Crea sito

TARALLI DOLCI GLASSATI

I taralli dolci pugliesi sono chiamati anche occhi di Santa Lucia. Sono deliziosi tarallini tipici della città di Bari ricoperti di glassa di zucchero che si preparano tradizionalmente in occasione del 13 dicembre, giorno in cui si festeggia Santa Lucia e in tutto il periodo delle festività natalizie, ma sono così buoni e facili da preparare che i pugliesi ormai li preparano praticamente tutto l’anno.

In origine, la ricetta degli occhi di Santa Lucia prevedeva una glassa a base di albumi e zucchero che veniva chiamata scelepp. Oggi invece vengono tipicamente ricoperti di una glassa a base di zucchero a velo e acqua che, in onore alla tradizione, continua ad essere chiamata scelepp.

TARALLI DOLCI PUGLIESI ricetta occhi di Santa Lucia
TARALLI DOLCI PUGLIESI ricetta occhi di Santa Lucia

Taralli dolci pugliesi

 

COSA SERVE?

  • 500 g di farina 00
  • Circa 125-150 ml di vino bianco secco oppure di liquore all’anice
  • Circa 125-150 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • circa 300 g di zucchero a velo

 

 

TARALLI DOLCI PUGLIESI ricetta occhi di Santa Lucia
TARALLI DOLCI PUGLIESI ricetta occhi di Santa Lucia

 

COME SI PROCEDE?

Preparare l’impasto dei taralli dolci pugliesi. A mano oppure nell’impastatrice (con il gancio, ma va bene anche la frusta K) lavorare la farina con 100 ml di olio extravergine di oliva e 100 ml di vino bianco secco (oppure anice). A seconda della farina utilizzata, potrebbe essere necessario aggiungere ulteriore olio e ulteriore liquore fino a un massimo di 150 ml totali di olio e 150 ml totali di liquore. Lavorare l’impasto aggiungendo poco per volta uguali quantità di olio e liquore fino ad ottenere un composto omogeneo liscio ed elastico.

Comporre i taralli pugliesi dolci. Staccare un pezzettino di impasto e dargli con le mani la forma di un cilindro della lunghezza di circa 7 centimetri. Chiudere il cilindro alle estremità in forma circolare o leggermente allungata. Disporre il tarallo pugliese così ottenuto in una teglia rivestita di carta forno.
Ripetere il procedimento per tutti i taralli fino ad eseurimento del composto.

Infornare gli occhi di Santa Lucia in forno già caldo a 170°C per circa 20-30 minuti o comunque fino a che non avranno iniziato a prendere un leggerissimo colore dorato. Appena inizieranno a colorarsi, sfornare i taralli (continuando la cottura otterreste taralli molto duri). e farli raffreddare completamente.

Preparare la glassa (o lo scelepp). In una scodella unire lo zucchero a velo e pochissima acqua calda, quanto basta per ottenere un composto molto denso ma che si possa spalmare sui taralli pugliesi.

Glassare gli occhi di Santa Lucia. Passare i taralli nello scelepp oppure spennellare lo scelepp sui taralli. Adagiare i taralli glassati in un vassoio ricoperto di carta forno e non toccarli fino a che la glassa non si sia completamente indurita.

Conservare gli occhi di Santa Lucia in un contenitore ermetico fino al momento di servire.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.