Crea sito
I pasticci di casa mia

Formaggio sott’olio fatto in casa senza caglio

Formaggio sott’olio fatto in casa senza caglio
Formaggio sott'olio fatto in casa senza caglio
Formaggio sott’olio fatto in casa senza caglio

 

Settimana scorsa su GialloZafferano c’è stato l’evento del formaggio fatto in casa, ma come al solito io di venerdì non riesco a partecipare, però mi fa piacere comunque ricreare le ricette proposte, per cui ho realizzato anch’io il mio formaggio ma per i soliti pasticci che combino ho dovuto fare qualche modifica e ho così realizzato il formaggio sott’olio fatto in casa senza caglio.
Ho seguito la ricetta di Rossana Del Giudice del blog ricette di rossana, che ha dato tutte le indicazioni passo passo, che io riporto quasi integralmente, aggiungendo poi le mie modifiche.

Ingredienti

2 lt. di latte fresco intero
il succo di 2 limoni (circa 100 gr.)
1 cucchiaino di sale
pepe, rucola, noci, peperoncino, origano o altro a piacimento per aromatizzare

Preparazione

Mettere il latte in una pentola e portare a bollore
DSCN5589
poi aggiungere il succo di limone e poi il sale, rigirare e far cuocere per altri 5 minuti e poi spegnete il fuoco. Vedrete separarsi dei piccoli grumi dalla parte acquosa (siero) ; lasciate raffreddare nella pentola di cottura per circa 10 minuti senza toccare ne girare.

DSCN5592
con un mestolo forato raccogliete tutti i grumi della cagliata e scolateli in un colino a maglie fitte o dentro una scolapasta foderata con una garza o un tovagliolo sottile. Fate scolare per un paio di minuti premendo con il dorso di un cucchiaio per far uscire più siero possibile. A questo punto potete mettere il formaggio così ottenuto in una fuscella o altro stampo anche senza fori per consumarlo così al naturale oppure potete aggiungere gli aromi che più preferite. Io ho messo una parte del formaggio al naturale in una fuscella, una parte l’ho aromatizzata col pepe e un’altra parte con l’origano mettendolo dentro degli stampi da muffin. Passati 2-3 minuti, potrete già sformare il vostro formaggio. Poggiate un piatto sopra alla formina e mantenendo la formina attaccata al piatto, rivoltatelo e quindi eliminate la formina.
DSCN5593
Poi Rossana continua dando questi consigli:
Potete anche mantenerlo nella formina fino al consumo. Sia che eliminiate la formina subito sia che la teniate, per conservarlo qualche ora, fino al consumo, avvolgete il tutto in carta forno bagnata, poi in frigo. Appena freddo potrete mangiarlo. COME CONSERVARLO FRESCO PER QUALCHE GIORNO
Se volete conservarlo ancora fresco per qualche giorno, prendete il pacchettino di carta forno con dentro il formaggio e passatelo (ancora chiuso) sotto l’acqua fresca, fate ricadere l’eccesso di acqua, mettete in una bustina di plastica per alimenti e poi riponetelo in frigo; l’importante è che la carta che avvolge il formaggio sia sempre umida. In questo modo io l’ho conservato fresco per 3-4 giorni in frigo.

PER FARLO DIVENTARE ASCIUTTO, PIU’ SECCO
Poggiate il formaggio fresco su di un piatto, cospargete la superficie di sale fino e poi con l’aiuto di un oggetto tipo un cucchiaio, posto al di sotto del piatto, create un dislivello, così che possa scendere via l’acqua in eccesso. Dopo 2-3 giorni , prendete il formaggio ormai asciutto, avvolgetelo nella carta forno asciutta e conservate in frigo. Quando lo mangerete, eliminate la parte esterna, come fosse la buccia.
Ma siccome io sono una pasticciona nata, come giustamente si intitola il mio blog, ho pensato bene che sarebbe stato sufficiente ricoprire con un tovagliolo pulito il formaggio così preparato il sabato pomeriggio. In effetti alla sera il formaggio era buono, la domenica mezzogiorno non l’ho messo in tavola, me ne sono ricordata la domenica sera. Sono andata a prendere il mio bel formaggio e …sorpresa… si stava seccando troppo. L’ho assaggiato comunque, ma non era più di mio gradimento. A questo punto, che fare? Togliere la crosticina che si stava formando e avvolgere il resto in carta forno bagnata o trovare un’altra soluzione? Mi è venuta l’idea di metterlo sott’olio, tanto, ho pensato, questo si fa quando si hanno degli avanzi di formaggio che rischiano di andare a male, quindi perchè non farlo col mio bel formaggio!? Non volevo metterlo tutto intero, così ho pensato bene di tagliarlo a fette, metterlo in una ciotolina cospargerlo con un pizzichino di sale e aggiungere degli aromi. Ho optato per del peperoncino all’aglio e dell’origano, quindi ho spolverato il formaggio con queste due spezie e l’ho irrorato di olio. Lunedì sera l’ho assaggiato, ragazzi e ragazze, non avete idea della bontà. Molto saporito e gustoso, da un pasticcio è uscita una squisitezza. 😉

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

2 Risposte a “Formaggio sott’olio fatto in casa senza caglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »