PIZZA AL KAMUT 50h pizza sofficissima e a basso impatto glicemico

La pizza al kamut è sofficissima, è estremamente leggera ed è anche meno ingrassante delle altre pizze. La farina di Kamut ha un indice glicemico inferiore rispetto alla classica farina 0 e alla farina 00, ciò significa che dà picchi glicemici più bassi rispetto a queste ultime facendo sì che l’organismo risenta meno degli sbalzi glicemici. Tradotto in parole povere sapete cosa significa? Significa che la pizza al kamut è certamente più adatta ai diabetici rispetto alle classiche pizze preparate con farina 0 e 00 e significa anche che anche i non diabetici ne possono beneficiare perché oltre ad essere sofficissima ed estremamente digeribile, oltre a rimanere soffice anche il giorno dopo, è un valido aiuto per chi vuol mantenere la linea senza rinunciare ai piaceri della vita. Non vi sto dicendo che se mangiate 10 pizze introducete zero calorie, eh! Sia chiaro 😛 Vi sto dicendo che con una farina del genere le calorie assorbite hanno un impatto meno forte sulla glicemia e quindi vi faranno ingrassare di meno rispetto alla normale farina 0 e 00.

Per la cottura io uso il Fornetto Pizza ilLillo che in 3 minuti mi cuoce la pizza come fosse un forno a legna. Ormai non riesco più a farne a meno. Nel giorno di mezz’ora preparo inforno e sforno 6 pizze. E’ incredibile!

Per imparare a fare le PIEGHE cliccare QUI .

Se invece siete curiosi di sapere come si prepara la pizza a Napoli cliccate QUI .

Impasto pizza al Kamut 50h
Impasto pizza al Kamut 50h

Pizza al kamut

 

COSA SERVE?

  • 415 g di farina di kamut (io Conad)
  • 410 g di farina 00 (io Divella)
  • 175 g di farina 0 (io Divella)
  • 600-605 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 g di lievito di birra
  • 20 g di sale fino

COME SI PROCEDE?

Giorno 1

  • Ore 16:00 Impasto. Sciogliere Il lievito in 15 ml di acqua tiepida. Nella planetaria versare le farina, il lievito sciolto in acqua e altri 590 g di acqua. Far girare a velocità 1 per 1 minuto, quindi aggiungere il sale e continuare a lavorare l’impasto per circa 30-40 minuti a velocità 2.
  • Ore 17:00 Inizio prima lievitazione a temperatura ambiente. Coprire l’impasto con pellicola trasparente e farlo lievitare a temperatura ambiente per un paio di ore.
  • Ore 20:00 Prima Piega. Passare l’impasto su un piano leggermente infarinato e fare la prima piega. Lasciarlo riposare per 20 minuti. Per imparare a fare le PIEGHE cliccare QUI .
  • Ore 20:20 Seconda piega e formazione dei panetti. Fare quindi la seconda piega e tagliare l’impasto in 4-5 panetti. Adagiare i panetti in un paio di teglie infarinate distanziandoli tra loro. Spolverarli di farina e coprire con pellicola trasparente.
  • Ore 20:40 Inizio lievitazione in frigo. Mettere le teglie in frigo a riposare fino al giorno dopo.

Giorno 2

  • Riposo in frigorifero

Giorno 3

Ore 16:30 Passaggio dell’impasto dal frigo a temperatura ambiente. Togliere le teglie con i panetti dal frigo e lasciarli a temperatura ambiente senza togliere la pellicola trasparente.

Ore 20:00 Stesura e cottura della pizza al kamut. Stendere ciascun panetto, condirlo a piacere ed infornare.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente Pasta alla gricia | Ricetta originale Successivo Come cuocere i funghi Pioppini