Crea sito

Lasagne Napoletane

Le lasagne della mia mamma, quelle che ci ha insegnato la nonna. Le lasagne dei giorni di festa, Natale Pasqua e Carnevale, la festa del patrono, i nostri compleanni. Lasagne sì, ma non quelle bolognesi al ragù. Le lasagne di nonna sono napoletante e super ripiene. Uova sode, polpette, salsiccia secca, mozzarella e tanto parmigiano. Dalla sfoglia doppia, callosa, morbida all’interno e croccante in superficie. Per un pezzo di queste, io farei follie.

Sono facili da preparare ma richiedono tempo, non ve lo nascondo. Bisogna prima preparare le polpette, poi il sugo e le uova sode, va tagliata la salsiccia secca a fettine sottile e poi le polpette ridotte in tocchetti dopo averle cotte nel sugo. Ma vi assicuro che ne vale la pena. Una volta provate, sarà difficile apprezzare un altro tipo di lasagne che non siano quelle della mia mamma!

 

LASAGNE NAPOLETANE ricetta lasagne polpette mozzarella
LASAGNE NAPOLETANE ricetta lasagne polpette mozzarella

Lasagne napoletane

 

COSA SERVE?

  • circa 500 gr di pasta secca per lasagne (non all’uovo) (io ne conto 12 sfoglie)
  • 13 polpette di carne di vitello
  • sugo di carne non troppo denso q.b.
  • 5 uova sode
  • 3 pezzetti di salsiccia secca
  • 150 gr di parmigiano grattugiato
  • 400 gr di mozzarella di bufala

 

LASAGNE NAPOLETANE ricetta lasagne polpette mozzarella
LASAGNE NAPOLETANE ricetta lasagne polpette mozzarella

 

 

COME SI PROCEDE?

Innanzitutto qualche indicazione su come preparare il sugo di carne. Io dal macellaio prendo sempre 500 gr di muscolo di vitello e mi faccio dare anche dei nervetti che rendono il sugo più saporito. Faccio un soffritto di cipolla sedano e carota, aggiungo la carne e i nervetti e faccio cuocere. A metà cottura sfumo con il vino bianco,  aggiungo la salsa di pomodoro e le polpette precedentemente preparate (potete prima friggerle oppure metterle direttamente nel sugo a cuocere).  Allungo con un pò d’acqua e lascio cuocere per almeno un’ora e mezza. All’occorrenza aggiungo dell’acqua di tanto in tanto di modo che il sugo non asciughi troppo.

Preparare gli ingredienti per il ripieno. Taglio a fettine la salsiccia secca e a dadini le uova sode. Taglio a cubetti le polpette precedentemente tolte dal sugo e la mozzarella precedentemente sgocciolata (si può strizzare).

Intanto faccio lessare la pasta (io uso sempre la Pasta di Gragnano che è spessa e non scuoce in cottura) in abbondante acqua salata e un filo d’olio. A metà cottura la scolo e la lascio intiepidire in modo da poterla toccare con le mani.

Comporre le lasagne napoletane. In una pirofila da forno (dimensioni adatte a contenere 4 sfoglie di lasagne), verso qualche mestolo di sugo di pomodoro (in modo da ricoprirne tutta la base), ci adagio uno strato di pasta lessa (4 sfoglie), poi un pò di polpette a dadini, un pò di uova a cubetti, un pò di salsiccia a fettine, un pò di mozzarella a cubetti, copro con dell’altro sugo e spolverizzo di parmigiano. A questo copro con un altro strato di pasta lessa (4 sfoglie) e seguo lo stesso procedimento di ripieno dello strato precedente. Termino con l’ultimo strato di pasta lessa (4 sfoglie). Copro con sugo di carne e una abbondante spruzzata di parmigiano grattugiato.

Infornare le lasagne in forno già caldo a 180°C°C per circa 30-40 minuti. Poi copro con della carta alluminio, spengo il forno e lascio riposare le lasagne nel forno chiuso e spento per circa un’ora prima di servire.

E’ possibile preparare le lasagne anche la sera prima, di modo che asciughino e riposino ben bene insaporendosi ancora di più. Il giorno dopo basta rimetterle in forno per circa 10 minuti o magari nel microonde per pochi minuti e poi servire immediatamente. Sono ottime anche riscaldate in padella, ma, dovendo rigirarle di tanto in tanto, si perde la forma di timballo e diventa una pasta al forno scomposta. Ma il sapore… beh…. quello resta, ve lo garantisco!!!

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.