Pesto di basilico e noci

Il pesto di basilico e noci è una versione saporita, con noci e pecorino, del classico pesto alla genovese con pinoli e parmigiano. Questa salsa, cremosa e saporita, può essere utilizzata per condire la pasta, ma anche per preparare bruschette o come condimento per insalate di pasta o di cereali. Nella mia ricetta non aggiungo nè sale nè aglio, perchè trovo questa salsa già di per sè saporita, ma se volete potete aggiungerli in base al vostro gusto.

Ingredienti per 6/8 persone

  • 100 g di foglie di basilico
  • 200 g di pecorino grattugiato
  • 50 g di gherigli di noci
  • 200 ml di olio extravergine di oliva

Ingredienti opzionali

  • 1 pizzico di sale grosso
  • 1 o 2 spicchi d’aglio

Pesto di basilico e noci

Pesto di basilico e noci

Preparazione

  1. Secondo tradizione il pesto andrebbe preparato al mortaio, pestando a mano tutti gli ingredienti, ma per chi non ha il mortaio si può procedere con un comune frullatore, purchè si seguano alcuni accorgimenti che eviteranno di fare annerire il pesto che a causa del surriscaldamento delle lame si ossida facilmente. Primo accorgimento: non lavate le foglie ma tamponatele molto delicamente semplicemente con un panno umido. Secondo accorgimento: tenete la tazza e le lame in frigorifero per un’ora in modo che siano molto freddi. Terzo accorgimento: frullate alla velocità più bassa.
  2. Se utilizzate l’aglio ed il sale sono i primi ingredienti che dovete frullare nel mixer.
  3. Poi aggiungete le foglie di basilico e frullate a bassa velocità fino ad ottenere una crema.
  4. Sempre con le lame avviate aggiungete le noci, poi il pecorino ed infine l’olio, versandolo a filo poco per volta.
  5. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e la salsa risulterà omogenea il pesto sarà pronto per condire i vostri piatti.
  6. Il pesto si conserva in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore ermetico o in vasetti sterilizzati ricoperti con uno strato di olio. Potete anche congelare il pesto in piccoli vasetti oppure nei contenitori per il ghiaccio per fare dei piccoli cubetti da utilizzare come base per diversi tipi di condimento.
  7. A questo punto non vi resta che cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli al dente, condirli con il pesto alla genovese e servirli.

Se questa ricetta vi è piaciuta guardate le altre ricette con il pesto.

Copyright © iocucinocosi



Precedente Spaghetti al pesto alla genovese Successivo Riso freddo al pesto e limone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.