PIZZA SBATTUTA ROMANA

Pizza sbattuta romana ricetta originale della famosa torta di Pasqua del Lazio. Senza lievito, pochissimi ingredienti ed una sofficità unica. La pizza di Pasqua tradizionalmente si serve per la colazione della domenica di Pasqua e si può accompagnare sia a creme dolci che a farciture salate come salumi e formaggi.

Nel Lazio e in molte zone del sud Italia il termine “pizza” non si usa soltanto per indicare la famosa pizza napoletana con pomodoro e mozzarella ma anche per indicare le torte dolci a base di pan di spagna. Figlia di questa usanza è la pizza sbattuta romana che deve il nome di “pizza” proprio a questa abitudine del sud di definire pizza anche il pan di spagna.

La caratteristica della pizza di Pasqua laziale è la sua lavorazione. Tradizionalmente infatti si usa sbattere a mano le uova con lo zucchero per molto, molto, molto tempo (circa un’ora) in modo da ottenere un composto chiaro, spumoso, leggerissimo e ben montato che non richieda la preparazione di lievito per gonfiarsi durante la cottura.

Sebbene oggi molto sbattano le uova con lo sbattitore elettrico o con la planetaria, c’è ancora qualcuno che, fedele alla ricetta tradizionale laziale, sbatte la pizza romana con la forchetta. Un lungo lavoro di braccia e di pazienza che fa risparmiare sia i soldi della palestra che quelli dello psicologo!!

La pizza sbattuta è un pan di spagna senza lievito leggerissimo che si può servire semplicemente tagliandolo a fette, si può spolverare di zucchero a velo, si può servire con un velo di nutella crema o marmellata a piacere ma si può anche servire a mo’ di pane con salumi e formaggi.

La colazione tradizionale della domenica di Pasqua nel Lazio come in ogni regione italiana è ricca e sostanziosa perché celebra la fine della quaresima e quindi del digiuno e delle privazioni. La colazione di Pasqua è sia dolce che salata, a seconda dei gusti ed è il primo pranzo della giornata, una sorta di brunch dei nostri nonni!

 

PIZZA SBATTUTA ROMANA torta di Pasqua soffice senza lievito
PIZZA SBATTUTA ROMANA torta di Pasqua soffice senza lievito

Pizza sbattuta romana

 

COSA SERVE?

Ingredienti per una pizza di Pasqua di 20-22 centimetri:

  • 6 uova intere
  • 180 g di zucchero semolato
  • 180 g di farina 00
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 bacca di vaniglia (oppure 2 bustine di vanillina)
  • 1 pizzico di sale
  • burro e farina per ungere la teglia

 

 

PIZZA SBATTUTA ROMANA torta di Pasqua soffice senza lievito
PIZZA SBATTUTA ROMANA torta di Pasqua soffice senza lievito

 

 

COME SI PROCEDE?

Preparare il composto della Pizza di Pasqua laziale. Con una forchetta, con lo sbattitore elettrico oppure con la planetaria montare le uova intere con lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e i semi di vaniglia (o la vanillina) per circa 45-60 minuti. Il composto deve risultare molto voluminoso, chiaro e spumoso. Aggiungere quindi la farina setacciata e un pizzico di sale e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Versare il composto così ottenuto in una teglia di 20-22 centimetri imburrata ed infarinata.

Infornare la pizza sbattuta di Pasqua in forno già caldo a 170°C per circa 40-60 minuti in base alla potenza del forno. Non aprire il forno prima che siano trascorsi almeno 30 minuti per evitare che la pizza si sgonfi. Controllare la cottura con lo stecchino prima di spegnere il forno.

Quando la pizza di Pasqua sarà cotta, spegnere il forno, aprire lo sportello e far riposare la pizza romana in forno spento con lo sportello aperto per circa 10 minuti prima di sfornarla. Questo passaggio di riposo in forno spento consentirà la formazione della tipica crosticina della pizza romana.

Sfornare la pizza sbattuta di pasqua e farla raffreddare completamente prima di passarla su un piatto da portata e servire.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente CROSTATA SALATA MORBIDA Successivo PASTIERA CILENTANA DI RISO