Crea sito

IMPASTO PER PIADINA morbidissima ricetta base

Cercate un impasto per piadina morbidissima? Provate la ricetta originale per piadina romagnola morbidissima, anche in versione sfogliata.
Un impasto per piadina morbidissima, facile da preparare sia a mano che in planetaria. Una piadina speciale come quella romagnola, ma comodamente preparata a casa.
Con la ricetta originale romagnola per piadina morbidissima, potrete ottenere ottime piadine sia impastando a mano, sia impastando con la planetaria: più sotto vi spiego entrambi i metodi di impasto.
Inoltre, con l’impasto base per piadina romagnola tradizionale, potrete cuocere le vostre piadine sia nel classico testo romagnolo, sia in una comune padella antiaderente.

IMPASTO PER PIADINA ricetta originale piadina morbidissima romagnola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni3-4 piadine
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 450 gFarina 00 (debole W170)
  • 80 gStrutto
  • 125 gLatte intero
  • 125 gAcqua
  • 10 gSale fino
  • 1 cucchiainoBicarbonato

Preparazione

Procedimento con la planetaria

  1. Montare la frusta K sulla planetaria e lavorare farina e strutto in modo da ottenere una fine sabbiatura. Incorporare il sale e il bicarbonato e lavorare ancora in modo da distribuirli uniformemente nel composto. Togliere la frusta K e montare il gancio. Versarvi il latte e iniziare a lavorare a velocità medio/alta. Incorporare l’acqua poco alla volta e continuare a lavorare l’impasto per almeno 15-20 minuti (anche 30 minuti nei periodi invernali). Alla fine ne risulterà un panetto morbido, liscio ed elastico ben incordato intorno al gancio.

  2. Smontare il gancio, coprire il panetto con un canovaccio e farlo riposare per 30 minuti.

  3. IMPASTO PER PIADINA ricetta originale piadina morbidissima romagnola
  4. IMPASTO PER PIADINA ricetta originale piadina morbidissima romagnola

Procedimento a mano

  1. Unire sul piano di lavoro la farina, lo strutto a pezzetti, il sale e il bicarbonato ed iniziare a lavorare il composto. Incorporare a poco a poco i liquidi e lavorare ancora fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico, morbido ma che non resti appiccicato alle mani.

  2. Coprire quindi con un canovaccio e far riposare per 30 minuti.

Formare le piadine morbidissime

  1. Che si lavori a mano o con la planetaria, da questo momento in poi i passaggi sono gli stessi.

  2. Dividere l’impasto in 3-4 panetti a seconda di quanto grandi si desiderino le piadine.

  3. Adagiare i panetti così ottenuti in una teglia da forno e sigillare bene con la pellicola trasparente.

  4. Riporre in frigorifero a riposare per 3-4 ore.

  5. Togliere i panetti dal frigorifero. Stendere ciascun panetto con il matterello (meglio se su carta forno spolverata di farina). Consiglio di stenderlo molto sottile perchè in cottura cresce un pò. Se poi si preferisce una piadina più spessa, si può arrivare anche ad uno spessore di 3-5 millimetri.

  6. Se volete ottenere una piadina sfogliata, procedte nel modo seguente: schiacciate un panetto in modo da ottenere un retangolo e piegatelo su se stesso come si fa con le pieghe del pane . Ripetere il processo di piegatura per 5-6 volte, senza però aspettare i tempi di lievitazione tra una piega e l’altra, basterà fare una piega dopo l’altra, per 5-6 volte. Dopo aver fatto 5-6 giri di pieghe del pane, stendete il panetto della piadina con il matterello. LO stesso procedimento andrà ripetuto per tutti i panetti di impasto per piadina romagnola sfogliata.

Cuocere le piadine romagnole morbidissime

  1. Cuocere la piadina romagnola morbidissima su un testo romagnolo ben caldo, oppure in una padella antiaderente dal fondo molto spesso. Se non siete assolutamente certi della antiaderenza della vostra padella, ungetene il fondo con un filo di olio (o con lo strutto) prima di procedere alla cottura della piadina romagnola. Poggiare la sfoglia della piadina nella padella rovente e bucherellarne la superficie con i rebbi di una forchetta. La cottura della piadina romagnola si fa girando continuamente la piadina, da un lato e dall’altro, in modo che la piadina non bruci in cottura.

  2. Ripetere il procedimento per tutte le piadine.

  3. Man mano che le piadine cuociono, impilarle in un piatto, una sull’altra, in modo che il calore che sprigionano le conservi morbide e umide.

  4. Quando tutte le piadine saranno cotte, farcirle subito a piacere e servire.

  5. DA PROVARE ANCHE:

    – la PASTA MATTA

    – il PANE PITA GRECO

    – il PANE SENZA IMPASTO

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.