PASTIERA PASTICCERIA NAPOLETANA

Pastiera pasticceria napoletana: una ricetta praticamente infallibile per preparare in casa la vera pastiera napoletana buone come quella di pasticceria.

Disse la vecchia di novant’anni : “PIù sto e più imparo”. Mia nonna non smette mai di ripetermelo. E’ un modo per dire che nella vita di imparare non si smette mai. E quando pensi di essere arrivato, di essere giunto alla perfezione, è proprio quello il momento di metterti in gioco e andare oltre. Superarti.

E’ così che ho fatto io. Pensando alla vecchia di novant’anni, oggi ho voluto mettermi in gioco e provare a rendere la mia pastiera napoletana (cliccando QUI trovate tutte le regole per la pastiera perfetta) ancora più buona.

Mia mamma è sempre iper critica nei miei confronti, ma sapete cosa mi ha detto assaggiando la nuova versione della mia pastiera napoletana? Ha detto che mi sono superata e che questa pastiera è più buona ma molto più buona della pastiera comprata in pasticceria.

Se amate i dolci di Pasqua e se vi fidate di me, provate questa ricetta e vedrete che mi ringrazierete!

Per scoprire tante altre ricette da poter preparare per il pranzo di Pasqua cliccate QUI .

 

PASTIERA PASTICCERIA NAPOLETANA ricetta infallibile dolce di Pasqua
PASTIERA PASTICCERIA NAPOLETANA ricetta infallibile dolce di Pasqua

Pastiera pasticceria napoletana

 

COSA SERVE?

Per una pastiera di 26-28 centimetri:

  • Per la pasta frolla:
    250 g di farina 00
    175 g di strutto
    175 g di zucchero a velo
    buccia grattugiata di 1 limone
    40 g di albume d’uovo
    10 g di tuorlo d’uovo
  • Per il ripieno di grano:
    300 g di grano cotto
    100 g di latte
    buccia grattugiata di 1 arancia
    25 g di burro
    1 pizzico di sale fino
  • Per la crema di ricotta:
    250 g di ricotta fresca asciutta
    125 g di zucchero semolato
    1 bacca di vaniglia
    40 ml di aroma fior d’arancio
    100 g di frutta candita mista a cubetti (cedro, arancia, zuccata)
  • 3 uova intere (3 tuorli + 3 albumi)

 

 

PASTIERA PASTICCERIA NAPOLETANA ricetta infallibile dolce di Pasqua
PASTIERA PASTICCERIA NAPOLETANA ricetta infallibile dolce di Pasqua

 

 

COME SI PROCEDE?

Cuocere il grano. Versare il grano in una pentola in acciaio, unire il latte, il sale, la buccia grattugiata dell’arancia e cuocere per 15 minuti. Aggiungere quindi il burro e far mantecare per qualche minuto. Togliere quindi dal fuoco e far riposare per almeno 2 ore (meglio ancora se tutta la notte in modo che si insaporisca bene).

Amalgamare la ricotta con lo zucchero e i semi di vaniglia e far riposare per almeno 2 ore (meglio ancora se tutta la notte in modo che si insaporisca bene).

Preparare la frolla. Lavorare la farina con lo strutto, lo zucchero e la buccia di limone. Infine unire il tuorlo e l’albume e lavorare poco, giusto il tempo di ottenere un composto liscio ed elastico. Coprire con pellicola trasparente e far riposare in frigorifero per almeno 2 ore (meglio ancora se per tutta la notte).

Preparare il ripieno della pastiera di pasticceria. Unire i 3 tuorli (un tuorlo alla volta) alla crema di ricotta. Aggiungere quindi il grano cotto, il fior d’arancio e la frutta candita. Incorporarvi quindi i 3 albumi montati a neve fermissima e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per non smontarli.

Comporre la pastiera. Stendere la pasta frolla in una sfoglia sottilissima e disporla sul fondo di una teglia imburrata ed infarinata (tenere un po’ di frolla da parte per le strisce). Versarvi il composto di ricotta e grano (attenzione che il composto arrivi fino a 1 centimetro al di sotto del bordo) e decorare la superficie con le strisce. Sicuramente vi avanzerà una parte di pasta frolla, non buttatela ma preparateci delle crostatine o dei biscotti.

Infornare la pastiera napoletana di pasticceria in forno già caldo a 180°C per circa 90 minuti o comunque fino a doratura. Spegnere quindi il forno e lasciarvi la pastiera all’interno fino a che il forno non sarà completamente freddo: in questo modo la pastiera si asciugherà senza bruciare. In gergo si dice che il forno deve “morire” sulle pastiere.

Far riposare la pastiera napoletana di pasticceria per almeno 12-24 ore prima di servirla.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente ARISTA DI MAIALE ALL ARANCIA Successivo PASTA CON RANA PESCATRICE