Crea sito

Torta Salata Sofficissima | Cacciatorino e Formaggi

Torta Salata Sofficissima | Cacciatorino e Formaggi Senza Uova Un ripieno cremoso che non si sbriciola nonostante l’assenza delle uova, il sapore unico del salame cacciatorino e un tocco di gorgonzola danno forza e vigore ad una torta salata sofficissima che più soffice non si più. Tiepida o fredda, sempre buonissima. Il giorno dopo, riscaldata per pochissimi secondi al microonde, riacquista tutta la sofficità della torta appena fatta.
Non smetterò mai di ricordarvelo: non abbiate paura degli impasti morbidi, è proprio quella morbidezza che conferirà estrema sofficità al prodotto finale.

Torta Salata Sofficissima | Cacciatorino e Formaggi
Torta Salata Sofficissima | Cacciatorino e Formaggi

COSA SERVE?

Per l’impasto lievitato: torta di 24 cm di diametro:
300 g di farina 00

195 g di acqua
8 g di sale
8 g di lievito di birra fresco
1 e 1/2 cucchiai di strutto
1 cucchiaino di zucchero

Per la farcia:
250 g di ricotta
50 g di panna da cucina
100 g di cacciatorini
40 g di gorgonzola

semi di papavero a piacere per decorare

COME SI PROCEDE?

Preparare l’impasto lievitato. Sciogliere il lievito in acqua tiepida e zucchero. lasciarlo riposare per circa 10 minuti in modo da attivarlo. In una ciotola setacciare la farina, aggiungere quindi l’acqua lievitata ed impastare. Quindi incorporare lo strutto ed il sale ed impastare ancora fino a che l’impasto non si staccherà dalle pareti del recipiente. Coprire con pellicola trasparente e far riposare in luogo caldo per 1 ora.

Intanto preparare la farcia. Unire in una scodella la ricotta e la panna, mescolare bene in modo da formare una cremina omogenea. Aggiungere il salame tagliato a cubetti. Mescolare. Conservare in figo fino al momento dell’utilizzo.
Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, impastare nuovamente e dividere l’impasto in due panetti.
Stendere il primo panetto in una teglia del diametro di 24 cm rivestita di carta forno. Farcire con la farcia precedentemente preparata, sbriciolarvi sopra il gorgonzola, chiudere con il secondo panetto sigillandone bene i bordi. Spennellare la superficie con del latte e decorare con i semi di papavero.

Coprire con un canovaccio e far lievitare fino al raddoppio di volume.

Quando la torta sarà raddoppiata di volume, accendere il forno al minimo ed infornare immediatamente la torta senza aspettare che il forno sia caldo. In questo modo si darà una spinta finale alla lievitazione. Far cuocere la torta al minimo per 10 minuti, quindi alzare la temperatura a 180°C e far cuocere ancora per circa 20 minuti.

Servire tiepida oppure fredda. La torta salata sofficissima è buona anche il giorno dopo, riscaldata per pochissimi secondi nel microonde riacquisterà la sofficità della torta appena sfornata.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.