Pitta ripiena di Pasqua

La pitta ripiena è una torta rustica tipica calabrese che si prepara solitamente nel periodo pasquale, in particolare per Pasquetta ma in generale per i picnic all’aria aperta. La pitta ripiena è preparata con una base di pasta di pane a lunga lievitazione e poi farcita con salsiccia calabrese, caciocavallo, ricotta e uova sode. La bontà di questa pitta è data dalla qualità degli ingredienti; io ho utilizzato salsiccia piccante e caciocavallo DOP, tipici della mia regione, ed un ottimo olio extravergine di oliva biologico. La pitta ripiena può essere consumata sia calda che a temperatura ambiente.

Ingredienti

Pitta ripiena di Pasqua

Pitta ripiena di Pasqua Ricetta calabrese

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito di birra in un poco di acqua tiepida prelevata dal totale.
  2. Mescolate le due farine e disponetele a fontana in una ciotola capiente o sulla spianatoia.
  3. Praticate un buco al centro e versate il lievito di birra sciolto iniziando a mescolare.
  4. Versate anche l’olio, sciogliete il sale nell’acqua restate e versatela nell’impasto.
  5. Amalgamate il composto impastando energicamente con le mani sulla spianatoia leggermente infarinata per almeno 15 minuti, fino ad ottenere un panetto omogeneo e liscio.
  6. Poichè la consistenza dell’impasto dipende dal grado di assorbimento della farina che utilizzate aggiungete un po’ di farina man mano che impastate se dovesse essere necessario a rendere meno appiccicoso il composto.
  7. Formate un panetto e riponetelo in una ciotola coperta con pellicola trasparente, messa direttamente a contatto con il panetto in modo che non asciughi formando una crosta asciutta in superficie, e riposta in frigorifero per 12 ore. Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume.
  8. Pieghe a 3 per pane e pizzaPieghe a 3 per pane e pizzaTrascorse 12 ore di lievitazione, riprendete il panetto, praticate le pieghe a tre come illustrato nella sequenza di foto e poi riponete di nuovo a lievitare in un luogo caldo e privo di correnti per altre 2 o 3 ore fino al raddoppio.
  9. Nel frattempo preparate gli ingredienti per il ripieno. Eliminate il budello alla salsiccia e tagliatela a fettine sottili. Tagliate a cubetti il caciocavallo e grattugiate la ricotta salata. Rassodate le uova in acqua bollente, poi fatele raffreddare, sgusciatele e tagliatele a fettine.
  10. Trascorse 2 o 3 ore prendete il panetto e dividetelo in due parti, una il doppio dell’altra.
  11. Stendete con il matterello la parte più grande in modo da formare un disco spesso circa mezzo cm e sistematelo in una teglia rotonda, unta di olio, facendo fuoriuscire il disco dai bordi.
  12. Riempite la pitta con uno strato di ricotta fresca sbriciolata, di ricotta salata grattugiata e poi con salsiccia, uova e caciocavallo.
  13. Stendete l’impasto restante formando un disco più piccolo e sistematelo al centro sopra il ripieno.
  14. Richiudete i bordi sovrapponendoli al centro sul disco più piccolo.
  15. Bucherellate la superficie della pitta con i rebbi di una forchetta e spennellatela con olio d’oliva.
  16. Fate scaldare il forno a 200° (nel frattempo che il forno raggiunge la temperatura lasciate lievitare ancora un po’ la pitta) e cuocete per 30 minuti fino a doratura.
  17. Lasciate raffreddare la pitta per qualche minuto e servitela tagliata a spicchi. Potete consumare la pitta ripiena anche fredda.

Con questa ricetta partecipo al contest di Molino Grassi

impastando_CONTEST

Tempo di preparazione: 2
Tempo di cottura: 3
Porzioni: 8 porzioni
Categoria: Antipasti / Pizze rustiche
5 ★★★★★ in base a 12 recensioni
Copyright © iocucinocosi



Precedente Dolcetti con confettura di more e cocco Successivo Risotto asparagi e vongole con mozzarella di bufala

2 commenti su “Pitta ripiena di Pasqua

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.