucchero. Penso proprio che la rifarò e la lascerò fuori dal frigo, per testare la durata e la consistenza. Vi farò sapere (21/11/2013)
Oggi 30/06/2014 finalmente mi son decisa a rifare la crema mou, ne sto facendo una dose doppia in quanto dovrò utilizzarla per farcire alcuni dolci, ma voglio che me ne avanzi un po’ per poterla lasciare fuori dal frigorifero per vederne gli effetti. Non credo sia il periodo giusto per fare questi esperimenti, date le alte temperature dell’ambiente, ma a maggior ragione se sopravviverà per alcune settimane, avrò ottenuto la ricetta perfetta. Vi farò sapere l’esito.
E’ ormai primo luglio, perché sono le 3 del mattino, ho finalmente finito la mia crema mou e ho scoperto con mio grande rammarico che raddoppiando la dose i tempi si allungano notevolmente e che non conviene iniziare una preparazione poco prima di mezzanotte. Starete pensando che sono matta, ebbene si, lo ammetto, un pochino matta lo sono 😀
04/07 ore 18,20 la crema mou è ancora in giro sul ripiano della cucina, in un barattolo che ne conterrebbe 10 volte di più, niente frigorifero, aperto varie volte, un caldo terribile, ma lei resiste imperterrita :). Che ne dite, sarebbe opportuno versarla in un barattolo più piccolo? Ci penserò, ma voglio che abbia delle condizioni estreme per poterla testare al meglio.
Ieri 20/08 la crema mou ha avuto termine, devo provvedere a farne quanto prima dell’altra. Devo però dirvi che a fine luglio pur essendo in ottime condizioni, in un vaso da litro ne era rimasta un paio di centimetri sul fondo, ho deciso finalmente di metterla nel frigorifero, purtroppo qualcuno ha spinto il barattolo sul fondo ed è rimasta appoggiata alla parete, si è ghiacciata, aspetto orribile (questo è successo una quindicina di giorni fa). Non ho voluto gettarla, l’ho semplicemente spostata e non ci ho pensato più, poi ieri i ragazzi l’hanno tirata fuori dal frigorifero, guardandola con sospetto, effettivamente si era leggermente separata, mi hanno chiesto di fare da cavia. Ho preso un cucchiaio l’ho rimestata un attimo, è ritornata alla giusta consistenza, ne ho preso una punta, sembrava appena fatta, se la sono finita spalmata sugli oro saiwa in un baleno. Devo proprio ringraziare Claudia del blog “Mon petit bistrot”

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

6 Risposte a “Crema mou”

    1. La foto che hai visto, causa riflesso del sole, mi è venuta molto più chiara rispetto alla realtà Infatti se guardi i cioccolatini ripieni di crema mou, vedi che comunque il colore non è eccessivamente chiaro. Poi dipendente molto da quanto è stato caramellato lo zucchero. Indipendentemente dal colore, l’importante che ti sia piaciuto e che il gusto ti abbia soddisfatto, il resto conta poco. Se ti interessa, in questi giorni pubblicherò altre due ricette in cui ho utilizzato la crema mou. Ciao Adriana, a presto

    1. Ciao Ketti, ne ho guardate tante di ricette, prima di decidermi a fare la crema mou, ma credo di aver trovato la ricetta perfetta. Puoi gestire al meglio la densità e cosa ancora più importante ha una lunga durata. Naturalmente se riesci a non mangiarla tutta a cucchiaiate 🙂

    1. Hai letto tutta la ricetta? Sto facendo gli esperimenti sulla durata. Sto resistendo alla tentazione di spalmarla sul pane, sui biscotti o su un gelato o qualsiasi cosa abbia una superficie, anche solo il cucchiaio, rigorosamente cucchiaio e non cucchiaino, va benissimo lo stesso. 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »