Crea sito

Danubio dolce

Danubio dolce, il più soffice che ci sia. Non è stato facile giungere a questo risultato. E’ il primo danubio che pubblico sul blog e ci sarà un perché. Finora nessuno mi aveva mai soddisfatta abbastanza e piuttosto che proporre un danubio mediocre ho preferito non proporlo affatto. Fino ad oggi. Beh, questo è il mio danubio, un danubio dolce sofficissimo che si mantiene soffice anche per 2-3 giorni conservando intatte le caratteristiche del Danubio appena sfornato. Il quarto giorno? Non lo so, al quarto giorno non ce l’abbiamo fatto arrivare! !

Durante tutto questo tempo e attraverso i milioni di esperimenti fatti ho capito che per la buona riuscita del danubio occorre attenersi a delle regole fondamentali ed imprescindibili:

  1. Gli ingredienti non vanno impastati tutti insieme ma secondo un ordine ben preciso
  2. Le uova, la ciotola della planetaria e il burro devono essere freddi così come il latte perché durante la lavorazione la temperatura tende a salire ed una temperatura troppo alta rovina il glutine.
  3. Il burro non deve essere sciolto ma a pomata, cremoso e freddo.
  4. Il latte va prima intiepidito in modo da sciogliervi il lievito ma poi bisogna aspettare che raffreddi prima di aggiungerlo all’impasto.
  5. Il danubio ha bisogno di essere lavorato moltissimo con la planetaria e alternando le velocità in modo da evitare eccessivi rialzi della temperatura dell’impasto.
  6. La lievitazione deve essere lunga e in frigorifero perché l’impasto deve avere il tempo di maturare.

Il danubio dolce va quindi impastato il giorno prima per poi essere infornato al mattino dopo. Ma vi assicuro che il risultato finale ripaga di ogni attesa. Il profumo, la sofficità, la leggerezza sono una qualcosa di impensabile. Provare per credere!

Se non avete la planetaria o l’impastatrice non è un problema, lavorate l’impasto a mano rispettando la sequenza di incorporazione degli ingredienti e i tempi di lavorazione dell’impasto.

Danubio dolce
Danubio dolce

Danubio dolce

COSA SERVE?

  • 250 g di farina Manitoba
  • 250 g di farina 00
  • 2 uova
  • 120 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro
  • 180 g di latte scremato
  • 1 baccello di vaniglia
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 8 g di lievito di birra fresco (se le temperature sono rigide anche 12-15 g vanno bene)

 

Danubio dolce
Danubio dolce

COME SI PROCEDE? 

Preparare l’impasto. Sciogliere il lievito nel latte tiepido, far poi raffreddare il tutto. Versare in planetaria il latte con il lievito e la farina, azionare la planetaria alla velocità 1 e aggiungere le uova una alla volta. Non aggiungere l’uovo successivo fino a che il primo non sia stato completamente assorbito dall’impasto. Aggiungere quindi lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e i semi di vaniglia e ancora una volta aspettare che l’impasto li assorba completamente.
A questo punto inserire il burro in crema un cucchiaio per volta. Non aggiungere il cucchiaio successivo fino a che il precedente cucchiaio di burro non sia stato completamente assorbito dall’impasto. quando tutto il burro sarà stato assorbito, lavorare l’impasto per 5 minuti sempre a velocità 1, poi aumentare a velocità 3 e lavorare per altri 5 minuti. Quindi tornare a velocità 1 e lavorare per 2-3 minuti, poi a velocità 3 e lavorare per 2-3 minuti, poi ancora 1 e così via fino a che l’impasto non si staccherà dalle parete della ciotola e rimarrà attaccato solo sul fondo della stessa. La pasta brioche più s lavora e meglio è, più sarà soffice e per più tempo conserverà la sua sofficità. Quindi armatevi di pazienza e fatela girare in planetaria per almeno 20-30 minuti.

 Far lievitare a temperatura ambiente. Spegnere quindi la planetaria, lavorare leggermente la pasta con le mani e formare una palla. Mettere l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola trasparente e far lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio di volume lontano da correnti d’aria.
Formare le palline (nel caso in cui si voglia un danubio farcito ad esempio con nutella, marmellata o crema, è questo il momento di inserire un cucchiaio di farcia all’interno delle palline) e adagiarle in una teglia rivestita di carta forno distanziandole leggermente tra di loro. Coprire con pellicola trasparente e far lievitare in frigo per tutta la notte.
Il mattino seguente, togliere dal frigo il danubio e lasciarlo a temperatura ambiente per 1 ora. Spennellarne poi la superficie con un tuorlo sbattuto in 2-3 cucchiai di latte.
Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 30 minuti in base alla potenza del forno.
Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria
Danubio dolce
Danubio dolce

Pubblicato da inventaricette

Inventaricette è il blog di ricette di Maria Della Vedova, Medico per professione e Food blogger per passione.

4 Risposte a “Danubio dolce”

  1. Ciao Maria 🙂 complimentissimi per le tue meravigliose ricette! Con la ricetta di questo strepitoso danubio, vorrei fare la stella di nutella 😉 Posso mettere a lievitare in frigo la stella già composta con la nutella incorporata per tutta la notte o divenendo dura a causa delle temperature rigide del frigo la lievitazione subirà qualche contraccolpo? Grazie mille, bacioni

    1. Tranquilla, mettila in frigo già farcita di nutella. In questo modo la nutella si indurirà molto e durante la cottura non si seccherà eccessivamente rimanendo morbida. Sono sicura che la tua stella sarà un successo, fammi sapere 🙂

      1. Maria ^_^ GRAZIE..GRAZIE…GRAZIEEEE!!! 😀 Ho fatto un figuroneee!!! Sono sincera, ero scettica circa la lievitazione in frigo, infatti stamani quando mi sono svegliata per infornarla ho notato che non era lievitata molto, credo a causa anche delle temperature umidicce della mia zona. Riuscivo addirittura a vedere il fondo della teglia proprio perchè non era molto lievitato. Ma ci credevo, mi fidavo delle tue dritte! Il tempo di metterlo in forno, prendere calore….una magia! E’ lievitato una meraviglia divenendo altissimo e prendendo la sua forma bellissima di stella con tutta la nutella che strabordava 😉 Sei una garanzia! Grazie ancora, bacioni! Buon Natale :)***** <3

        1. Ciao Alessandra 😀 Grazie per la fiducia, sono felice che ne sei rimasta entusiasta 😀 Ti confesso che anche io ero scettica sulla lievitazione in frigo, è stata una sorpresa anche per me. Ma ben vengano le sorprese, no? 😉 Tantissimi auguri di buon Natale a te e famiglia 🙂

I commenti sono chiusi.