Chiodini e rositi fritti in pastella – Ricetta con i funghi

I chiodini e rositi fritti in pastella sono una ricetta gustosa tipicamente autunnale, quando è possibile raccogliere o ricevere in dono (come nel mio caso) questi buonissimi funghi freschi. I rositi (così si chiamano dalle mie parti) sono una varietà di funghi caratterizzata dal tipo colore rossiccio, da cui deriva il nome, e si trovano piuttosto facilmente sull’Altopiano della Sila. I chiodini o pioppini invece crescono alla base degli alberi e si trovano un po’ in tutta Italia. I funghi si possono preparare in tantissimi modi ed utilizzare come ingrediente principale di zuppe, primi piatti o per insaporire secondi di carne, ma queste tipologie di fungo le preferisco fritte in pastella, una ricetta facile, veloce e gustosa. Ve la propongo per l’appuntamento de L’Italia nel piatto, che per questo mese ha scelto come tema Autunno in tavola, ed io ho pensato “cosa c’è di meglio di un piatto a base di funghi per portare in tavola il profumo del bosco autunnale?”. Preparateli insieme a me, ecco la ricetta!

Ingredienti

  • funghi rositi
  • funghi chiodini
  • farina qb
  • acqua qb
  • sale qb
  • pepe qb
  • prezzemolo qb
  • olio di semi per friggere qb

Chiodini e rositi fritti in pastella - Ricetta con i funghiPreparazione

Pulite i funghi delicatamente con un panno umido, tagliate a spicchi i rositi e lasciate interi i chiodini. Preparate una pastella liquida ma piuttosto densa mescolando farina, acqua, un pizzico di sale e di pepe ed il prezzemolo tritato.

Mettete a scaldare abbondante olio in una padella. Immergete prima gli spicchi di rositi nella pastella e quando l’olio è sufficientemente caldo tuffateli nella padella e fateli dorare su tutti i lati. Sollevateli e riponeteli in un contenitore rivestito di carta assorbente in modo da asciugare l’olio in eccesso.

Versate nella pastella rimanente i chiodini, mescolate, prelevate delle cucchiaiate di pastella e funghi e tuffatele delicatamente nell’olio, facendo dorare su entrambi i lati. In questo caso, essendo i chiodini troppo piccoli per essere fritti uno ad uno, formiamo delle frittelle. Sollevate le frittelle, fate assorbire l’olio dalla carta e poi servitele insieme ai rositi fritti ben caldi.

Prima di salutarvi e ricordarvi il prossimo appuntamento con la rubrica di cucina regionale del 20 novembre, vi lascio le ricette delle altre regioni, tutte deliziose!

Precedente Tagliatelle ai porcini e salsiccia - Ricetta primo piatto Successivo Pasta tonno e gorgonzola con pinoli tostati

19 commenti su “Chiodini e rositi fritti in pastella – Ricetta con i funghi

  1. artù il said:

    hai proprio ragione il fungo è il re dell’autunno e questa ricetta così sfiziosa rende meravigliosamente bene l’idea della cucina ricca di gusto tipica della tua regione!!

  2. 2 Amiche in Cucina il said:

    i funghi fritti sono sempre deliziosi, i rositi potrebbero essere quelli che noi chiamiamo rosciole, un bacio

  3. E chi resiste a un piattino di fritto così?
    I funghi sono indissolubilmente legati all’autunno, hai fatto una scelta davvero perfetta per questo appuntamento dell’Italia nel piatto.
    Un bacio.
    PS. Ti aspettiamo per il nostro contest… 🙂

  4. Funghi rositi??? Non sapevo neanche che esistessero… che dolore non poterli assaggiare e poi i funghi fritti sono un cibo paradisiaco…

  5. donaflor il said:

    e con questo piatto mi hai letteralmente steso…la frittura l’adoro e questi funghi sono da gustare uno dietro l’altro! troppo buoni! insomma davvero l’autunno in tavola
    bacioni

  6. Le ricette con i funghi mi mettono una voglia già alle otto del mattino, purtroppo io non sono capace di riconoscerli , ma apprezzo molto non solo chi sa raccoglierli, ma anche chi li sa cucinare!

    Bellissima ricetta

  7. Ho una passione sviscerata per i funghi fritti. Non conoscevo i rositi… Sempre qualcosa di nuovo da imparare!!! Non ti nascondo che un piattino lo avrei gradito veramente molto… buona giornata|

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.