Polenta con cime di rapa – La frascatula calabrese

Ho provato per la prima volta la polenta con cime di rapa la scorsa estate in un caratteristico agriturismo ai piedi del Pollino, che ci ha servito questo piatto come antipasto, insieme a tante altre cose squisite ed ai classici salumi, formaggi e sottoli, che in un antipasto tipico calabrese non mancano mai. Inizialmente mi è sembrato strano che in Calabria ci servissero della polenta, piatto tipico del nord Italia, ma dopo essermi documentata ho scoperto che esiste anche una polenta calabrese detta frascatula o fhriscatula, che prende il nome dal francese flasque che significa molle, flaccido e fu chiamata così tra il tra il XIV e il XV secolo durante la dominazione angioina. Si tratta di un piatto povero e antico, tipico anche della Basilicata e della Sicilia, a base di farina di mais con verdure di stagione, ancora oggi diffuso in alcune zone della Calabria. Questa ricetta è stata una piacevole scoperta perchè è semplice ma gustosissima e quindi non vedevo l’ora di replicarla, e visto il periodo ho scelto di accompagnarla con le cime di rapa, ma vanno bene anche altre verdure di stagione come i broccoli. Potete servirla come nel ristorante dove l’ho assaggiata come antipasto rustico, insieme ad altre preparazioni in piccole porzioni, oppure come piatto principale in quantità più abbondanti. Io e mio marito l’abbiamo divorata, spero piaccia anche a voi.

Ingredienti per 2 persone

  • 300 g di farina di mais
  • 1 mazzo di rape
  • peperoncino piccante
  • olio di oliva
  • aglio
  • sale + sale grosso

Polenta con cime di rapa

Polenta con cime di rapa

Preparazione

  1. Pulite le rape, staccate le cime e le foglie più tenere, lavatele per bene e stufatele in padella con abbondante olio di oliva, uno spicchio d’aglio (che eliminerete dopo averlo fatto dorare), peperoncino piccante (utilizzate quello che avete, fresco tagliato a rondelle, oppure la punta di un cucchiaino se lo avete sottolio oppure in polvere) ed un pizzico di sale. Fate appassire le cime di rapa coprendo la padella con il coperchio e man mano aggiungete un poco di acqua, necessaria per completare la cottura ed evitare che le rape si attacchino sul fondo della padella. Cuocetele fino a farle diventare molto tenere, in modo che poi si amalgamino per bene alla polenta.
  2. Preparate la polenta facendo cadere la farina di mais a pioggia in acqua bollente, insieme a 1/2 cucchiaio di sale grosso, e mescolate di continuo fino a completo assorbimento dell’acqua. La polenta sarà pronta quando si staccherà dalle pareti della pentola (se utilizzate il tradizionale paiolo di rame è ancora meglio) e quando risulterà bella densa.
  3. A questo punto aggiungete le cime di rapa, continuando a mescolare in modo che si amalgamino bene alla polenta diventando un tutt’uno, poi servite ben calda.

Copyright © iocucinocosi



Precedente Cavoletti di Bruxelles alla panna Successivo Pasta prosciutto e brie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.