TURDILLI CALABRESI

I turdilli calabresi sono un dolce natalizio tipico del cosentino e della Calabria in generale. Facili e veloci da preparare, sono una sorta di gnocchi fritti immersi nel miele (tipicamente miele di fichi, ma si può usare qualsiasi tipo di miele) e profumati agli agrumi.

La ricetta dei turdilli che ho utilizzato è cosentina ed è assolutamente originale. Dina è stata così gentile da rgalarmi la ricetta originale della sua mamma, mi ha spiegato che i turdilli hanno la forma di gnocchi dall’impasto consistente ma morbido, che l’impasto si prepara rigorosamente senza zucchero e che si utilizza tipicamente miele di fichi ma si può utilizzare anche qualsiasi altro tipo di miele. Mi ha spiegato che il miele si scioglio con del succo di arancia oppure di limone e mi ha detto che la mamma frigge i turdilli in olio di semi. Ho fatto tesoro di tutti i suggerimenti di Dina ed ho elaborato la sua ricetta. Non avendo il rigagnocchi, li ho lasciati lisci ma naturalmente una superficie rigata cattura più miele e quindi i turdilli saranno ancora più saporiti.

Chiedo scusa a Dina e alla sua mamma, ai cosentini e ai calabresi tutti per la forma non proprio tipica che ho dato ai turdilli, ma prometto che comprerò il rigagnocchi e preparerò nuovamente questi dolci tipici calabresi provando ad onorare meglio l’antica ricetta calabrese dei turdilli delle mamma di Dina.

Pare che a seconda delle zone, ci siano diverse versioni dei turdilli calabresi: alcuni aggiungono zucchero nell’impasto, altri utilizzano anche le uova, altri ancora diluiscono l’impasto con il latte. Io mi sono fidata di Dina ed ho seguito rigorosamente la sua ricetta e devo dire che non ne sono rimasta delusa 🙂 Perciò grazie Dina, sei sempre preziosa 🙂

 

TURDILLI CALABRESI | ricetta dolci calabresi natalizi | dolci fritti
TURDILLI CALABRESI | ricetta dolci calabresi natalizi | dolci fritti

Turdilli calabresi

 

COSA SERVE?

  • 1200 g di farina 00
  • 4 mestoli di vino moscato
  • 2 mestoli di olio extravergine di oliva
  • bucce di 10 mandarini
  • Olio di semi di arachidi per friggere
  • Miele di fichi (o altro tipo di miele) q.b.
  • succo di 1 arancia e/o di 1 limone

 

TURDILLI CALABRESI | ricetta dolci calabresi natalizi | dolci fritti
TURDILLI CALABRESI | ricetta dolci calabresi natalizi | dolci fritti

 

 

COME SI PROCEDE?

In una pentola unire le bucce di mandarino, il vino moscato e l’olio extravergine di oliva. Riscaldare il tutto sul fuoco, quindi togliere dal fuoco e far riposare per almeno 10 minuti prima di eliminare le bucce dei mandarini.

Preparare l’impasto dei turdilli calabresi. Sul tavola di lavoro oppure in una grossa scodella versare a pioggia la farina setacciata e fare un buco al centro. Nel buco cersare il vino moscato e l’olio (privati delle bucce di mandarino) e lavorare bene il composto. Il composto deve essere corbido ma consistente: se l’impasto dovesse essere troppo molle, aggiungere altra farina; se l’impasto dovesse essere troppo duro, aggiungere altro vino moscato.

Formare i turdilli calabresi. Staccare un pezzetto di impasto e dargli la forma di un salsicciotto, quindi tagliare il salsicciotto così ottenuto in tanti cubetti (se avete il rigagnocchi, passate i cubetti sul rigagnocchi, io non l’ho fatto perchè non ho il rigagnocchi). Ripetere il procedimento fino ad esaurimento del composto.

Friggere i turdilli consentini in abbondante olio di semi di arachidi. Scolarli con la schiumarola e poggiarli su carta assorbente.

Sciogliere il miele di fichi (o altro tipo di miele) insieme a del succo di arancia o di limone e versarvi dentro i turdilli cosentini. Mescolare il tutto in modo che il miele avvolga completamente i turdilli di Natale.

Versare quindi i turdilli al miele in un vassoio e servire oppure conservare in luogo fresco e asciutto.

Per non perdere nessuna ricetta visitate la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente CHEESECAKE AL CAFFE' Successivo MOSTACCIOLI MORBIDI AL RUM