Pasta e patate ara tijeddra – Ricetta al forno alla cosentina

La pasta e patate ara tijeddra è un primo piatto tipico cosentino, in pratica pasta e patate al forno la cui particolarità sta nel fatto che gli ingredienti vengono messi tutti a crudo nella teglia, insieme ad abbondante passata di pomodoro, parmigiano e pangrattato e volendo, per una versione più gustosa, caciocavallo o mozzarella. Nella versione classica si usano le penne lisce, ma io preferisco quelle rigate che trattengono meglio il sugo.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 600 g di penne rigate
  • 1,2 l di passata di pomodoro (io ho usato La verace Cirio)
  • 2 grosse patate (circa 500/600 g)
  • olio di oliva
  • sale
  • origano
  • parmigiano grattugiato qb
  • pangrattato o mollica qb

Pasta e patate ara tijeddra - Pasta e patate al forno alla cosentina

Pasta e patate ara tijeddra – Ricetta al forno alla cosentina

Preparazione

  1. Lavate e sbucciate le patate e tagliatele a fettine sottili.
  2. Versate sul fondo della teglia (deve essere una teglia adatta ad andare anche sul fornello) tre mestoli di passata di pomodoro, condite con un pizzico di sale, un filo d’olio ed un po’ di origano secco.
  3. Formate uno strato con le penne crude, immergendole per bene nella passata di pomodoro e coprite la pasta con uno strato di patate, distribuite sopra abbondante parmigiano e ancora sopra 2 mestoli di passata.
  4. Condite di nuovo con sale, olio e origano e proseguite allo stesso modo facendo un altro strato completo di pasta, patate e parmigiano, terminando con uno di pasta.
  5. Ricoprite con il pomodoro rimasto, aggiungete 1 bicchiere di acqua (l’acqua non deve coprire la pasta ma restare un filo sotto la superficie) e fate cuocere sul fornello, a fuoco medio e con coperchio, per 15 minuti. TRUCCO ANTISPRECO: io solitamente risciacquo le bottiglie o lattine di passata ed utilizzo questa acqua anzichè acqua pulita, in modo da utilizzare la passata fino all’ultima goccia.
  6. Ricoprite la superficie con parmigiano, pangrattato o mollica ed un filo d’olio e proseguite la cottura in forno preriscaldato, senza coperchio, a 200° per altri 15/20 minuti, fino a doratura.
  7. Fate riposare 2 o 3 minuti nel forno spento e poi servite.

Copyright © iocucinocosi


Precedente Turdilli al forno senza uova Successivo Mostaccioli calabresi al miele doppio e frutta secca mista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.